Ta-pum – la ferrata alle trincee- the climbing ferm to trenches -Dolomiti di Canazei, Trento

marmolada

La Marmolada regina delle Dolomiti possente baluardo di roccia vide fronteggiarsi nella guerra del 1915-18 gli eserciti dell’impero austro-ungarico e quello italiano, una via alpinistica con diversi gradi di difficoltà chiamata “Ferrata alle trincee” conduce a scoprire le condizioni estreme in  cui i militari erano costretti a combattere, in particolare durante i rigidissimi inverni

Lago-Fedaia-Marmolada(1)

Faticosamente, ma lieve si sale. Gli scalini di ferro intrappolati nella roccia sembrano gettarmi direttamente fra le braccia degli angeli.

350

D’improvviso si arriva alle trincee nel cuore freddo della montagna, 317098l’odore della morte mi raggiunge ovunque per quelle vie arse da volti ormai dimenticati.

l3vol6-vittimegas

Li ho sentiti nel ghiaccio

pressati nella bara  di cristallo

pura e intonsa, dove conservare intatto

il colore degli  occhi sbarrati.

mondia90

I cunicoli, budello senza pace, s’addentrano in labirinti oscuri, l’aria cominciava a mancare.la luce fioca della pila riverberava ombre vacillanti. Temevo di perdere la cognizione del tempo e delle distanze.

CIMG1060

Di tanto in tanto entrava  una zaffata gelida da squarci di luce in verticale sulla roccia: la superba vista delle cime e l’orrido degli strapiombi mi coglieva impreparata, bloccando lo scorrere del sangue

Marmolata1917_a

Ta-pum

la voce del cannone tuona

ta-pum

bianchi gli alpini nella neve bianca

si aggirano già fantasmi,

 cadono silenti,

grappoli di fiori violacei

a guarnire i sentieri di sangue.

 Ortler_a

Occhi ascolto dal buio, vedo fiamme. Mi sento l’assurdo della guerra ( di tutte le guerre) pressato sul collo.

Da una cima all’altra, da una bandiera all’altra giovani vite in incomprensibile obbligo cruento scontano errori imposti.

DSCF4578

Dentro le spire scheggiate del vento

voci e voci , nel loro sudario eterno.

Ta-pum, ta-pum.

*

Giovani voci unite sul filo della preghiera sul cucito orlo delle lacrime.

cristo4

Che le tue mani di rovo, o Dio

quelle mani senza destino nè forma

possano farli ritornare là, dove  ha sognato

il loro cuore, nel tempo senza tempo

e senza suono del tuo imperscrutabile

Amore.

genzianafotoaa

Mi sono sentita  le spalle dure e pesanti nella discesa a valle e i cori spensierati intonati dagli amici per me avevano un suono solo:

ta-pum, ta-pum.

 

Punta Penia, Marmolada -ferrata alle trincee-

elmettoadrian

il ghiacciaio della Marmolada si sta ritirando ed a volte restituisce poveri resti di soldati dalla loro tomba di ghiaccio, l’ultimo solo poco tempo fa nel 2011 mummificato, ora  è sepolto nel piccolo cimitero di Canazei in attesa dei venti anni che lo condurrano in uno dei molti sacrari di guerra che riuniscono i caduti  italiani, e di tutte le altre nazioni belligeranti, fratelli nella morte di questa guerra crudele ed inutile, come tutte le guerre di tutti i tempi

2566656917_3322c8d432_z

imma2

Annunci

90 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. YellowCable
    Ott 26, 2013 @ 18:52:50

    It is such a beautiful and breath taking place. That were not thought of if you were soldiers and fight under such conditions.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 27, 2013 @ 08:36:57

      il posto è talmente bello che loro erano già in paradiso prima di morire, ma dovrebbe essere data all’uomo la possibilità di scegliere il suo paradiso, non trovi?

      ti ringrazio dell’attenzione con cui mi segui, ne sono davvero lusingata
      passa una lieta domenica

      the place is so nice that they were already in heaven before he died, but should be given to man to choose his paradise, don’t you think?

      Thank you for the attention with which you follow me, I’m really flattered
      passes a happy Sunday

      Mi piace

      Rispondi

  2. davedomus
    Ott 26, 2013 @ 19:00:40

    Sono come i fiori radi nelle rocce, aggrappati con salde radici ad affrontare il vento ghiacciato, così vicini al cielo…. immagino quegli uomini avvolti dai riflessi delle albe cristalline a perdere lo sguardo nell’infinito…
    Sono stato assente e ho perso molte delle tue perle… un caro abbraccio.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 27, 2013 @ 08:39:25

      le tue visioni trascritte con animo colmo di Poesia tracimano dalla realtà e s’inoltrano nel cammino dei sogni, là dove anche la guerra nulla può

      non preoccuparti delle assenze, Davide, ogni tuo ritorno colma col il miele il solco lasciato
      🙂

      Mi piace

      Rispondi

  3. restlessjo
    Ott 26, 2013 @ 19:42:38

    A beautiful but harsh environment, Ventis. I cannot imagine myself there in the Winter with just a machine gun to keep me warm. 🙂

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 27, 2013 @ 08:55:35

      neanche loro avrebbero voluto essere là con quella mitraglia a sparare su esseri come lui giovani, anche se sconosciuti, certo avrebbe voluto solo farsi scaldare dalla coperta dell’amore…ma questo è l’orrore della guerra, non si può scegliere
      salendo lassù ho capito cose che prima non pressavano l’animo con così tanta amarezza
      passa una buona domenica dalle parti di Hartlepool, Giovanna

      ( Ps in quei luoghi ho vicina la mia casa delle vacanze, qualche volta te la farò vedere)

      either they would have wanted to be there with that machine gun firing on people like him young, although unknown, some would only get heat from the blanket of love … but this is the horror of war, you can’t choose
      climbing up there I realized that things had not pressured the soul with so much bitterness
      passes a good Sunday in Hartlepool, Giovanna

      (Ps to those places I close my vacation home, sometimes you will see)

      Mi piace

      Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 27, 2013 @ 09:07:36


      non solo selvaggia!
      guarda e rallegrati

      Mi piace

      Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 27, 2013 @ 09:13:32

      anche a te, cara, con sincero affetto
      🙂

      Mi piace

      Rispondi

  4. Alessandra Bianchi
    Ott 26, 2013 @ 21:16:38

    Che post spettacoloso, fra parole e immagini!
    Un abbraccio.

    Mi piace

    Rispondi

  5. Anonimo
    Ott 26, 2013 @ 22:24:51

    Ho dei bellissimi ricordi legati alla “Ferrata delle trincee” sul Padon., è una ferrata che ho percorso più volte, bellissimo il ponte sospeso.
    Ciao Ventis, buona domenica

    Mi piace

    Rispondi

    • Sileno
      Ott 27, 2013 @ 13:26:04

      L’anonimo sono io, erano spariti i dati.Ciao
      Sileno

      Mi piace

      Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 28, 2013 @ 23:00:47

      in effetti sono stata titubante su questo commento perché devi sapere che proprio su quello che tu definisci bellissimo ponte ( e che è esattamente vero) ho avuto una crisi di rigetto e non ero più capace di andare avanti o indietro…era la mia “prima grande impresa” ha ha , credo possa essere comprensibile, credevo che il commento fosse di qualcuno che aveva assistito alla mia per così dire ” prodezza”…beh, poi ho risolto ed è stato tutto ok,ripinsandoci però penso che potevo anche forse essere troppo coinvolta da gli accadimenti del passato

      Mi piace

      Rispondi

  6. Pinocchio non c'è più
    Ott 26, 2013 @ 23:39:15

    Un pezzo che toglie il fiato. Complimenti

    Mi piace

    Rispondi

  7. Maria-Lina
    Ott 27, 2013 @ 00:42:19

    Grazie per questo magnifico biglietto, ci fai scoprire i Dolomiti, sono splendido! Abito in Canada ma papà viene dall’Italia e, la casa paterna si trova a un ora di strada di Trento, nel villaggio di San Pietro in Cariano, la mia parentela del lato di papà si trova tutto, mi piace tanto andare in Italia, adoro… questo è un magnifico paese!!! Baci tutto dolce e buona domenica tutto piena di bella tenerezza!

    Mi piace

    Rispondi

  8. dadirri7
    Ott 27, 2013 @ 01:32:01

    so tragic, so sad, in such a beautiful hostile landscape … thank you for showing us Ven …

    Mi piace

    Rispondi

  9. Pandora
    Ott 27, 2013 @ 02:42:31

    Respirarlo il racconto fra le montagne e quegli azzurri, scandito fra le note del coro degli alpini sul “Ta-pun” è stato bello. Pensa ci sono cresciuta in mezzo a quei cori, mio padre li ascoltava sempre e la domenica mattina ci svegliava con questi sottofondi. La ninna nanna di mia nipote è stata “Il capitano della compagnia” , conosci? 😀
    Notte Ventis

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 30, 2013 @ 08:06:35

      quello che mi dici è bellissimo, io i cori li ho conosciuti da grandicella quando ho cominciato a frequentare il trentino, e me ne sono subito innamorata, è magnifico soprattutto ascoltarli in estate quando organizzano musica ( anche musica classica ) ai rifugi o nelle malghe , fra i prati con dei panorami mozzafiato e quelle note si espandono facendoti vivere atmosfere di sogno…certo che la maggioranza di queste canzoni degli alpini ricordando la grande guerra e le immani sofferenze dei soldati sono tristi, e lasciano sempre, insieme con i ricordi, una grande commozione
      grazie, e un abbraccio

      Mi piace

      Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 30, 2013 @ 08:42:58

      dimenticavo, eccola, commovente e straordinaria

      Mi piace

      Rispondi

  10. giselzitrone
    Ott 27, 2013 @ 13:31:24

    Hallo lieber Ventis es ist so tragisch und so traurig,die Landschaft sieht so friedlich aus aber es trügt der schein.Schöne Bilder ich wünsche dir einen schönen Sonntag liebe Grüße der Freundschaft von mir.Gislinde

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 30, 2013 @ 08:12:29

      vedo che tutti avete notato la grande differenza fra la bellezza ed armonia dei panorami e la crudeltà della guerra, purtroppo ancora noi esseri umani non riusciamo a fare in modo che la Bellezza prevalga sull’odio, speriamo che per le prossime generazioni non sia così

      un caldo abbraccio alla cara Gislinde

      Ich sehe, dass Sie bemerkt haben alle den großen Unterschied zwischen der Schönheit und Harmonie der Landschaften und die Grausamkeit des Krieges, leider wir Menschen können nicht sicherstellen, dass Schönheit vor Hass, Hoffnung, Vorrang für künftige Generationen ist nicht so

      Mi piace

      Rispondi

  11. Denise
    Ott 27, 2013 @ 14:19:16

    Ton billet est magnifique ma chère Ventis. L’endroit fait rêver. Il y a quelques années, je suis passée dans un village au pied des Dolomites. Les Dolomites sont magiques, le soir elles deviennent rose.
    Un grand merci chère amie.
    En te souhaitant un doux dimanche, reçois mes bisous.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 30, 2013 @ 08:16:57

      quello che tu hai visto, cara Denise, è un fenomeno atmosferico tipico delle dolomiti, si chiama ENROSADIRA, a cui anche io molte volte ho assistito incantata, i raggi del sole, in estate all’alba, e in inverno al tramonto, colpiscono particolari elementi della roggia che li rifrangono facendoli diventare rosa di varie sfumature, a volta diventano quasi rosse, è uno scenario suggestivo ed indimenticabile, sono molto lieta che tu abbia potuto vederlo
      grazie delle tue belle parole, passa una giornata serena, mia cara amica

      Mi piace

      Rispondi

  12. ludmillarte
    Ott 27, 2013 @ 16:04:16

    parole e canti che toccano cuore e mente per non dimenticare (malgrado purtroppo l’orrore si ripeta inesorabile, come se a nulla la storia servisse).
    ciao Ventis, un abbraccio

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 30, 2013 @ 08:19:46

      infatti cara Ludi, la storia e i suoi tragici insegnamenti sembrano proprio passare inosservati se queste crudeltà e gli orrori senza fine ogni giorno si ripetono su questa nostra ingrata terra, o meglio ingrati sono coloro che comandano questi eventi!
      passa una serena giornata 🙂

      Mi piace

      Rispondi

  13. ChgoJohn
    Ott 27, 2013 @ 16:16:27

    Such a beautiful place. May war never again interrupt the tranquility.

    Mi piace

    Rispondi

  14. adinparadise
    Ott 27, 2013 @ 17:23:26

    Such a stunningle beautiful place, Ventis, but so sad when one imagines what those soldiers had to endure, and many of them, until they died. I can imagine that your heart was very heavy as you thought about what happened there, and as you visited the memorial. You’re so right when you say that war is cruel and unecessary.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 30, 2013 @ 08:26:14

      in effetti cara Sylvia, pensare quante giovani vite sono state così crudelmente spezzate rende ancora più incredibile il contrasto con la perfetta tranquilla bellezza dei luoghi, sempre il tuo animo è attento e sensibile a questo, ti ringrazio, mia cara

      Indeed dear Sylvia, think how many young lives have been so cruelly broken makes it even more amazing the contrast with the quiet beauty of perfect places, your mind is attentive and sensitive to this, thank you, my dear

      Mi piace

      Rispondi

  15. adinparadise
    Ott 27, 2013 @ 17:24:36

    I also meant to add that the Ta-pum song is really moving. Thank you for another amazing post. 🙂

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 30, 2013 @ 08:31:02

      quella canzone è la più conosciuta nei cori alpini, è quasi il loro inno di quei magnifici ragazzi che combatterono con tanta generosità e sacrifico e con amore vengono sempre da noi ricordati, anche nella speranza che il loro sacrificio serva a scongiurare altre guerre, magari solo tra queste belle montagne
      passa una serena giornata
      🙂

      that song Ta-pum marks sound the cannon ossessivamenteil is the best known Alpine choirs, is almost their hymn, of those magnificent boys who fought with such generosity and sacrifice and love are always remembered, even by us in the hope that their sacrifice will serve to prevent other wars, perhaps alone among these beautiful mountains
      passes a serene day

      Mi piace

      Rispondi

  16. Łucja-Maria
    Ott 27, 2013 @ 19:00:16

    I know the history of these soldiers.
    I admire their courage in winter conditions.
    Ventis, you are an extraordinary person.
    It’s great that you wrote about this historical fact.
    I admire the great pictures.
    Greetings.
    Lucia

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 30, 2013 @ 08:34:47

      La cara amica Lucja conosce molte cose e sono particolarmente felice che apprezzi quello che io cerco di trasmettere con i miei post, è un grande e sincero affetto che mi lega a questi luoghi dove ho la mia casa delle vacanze, ormai sono per me la mia seconda patria
      ti ringrazio per le gentilissime parole che sempre hai per me e sono davvero contenta di poterci conoscere meglio
      a presto, un abbraccio affettuoso
      Ven

      Mi piace

      Rispondi

  17. Massi
    Ott 27, 2013 @ 22:02:52

    Mi Stavo quasi perdendo questo significativo ed culturale e poetico post,grazie per aver fatto vedere Belle e purtroppo brutte immaggine (del passato)e le TUE parole rimangono impresse nelle rocce della Marmolada.buona serata.

    Mi piace

    Rispondi

  18. Plumes d Anges
    Ott 28, 2013 @ 15:44:53

    Magifiques Dolomites et grande absurdité des guerres !!! Belle après midi Ventis, à bientôt. brigitte

    Mi piace

    Rispondi

  19. giselzitrone
    Ott 28, 2013 @ 17:35:56

    Hallo lieber Venzis so schön und Faszinieenrt die gläsernen Gräber ,habe mal davon gehört sehr schöne Bilder dein Bericht ist wirklich sehr gut.Wünsche dir eine gute und glückliche Woche Grüße und Freundschaft.Gislinde

    Mi piace

    Rispondi

  20. ManeKent
    Ott 28, 2013 @ 20:02:28

    Paisajes de belleza incomparable! y tambien guardan recuerdos de un pasado muy doloroso! Ojala que nunca mas se repitan!!
    Un maravilloso video!. Gracias por compartir estas bellezas!!
    Un beso y abrazos para ti preciosa Ventis!♥

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 30, 2013 @ 08:46:28

      le tue rose anche se vengono così da lontano ancora profumano della tua amicizia, grazie Mane, spero che continuiamo ancora per tanto tempo a sentirci vicine nel comene amore per la Poesia, lìArte, la Musica
      passa dei giorni belli e sereni mia bella amica

      Mi piace

      Rispondi

  21. lamaisondesmarguerites
    Ott 28, 2013 @ 20:04:38

    Impressionnant, émouvant, et ce bâtiment accueillant donc les restes de ces hommes qui ont combattu…

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 30, 2013 @ 08:50:28

      sai Lou è situato sul Monte Grappa un monte dove ci sono state battaglie molto cruente e conservano i resti di tutti gli eserciti combattenti, quasi un mnumento alla lace, invece che alla guerra! Quando siamo lassù, con scenari bellissimi ( in inverno poi, con la neve è stupendamente bello) sembra impossibile che nel mondo l’odio e la crudeltà siano ancora possibili
      un grazie e un grande abbraccio
      Ventis

      Mi piace

      Rispondi

  22. Amina Narimi
    Ott 28, 2013 @ 20:27:10

    ti ho ascoltata letta e riletta. Mi sono emozionata al canto delle Cime… Sei straordinaria Ventis

    Mi piace

    Rispondi

  23. HansHB
    Ott 28, 2013 @ 22:46:24

    This is a great post!

    Mi piace

    Rispondi

  24. ladyfi
    Ott 29, 2013 @ 05:47:15

    What magnificent scenery.

    Mi piace

    Rispondi

  25. roby...
    Ott 29, 2013 @ 11:26:25

    Avrei voluto commentare
    ma tu sei come il mare in tempesta
    così mi resta dentro un commento
    tra poesia e lamento per ciò che vedo
    che sento tra le tue parole, immagini
    indagini del tempo che si fanno carne
    sentimento antico che ritorna a galla
    in ogni barba gialla di foto scolorita
    che dalla morte è ritornata in vita…

    Mi piace

    Rispondi

  26. wolfghost
    Ott 29, 2013 @ 11:34:25

    Posti bellissimi, macchiati da troppo sangue. Certo che in posti così era dura “sfondare”… che guerra assurda! 😐

    http://www.wolfghost.com

    Mi piace

    Rispondi

  27. ombreflessuose
    Ott 29, 2013 @ 12:11:56

    Tapum, un canto che vibra di commozione
    Uno scritto bellissimo
    Abbraccio
    Mistral

    Mi piace

    Rispondi

  28. afinebinario
    Ott 29, 2013 @ 21:03:55

    Accipicchia hai scritto un post che mi ha emozionata non poco.
    Sono stata diverse volte sulle Dolomiti ed ho provato un tuffo al cuore leggendoti, sembrava passasse una carezza su ogni parola, su ogni fotografia.
    L’assurdità della guerra … e in sottofondo ascoltare quel canto alpino … che botta!
    Sei stata fantastica, te lo devo dire! Complimenti davvero 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  29. benvenutocellini
    Ott 30, 2013 @ 15:44:08

    Ciao, Mare in Tempesta! (mi mancavi)
    🙂
    Hai ragione, loro erano già in paradiso prima di morire….Certe cose ti commuovono e basta…
    Grazie!

    Ti auguro una bellissima serata…

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 30, 2013 @ 23:08:01

      grazie per l’augurio che ricambio di tutto cuore, anche se a questa tarda l’ora quello più adeguato è la buonanotte!

      devo proprio essere “tempestosa” se già in due commenti mi date questo titolo, he he, basta che non assomigli la tempesta di san Giuda che imperversa su al Nord…quello sarebbe davvero troppo
      🙂

      Mi piace

      Rispondi

  30. frantzisca
    Ott 30, 2013 @ 15:55:46

    Cara Ventis,
    Emilio Lussu ha scritto “Un anno sull’Altipiano”
    testimone soppravvissuto a quella guerra, in cui il maggior numero di caduti furono
    “sa mezzus gioventude
    de Saldigna” i giovani della Brigata Sassari…
    è sempre bello leggerti, versi e descrizioni appaganti, ma anche stimolo di ricerca e conoscenza per chi non sa.
    Un forte abbraccio

    Mi piace

    Rispondi

  31. ventisqueras
    Ott 30, 2013 @ 23:14:31

    sempre loro..quelli della Sassari!
    bella questa citazione che non conoscevo,
    Frantzi, come bello è anche il tuo citarmi per uno stimolo di ricerca e conoscenza che vorrei proprio ci fosse fra i più giovani, anche a mezzo di questo mio piccolissimo contributo
    ti saluto con un omaggio per la tua terra( che ben sai quanto io amo) e per i suoi giovani che sempre si sono comportati con onore e coraggio

    Mi piace

    Rispondi

  32. Martina Ramsauer
    Ott 31, 2013 @ 09:40:16

    Bellissimi questi ambienti pieno di poesia. Grazie e buon tutto Martina

    Mi piace

    Rispondi

  33. omar.m
    Ott 31, 2013 @ 10:22:50

    Ciao Malaluna è un piacere ritrovarti, grazie per la visita…buona giornata
    un abbraccio, Omar

    Mi piace

    Rispondi

  34. India Wildlife Blog
    Ott 31, 2013 @ 11:32:12

    Very tough conditions indeed

    Mi piace

    Rispondi

  35. Anonimo
    Nov 01, 2013 @ 10:15:37

    non sai quanto ci ha commosso questo racconto! pensa che mio figlio ha messo come musica sul suo cellulare l’inno della brigata Sassari! che io manco sapevo esistesse

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Nov 03, 2013 @ 05:10:22

      ormai credo che siamo diventate amiche, e che dolce questo tuo ragazzino! è un grande piacere per me avere fan al di fuori del circuito dei blogghers
      passa una buona domenica nel tuo magico paese delle cinque terre
      🙂

      Mi piace

      Rispondi

  36. giselzitrone
    Nov 16, 2013 @ 12:46:07

    Wünsche dir auch ein schönes und glückliches Wochenende liebe Grüße und Freundschaft.Gislinde

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: