a taglio sfrontato di maiuscole rosse

Attraversa l’aria con nonchalanche

l’odore dell’erba

è quello maturo e denso di finestate

cerca rifugio nel quieto sfumare di nubi vaporose

come fosse il suo funerale, gettato via

ogni ricamo di nuova luce da inventare

 

sembrano

le porte delle case murarsi all’interno, guardare

immobili le stanze

forse si apriranno i vetri sfiancati dalle rotondità delle montagne

 

mi chiederai di esserti ancora,

di viverti

con i tuoi mozziconi arresi sulle labbra

a taglio sfrontato di maiuscole rosse

ritrovando la luce di settembre a spatolate fra lembi d’azzurro

piegando sorrisi alle chitarre.

Annunci

1 Commento (+aggiungi il tuo?)

  1. infranotturna
    Ott 11, 2012 @ 20:10:22

    l’impressione delle emozioni
    sulla pellicola della poesia
    per sempre parole

    baci

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: