In una sola ombra viola ( Feminicidio )

Tamara De Lempicka

S’alza e canta la donna in lutto d’istanti
lisciandosi i lunghi capelli lentamente,
sogni
a scheggia, il sale incrostato fra le ciglia

segue la voce crocicchi di vie deserte,
sapida
scende al fiume che l’abbraccia.

Batte il codice della notte sui denti
della luna

dove il silenzio si popola d’ingiurie gravando
un dolore smosso che salta a passo feroce
sulla curva della schiena fino a flettersi
canna
di palude che costa poco e non si paga,
in grido inascoltato che ha saputo farsi virgola
violenta e non verbale all’inizio della frase
forse
scortata da parentesi quadre
pronte
a delimitare un senso che non si trova.

Appoggiata al velo di assenze fra quei sogni andati
un po’ a male la donna ora è silenziosa
pronta a racchiudersi
in una sola ombra viola.

Brooke Shaden 11

Femminicidio, tremenda parola coniata dai media a condensare ogni tipo di violenza fisica e mentale subita dalla donna nella maggior parte dei casi dal partner, cioè proprio da colui cui ricevere amore e protezione.
Ogni azione fatta in difesa di queste atrocità non è sufficiente a debellarla fin quando la donna stessa non sarà capace di aprirsi e denunciare : sempre, comunque, gridandolo se serve.

giuseppe muscioAtsushi Suwa

Annunci

Video

36 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. poetella
    Mag 15, 2013 @ 06:16:53

    io, spesso, sento la voglia di passare…all’attacco!
    Ché la denuncia mi pare poco!
    Ci si potrebbe coalizzare e cominciare a fare una strage di (posso?) stronzi,
    no?
    (e scusa lo sfoghino, ma certe cose mi fanno proprio venire le bolle!)

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Mag 15, 2013 @ 14:06:06

      la denuncia non è poco…ho un amica che lavora come volontaria in un centro di assistenza contro la violenza e mi dice che è difficilissimo ottenerla, in parte la paura, la vergogna, le titubanze se si hanno figli nel vano tentativo di proteggerli, ed altre mille motivazioni, ma quella che più fa esitare è la mancata protezione che si ha dalla legge, e lo si evince ben chiaro anche quanto si ascolta “Era stata fatta denuncia ma sembrava non interessasse a nessuno”, questo è ancora più atroce, beh coloro che producono violenza sono esseri vittime loro stessi della mancanza totale di amore, dal bieco egoismo che accentra tutto sulla loro persona e ciò può dipendere da chissà quante motivazioni o violenze a loro volta subite. Il mio intento in questo post di denuncia non era tanto quello di colpevolizzare il maschio, ma la violenza a trecentosessantagradi, comprensiva di tutte le varie discriminazioni sessuali o razziali, un invito a riflettere e a fare ciò che ci è possibile ognuno con le proprie potenzialità,, per evitare che questi orrori si ripetano.
      Grazie cara
      un grande abbraccio
      Ventis

      Mi piace

      Rispondi

  2. ombreflessuose
    Mag 15, 2013 @ 10:02:25

    Ciao Ventis, denunciare, segnalare , combattere sempre la violenza di
    questi maschi che ammazzano le donne come se fossero mosche
    Ma oltre a educare l’uomo fin da bambino al rispetto della donna, occorre educare anche certe donne che pensano di essere più considerate o amate quando i propri partners si rivolgono a loro con violenze e gelosie morbose ( e credimi ce ne sono)
    Grazie per i versi
    Abbraccio
    Mistral

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Mag 15, 2013 @ 14:12:00

      se leggi la risposta a Poetella capisci che ti do una parte di ragione, quando l’essere umano prevarica e fa violenza, non è assolutamente comprensibile, tutto posso accettare meno quello, la vita, come la libertà e il rispetto per gli altri sono assolutamente , indiscutibilmente alla base di ogni civile convivenza, non importa il sesso, la religione, la razza
      un grande kiss, ma chère adorable amie

      Mi piace

      Rispondi

  3. Principedellemosche
    Mag 15, 2013 @ 12:25:59

    Veramente bella e struggente la tua poesia Ventis
    nel mio piccolo ho scritto e continuerò a farlo sulla violenza sulle donne, ed aggiundo che essendo delle Violentate in qualsiasi maniera …….. e per la loro soppportazione nel salvare a modo loro un amore ……….. per il tipo cambierà ……… la d minuscola la tramuto in D maiuscola.
    Potrei scrivere molto, e nei vari campi della varie violenze a cui sono sottoposte certe Donne.
    Ne menziono una sola, non foss’altro per ricordare a me stesso.
    Di una bambina età 14 violentata, denuncia, si fa un processo sino ad arrivare in cassazione ……. l’esito della sentenza della cassazione, in particolare c’era una frase o un periodo, in cui si diceva nella sostanza ……… ma tanto non era vergine …. tant’è vero che non solo colpì l’opinione pubblica, ma anche il capo dello stato con tutti i politici si afrettarono a far cambiare quella oscena sentenza. Che ora la sentenza l’avranno cambiato o meno poco importa a me ………. la prima risposta è quella valida. Si ci sono le leggi, e la loro interpretazione, che non tutela completamente la Donna.
    Io non credo nella soliedarietà femminile ………… Ti dico, che se una donna che è stat violentata, al 90% è lasciata sola.
    Complimenti di cuore per questo post

    Mi piace

    Rispondi

  4. Trackback: Io amo le Donne …….. non posso farci nulla è più forte di me | .....Alito Di Vento.....
  5. ventisqueras
    Mag 15, 2013 @ 14:20:03

    ho appena iniziato la tua conoscenza, principe, però ho da subito compreso la nobiltà del tuo cuore, e tutte le cose che ho letto qui sopra mi risuonano nella mente, insieme a quelle di coloro che lottano con tutte le forze per aiutare a far si che succedano sempre più raramente questi delitti inqualificabili
    è con emozione che ho sentito in toto il tuo sostegno, in questo mio sfogo che mi è uscito di getto dopo aver saputo, impotente, l’ennesimo omicidio di una giovane madre e della figlioletta
    di nuovo grazie
    un grande, amichevole sorriso
    luna

    Mi piace

    Rispondi

  6. Denise
    Mag 15, 2013 @ 15:11:28

    Mon souhait, mon grand souhait est que toutes ces atrocités sur les femmes cessent. Cela ne devrait plus exister mais tous les jours on entend les mêmes drames. Je comprends très bien votre billet.
    Mes chères pensées, Ventis.

    Mi piace

    Rispondi

  7. wolfghost
    Mag 16, 2013 @ 08:59:49

    Brava, assolutamente d’accordo. Il coraggio della denuncia, e quello della azione preventiva e difensiva, è qualcosa che è necessario trovare dentro di sé. Perché altrimenti diventa difficile, la cultura cambia grazie all’informazione, ma lo fa molto, troppo lentamente. Un giorno si spera non ce ne sarà più bisogno, ma fino ad allora…
    Molto intenso il tuo “grido” fatto poesia.

    http://www.wolfghost.com

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Mag 18, 2013 @ 06:28:25

      sono molto contenta che il mio amico Lupo condivida il mio pensiero…e sul fatto che un giorno non se ne debba più parlare dubito molto sai? purtroppo la cultura generale dell’uomo ( inteso non come sesso, ma come intera umanità) mi sembra regredire…
      ti ringrazio per le grate parole
      lieto giorno a te

      Mi piace

      Rispondi

      • wolfghost
        Mag 21, 2013 @ 08:42:50

        No, non credo ci sia una reale regressione, un picco di negatività forse, ma in generale c’è già più attenzione di un tempo. E’ solo che un tempo molto notizie venivano date solo in locale e sembrava perciò che determinati “problemi” fossero meno diffusi. Ma lo erano eccome! Anzi, se se ne parlava meno, era anche perché in diverse zone erano considerati fatti… normali 😦

        http://www.wolfghost.com

        Mi piace

      • ventisqueras
        Mag 22, 2013 @ 06:52:54

        l’attenzione, forse vuoi dire quella dei media per farne scoop? scusami se sono cinica ma le vere attenzioni sono altre, e se è vero che “prima” era tutto più sommerso era perché diversi erano i modi di comunicare, ma appunto per questo ora si è doppiamente colpevoli

        Mi piace

      • wolfghost
        Mag 22, 2013 @ 07:42:52

        Ah, guarda che sono d’accordo! Ciò non toglie che, sono convinto, il fenomeno sia in regressione. Anche se, va da sé, troppo lentamente… Purtroppo le società si cambiano presto solo con le rivoluzioni, altrimenti ci vuole tempo. Quante persone, della generazione precedente alla mia, ancora pensava – e probabilmente pensa – che certe violenze le si va a cercare con i propri costumi “libertini”! 😦 Ma già per i giovani di oggi è diverso, credo sia davvero difficile trovare qualcuno che la pensa così tra di loro (attenzione, ciò non vuol dire che siano tutti santi!)

        http://www.wolfghost.com

        Mi piace

      • ventisqueras
        Mag 22, 2013 @ 13:21:51

        io non la penso affatto così, per prima cosa se le violenze sulle donne dipendessero esclusivamente o quasi dal malcostume del libertinaggio, come si spiega che quasi nel 90 % dei casi gli autori sono sotto i 40 anni? già negli anni 60 esistevano i figli dei fiori che proclamavano il libero amore per non parlare dei regimi bolscevichi che già lo adottavano negli anni 40…se fai attenzione nel compiere l’omicidio l’atto si svolge nel modo truculento, nella maggior parte dei casi con oggetti taglienti,infierendo sul povero corpo già privo di vita , quasi a volerlo deturpandolo annullare, perché colpevole di avere OSATO una ribellione o di aver fatto una cosa innocente ma che a lei faceva piacere e a lui no,…come di annullamento si tratta nel presunto omicidio di Roberta, quella madre scomparsa a pochi km di distanza da dove abito io, che vuoi la perfidia cinica del marito ( sì, sì, presunto colpevole)vuoi il ritardo da plantigradi delle forze dell’ordine, da oltre un anno non la si riesce a trovare( l’eco sistema della mia zona è uno fra i più belli ma anche vari al mondo, c’è di tutto, fiumi, laghi, stagni, paludi, acquitrini, boschi, pinete, monti, anfratti, grotte impervie, e le crete, all’estremità nel Volterrano) ecco, si decidono dopo 10 mesi a fare una battuta in grande stile…pazzi!!! e i grandi, bellissimi occhi verdi della povera Roberta continuano a fissarci dal piccolo schermo con aria smarrita e interrogativa…

        Mi piace

  8. Seçil Zoral
    Mag 16, 2013 @ 10:34:49

    Sayfa harika sevdim tebrikler 🙂
    sevgilerle kalın 🙂

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Mag 18, 2013 @ 06:30:49

      ho tradotto l’altro commento, questo mi sembra un saluto , mannaggia quanto ci sentiamo inadeguati cambiando linguaggio!!!, ma la bellezza del contatto, della condivisione restano fascinosamente inalterati
      kissesssssssssss

      Mi piace

      Rispondi

  9. Lila
    Mag 16, 2013 @ 20:53:25

    Ventis non si parlerà mai abbastanza della violenza perpetuata nei confronti delle Donne. Ci vorrebbe un corso di disciplina verso certi tipi di uomini che neanche possono esser fatti risalire al genere umano. Bella la tua poesia e grazie per il tuo passaggio da me, Malika piace tanto anche a me.
    Un sorriso e una serena notte. Lila

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Mag 18, 2013 @ 06:36:04

      e sempre si torna lì…2013 anni addietro passà un Uomo o un Dio, non importa chi fosse, ma quello che di Lui ci ha lasciato
      non fare ad altri quello che non vorresti fosse fatto a te
      semplice, no?
      serenità

      Mi piace

      Rispondi

  10. annamaria49
    Mag 17, 2013 @ 18:36:18

    Femminicidio, parola coniata da poco, l’anno scorso circa 130 donne morte per violenza e anche quest’anno è stato segnato dalle stesse morti, spesso si ascoltano notizie di questo genere e spesso quegli uomini si suicidano e ammazzano anche i loro figli. E’ agghiacciante, come è agghiacciante il fatto che dopo si senta dire che era stata fatta segnalazione, ma la vittima non era stata tutelata. E’ interessante la proposta della Cancellieri di far indossare un braccialetto alla vittima, braccialetto che si attiverebbe all’arrivo dell’aggressore.
    La tua poesia è bellissima, sei molto brava.
    Un abbraccio e buon weekend.
    annamaria

    Mi piace

    Rispondi

  11. ventisqueras
    Mag 18, 2013 @ 06:39:22

    innanzi tutto ti ringrazio per la tua graditissima presenza e per l’opinione lasciata, io sinceramente a queste proposte empiriche credo poco, è il modo di pensare che va cambiato sia nella vittima che nel persecutore, sai, si troverà sempre un modo per fare del male se qualcuno veramente lo vuole, sarò troppo pessimista?…non so
    un grande abbraccio in Poesia
    Ventis

    Mi piace

    Rispondi

  12. domenica luise
    Mag 18, 2013 @ 10:38:28

    Quanto sei brava, che bella poesia e che belle immagini tremende, e quante donne che sorridono in silenzio per evitare danni maggiori, e quali violenze mentali oltre che fisiche orride perpetrate dentro il “nido d’amore”. Ho un’amica pittrice, quando suo marito la vede con tela e pennelli la schernisce: , così lei molla tutto e riprende lo straccio della polvere. Vergogna al mondo.

    Mi piace

    Rispondi

  13. ventisqueras
    Mag 18, 2013 @ 15:05:12

    tutte- o quasi abbiamo un’amica che ha di questi problemi ma che è impossibile convincere a fare qualcosa per cambiare la sua situazione, è una grande tristezza, un arrendere la propria personalità e il proprio io all’essere che con il suo ego e incomprensione è incapace di capire e di veramente amare
    grazie per la tua presenza e le tue parole
    ti auguro serenità

    Mi piace

    Rispondi

  14. domenica luise
    Mag 19, 2013 @ 13:17:23

    Sì, è vero, anche più di un’amica, e poi ci sono le signore che non vogliono vedere la verità e si piegano orribilmente ai soprusi psicologici. Io ormai non dico più niente, provo troppa pena per loro: preferiscono fare da scendiletto e non litigare, invece si può parlare senza ammazzarsi a vicenda. La discussione è necessaria, e mica si può dire sempre sissignore.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Mag 20, 2013 @ 20:17:16

      credo che questo atteggiamento dipenda soprattutto dall’educazione ricevuta in famiglia,quella sottile linea invisibile che separa il confine uomo-donna-o addirittura le forme razzistiche nei confronti dei diversi, una forma di paura atavica che deriva dai tempi bui dei millenni passati…ma che diamine, siamo nell’era che l’uomo è andato sulla luna!
      grazie della tua presenza a rimarcare il tuo molto disagio, dolce notte

      Mi piace

      Rispondi

  15. ManeKent
    Mag 20, 2013 @ 22:27:33

    Excelente tema. Tan caro a los entimientos de la mujer.
    Lo ideal en estos casos, la mujer debe denunciar la violencia de gènero, pero, lamentablemente no lo hace por temor a las represalias.
    Una linda semana para ti Ventis.
    Gracias por el video con el poema del poeta de Brasil, realmente precioso!!
    Cariñosos saludos y besos 🙂

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Mag 21, 2013 @ 08:22:00

      credo che tutti i paesi del mondo soffrano per questo tremendo problema, e che insieme unendoci possiamo tentare di sconfiggerlo
      ti sono grata per i tuoi sempre gentili pensieri, e spero che passerai un giorno molto bello e sereno
      con simpatia ed affetto
      Ventis

      Mi piace

      Rispondi

  16. angelo
    Mag 22, 2013 @ 04:39:00

    Ottimo articolo, ne farò un punto di riferimento, chissà che quanto letto non possa aiutare anche me.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Mag 22, 2013 @ 06:55:13

      se anche solo, queste mie piccole cose avessero contribuito di un millesimo di millesimo a far davvero pensare su questa giustissima causa…beh, ne sarei inaspettatamente super-lieta
      buongiorno Angelo

      Mi piace

      Rispondi

  17. manuel
    Mag 22, 2013 @ 11:51:08

    Behh io ho appena lasciato un commento sul mio Blog con link a questo post… anche per ringranziare pubblicamente i visitatori del blog… grazie ragazzi!

    Mi piace

    Rispondi

  18. ilaria
    Mag 30, 2013 @ 13:35:09

    Avete un gran bel blog qui! Sareste disponibili per uno scambio di post? parlo di guest blogging… ho un blog che tratta di argomenti simili, vi ho inviato una mail per scambiarci i dati. Grazie ancora!

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: