Signore, signor sì e basta.

 

Alla fermata del numero 5

-che guarda, non è l’eau-de parfum Chanel-

stretta nel piumino che le scoppia sul petto

coi riccioli rasta che ancor più le sbandierano addosso

tutta la rabbia delle sua nera etnia dibattuta sulla faccia

sente che sta marcendo

non c’è scampo, ne prime-time

né serve succhiarsi le dita in regredire all’infanzia

c’è solo il chinare la testa:

signore

signorsì e basta.

Sghignazzando a bocca aperta

sibila il ricurvo

strapazza le foreste d’antenne sopra la sua testa

le parabole risuonano come gong

e si sbattono le finestre

un tonfo sordo sull’altro, e tu

sempre lì a marcire

ferma

tra fili spezzati di luna

e sogni bucherellati che continuano imperterriti

( loro)

a non dover mostrare il culo

a sbavare su e giù

e tu

sempre a chinare la testa

signore

signorsì e basta.

Annunci

18 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. stefano re
    Mar 27, 2012 @ 08:18:28

    Mi piace molto. E il ritmo lo gestisci con naturalezza.
    Complimenti
    Stefano

    Mi piace

    Rispondi

  2. ombreflessuose
    Mar 27, 2012 @ 08:40:19

    Uno “scatto” di vita
    Grazie davvero
    Mistral

    Mi piace

    Rispondi

  3. wolfghost
    Mar 27, 2012 @ 15:31:57

    Terribile… cosi’ come deve essere. Sei bravissima a trasmettere gli stati d’animo in “immagini” scritte.

    Mi piace

    Rispondi

  4. wolfghost
    Mar 27, 2012 @ 15:32:33

    Terribile… cosi’ come deve essere. Sei bravissima a trasmettere gli stati d’animo in “immagini” scritte.

    http://www.wolfghost.com

    Mi piace

    Rispondi

  5. massimobotturi
    Mar 27, 2012 @ 17:12:19

    una delle tante, moderne, schiavitù

    Mi piace

    Rispondi

  6. theallamente
    Mar 27, 2012 @ 17:40:06

    sai riflettere dentro al cuore altrui, sai regalare immagini appuntite da cui non c’è riparo…
    sai spaziare e far poesia di tutto
    baci

    Mi piace

    Rispondi

  7. rossella
    Mar 27, 2012 @ 20:19:03

    Molto bella, molto particolare, un bacio

    Mi piace

    Rispondi

  8. omar.m
    Mar 27, 2012 @ 21:02:03

    Signore,signorsì e basta…profonda poesia
    Naggia…..
    Un abbraccio,Omar

    Mi piace

    Rispondi

  9. margotcroce
    Mar 30, 2012 @ 19:44:41

    il tema è pesante e pressante, vive nel nostro quotidiano, tu lo allggerisce con la grazia del verso, ma solo per farne ulteriore denuncia…

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: