L’infinito nelle vene

Iniettando mescalina allucinogeno

è l’infierire involuto del tempo

si stacca ladro dai seni di giacinto della primavera

che prendono dai cactus

nuovo colore e spine.

E so io

a quali forze indotte dal frinire delle cicale

sorrida a dispetto l’infinito delle vene

preda

d’ali di carta e piume

a perdersi in collane d’insulti a filastrocca

che il conto sulle dita mai non torna

e pensi

al dono lasciato dall’inverno:

l’azzurro polare del morire poi tornare  a vivere

rinascendo

seme d’orzo e grano

nel ventre implacabile della terra

che a nuovo

ha l’anima mia fatta bambina.

 

********************************************

 

Coglimi giacinto
e seme
nella matura stagione
ch’evolve la natura

Veleni sulla terra
iniettano negli occhi
la paura
sua la fragranza

…dopo l’inverno d’oro

quando il disgelo arriva
nasce un nuovo fiore
e una bambina nasce

tra gioia e dolore

 

Anonimo Rospopreferito

Annunci

8 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Anonimo
    Ott 05, 2012 @ 07:32:02

    Coglimi giacinto
    e seme
    nella matura stagione
    ch’evolve la natura

    Veleni sulla terra
    iniettano negli occhi
    la paura
    sua la fragranza

    …dopo l’inverno d’oro

    quando il disgelo arriva
    nasce un nuovo fiore
    e una bambina nasce

    tra gioia e dolore

    Mi piace

    Rispondi

  2. ventisqueras
    Ott 05, 2012 @ 07:47:51

    si rinasce ogni volta che un Poeta coglie un fiore dai suoi pensieri a farne collana di perla con i tuoi
    infinitamente grazie

    Mi piace

    Rispondi

  3. roberto
    Ott 05, 2012 @ 14:50:14

    prego..dal tuo rospetto preferito
    Ro’… 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  4. theallamente
    Ott 07, 2012 @ 08:18:15

    qualcosa come immenso, eterno… e il limite dell’orizzonte insieme
    (cosa potrà mai contrastare la poesia?)
    baci

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 08, 2012 @ 06:50:35

      non si può e non si deve contrastare la Poesia, cibo dell’anima, lampada dell’infinito, è quella che ci fa vivere una spanna sospesi dal terreno se l’amore che con lei si condivide è puro e disinteressato
      affettuosamente

      Mi piace

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: