Langue sulle ciglia una pena di stelle

Langue sulle ciglia una pena di stelle

tremano

stoffe setose dal vento frustate, si legano

a nastri di rossi arcobaleni notturni

affondano nella pace cruda di spazi muti

negli strati più profondi dell’anima

non teme l’artiglio degli anni l’azzurro di conchiglie

risuonante la canzone dell’Amore perduto

amore che non ha più frecce a trafiggere i denti

silenzio

dove mi porti?

t’appoggi alla finestra di luna oltre

il gomito aguzzo del monte

gratti sangue all’aurora di baci con grande rumore dorato

tagliò la foresta tutta la neve caduta

sulla punta acuminata del mio pensiero segreto

non mi svegliare amore per sempre perduto

e mio per sempre

non mi destare

dormirò

nel riflesso dei tuoi occhi chiusi

per sempre.

Annunci

4 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Anonimo
    Lug 08, 2012 @ 09:19:21

    Mi piace

    Rispondi

  2. confessiogoliae
    Lug 09, 2012 @ 20:52:51

    l’artiglio degli anni, ed i suoi agguati, s’arresta innanzi ad un “…per sempre”

    Mi piace

    Rispondi

  3. lameteora
    Lug 10, 2012 @ 07:00:52

    mi ha straziato.

    Mi piace

    Rispondi

  4. ioviracconto
    Lug 20, 2012 @ 06:33:57

    Lo sai che hai scritto una cosa bellissima?

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: