Ridotti al nulla dal vento

mela_rossa

 

 

Ridotti al nulla dal vento respiri di pini
monti e laghetti grigiolini
con la canzone distratta del merlo della nebbia
le immagini s’affilano, folleggiano, sconfinano
con occhiaie Kenji che colano sotto gli zigomi

voci di bimbi nel frutteto
rotonde nel maturo
nel rosso più rosso della mela

mi copro allora, di luce nel fogliame
ondeggiando e oscillando anch’io folleggio
ridotta al nulla dal vento
io stessa di-vento
le voci dei bimbi nei frutteti
l’albero del melo, rosso più rosso
nell’eterno.

Annunci

14 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. massimobotturi
    Apr 05, 2013 @ 17:05:32

    che meraviglia

    Mi piace

    Rispondi

  2. meo..... laura
    Apr 05, 2013 @ 18:04:44

    stupenda………anche l’immagine……………..meo

    Mi piace

    Rispondi

  3. roberto
    Apr 05, 2013 @ 18:09:57

    con occhiaie Kenji che colano sotto gli zigomi

    voci di bimbi nel frutteto
    rotonde nel maturo
    nel rosso più rosso della mela

    rotonde voci paffute rosse mele
    Garcia ne gode l’ode e pavoneggia
    gli occhi in questi dolci versi, maturi
    in una età degli immaturi in frutto
    Respirano i pini e respirando lasciano
    nell’aria, brina silvestre di occhi japanesi

    Mi piace

    Rispondi

  4. giselzitrone
    Apr 05, 2013 @ 19:58:33

    Wünsche ein schönes glückliches weekend lieber Gruß Gislinde

    Mi piace

    Rispondi

  5. germogliare
    Apr 06, 2013 @ 21:26:35

    bel vento, questo tuo.
    Buonecose

    Mi piace

    Rispondi

  6. ventisqueras
    Apr 07, 2013 @ 07:06:40

    che ti raggiunga lieve, con rose
    benvenuta

    Mi piace

    Rispondi

  7. infranotturna
    Apr 07, 2013 @ 08:48:30

    unione mistica, illuminazione nella penombra – non può finire questo vento, questo respirare poesia
    buona domenica!

    Mi piace

    Rispondi

  8. tempodiverso
    Apr 07, 2013 @ 11:06:44

    “io stessa di-vento…”
    verso cardine della poesia che serve ad assimilare in una cosa sola l’io poetico e la scena e gli elementi (non importa se reali ed attuali, oppure ricordi) che fanno da sfondo e dai quali muovono i versi.
    piacere di rileggerti 🙂

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: