Elsinore- Kronemborg slot-Denmark

castello-ramo

A vederlo  così sotto la neve  il quadro dalle drammatiche proporzioni sembra addolcirsi: il lago completamente ghiacciato e le guglie striate di bianco quasi confondono le idee.

                                                Di verde dorme l’aria ( Ophelia 2012 )

Di verde dorme l’aria, per coperta
verdi le fronde dei saliceti
fine sabbia di lavagna s’inarca a curva stretta
rimugina fra i denti
il buio che improvviso  assale
il già dolente scheletro del fiume.

Mi so come quell’acqua di cancrena

così logora dai sassi che spezzano la sua lena.

Di buio dorme l’aria

morsa dai falò a ponente

cade l’acqua con lo stesso vestito di sempre

una luna gitana in oramai trascorsi d’amore

langue fuori

in voci e lingue rotte

non resta in piedi che il silenzio della notte.

Vi ho già detto

di lasciarmi quieta in questo prato d’acqua

a piangere di luna

con sospese sulla veste

macchie d’inchiostro e di creta bruna.

aldosandullo-gher-01

.

kronborg-castle

L’aria fredda si fa strada dal braccio di mare che separa la Danimarca dalla Svezia, nel punto più stretto del Baltico, spesso squassate da grandi tempeste per le correnti del mare del nord che qui s’incrociano

29161381

il castello di Kronborg, ad Helsingør, ( in italiano Elsinore ) conosciuto universalmente come il luogo dove Shakespeare ambientò una delle sue tragedie più famose  frederiksborg-large                                           il castello del Principe Amleto/ cliccare x ingrandire

1663

è a tutti gli effetti uno dei più importanti monumenti della Danimarca, tra i più bei castelli dell’Europa del Nord, rilevante esempio di architettura rinascimentale inserito nei patrimoni dell’umanità dall’Unesco nel 2000.

2370979331_750_frederiksborg-castle

cronache storiche:

si deve al re Erik di Pomerania, la nascita dell’antico borgo fortificato di Krogen, intorno al XV secolo, e del famigerato Dazio del Sund che ciascuna nave avrebbe dovuto pagare per il passaggio dello stretto (sund), dal quale i successori trassero sempre gran beneficio al punto di rendere possibile la costruzione della futura Kronborg

2372633625_750_frederiksborg-castle

Con Federico II si ampliarono le fortificazioni e nel 1577 prese vita quell’impianto difensivo ribattezzato Cronenorg, ossia il castello di Kronborg. Data cruciale per le sorti del luogo fu il terribile incendio che nel 1629 distrusse quasi totalmente il castello e che comportò le successive ingenti ristrutturazioni volute da Cristiano IV al fine di ridare vita e splendore a quello che doveva continuare ad essere il simbolo del potere reale danese.

toore_cope

A tal fine Cristiano IV decise di raddoppiare il dazio del Sund (tassa che venne abolita soltanto nel 1857 sotto la pressione degli Stai Uniti d’America) dando la propria impronta decisiva per gli interni e lasciando, invece, che gli esterni fossero ricostruiti senza grande variazioni. E’ in questa veste che oggi il castello giunge a noi.

Kronborg-kanoner

. Ma i danesi preferiscono raccontare di Holger Danske, il “loro” eroe la cui statua fiammeggiante in bronzo trova spazio negli atri bui delle “Casematte” del castello.

aDSC_0143

La leggenda vuole che se mai un giorno la Danimarca si trovasse in pericolo, Ogiero il Danese (Holger Danske) si solleverebbe per difenderla. Nell’attesa, riposa a braccia conserte nel “luogo protetto nel buio” delle Casematte ossia quel sistema di vani, antri e cunicoli dove abitavano i soldati in tempo di guerra

holger-danske-kronborg

kronborg-statua-di-holger-danske_90356_407x229 Il mito di questo eroe nazionale che riposa nel castello di Kronborg sembra appartenere ad un ciclo di leggende collegate alla saga di Re Artù e i Cavalieri della Tavola Rotonda e sembra aver avuto un ruolo di grande importanza nella coscienza nazionale danese fino al XX secolo. Con buona pace di Shakespeare, dunque, il castello di Amleto per i danesi rimane sempre il castello di Holger.

5124483To be, or not to be, that is the question:
Whether ’tis nobler in the mind to suffer
The slings and arrows of outrageous fortune,
Or to take arms against a sea of troubles,
And by opposing end them? To die, to sleep…
No more, and by a sleep to say we end
The heartache and the thousand natural shocks
That flesh is heir to: ’tis a consummation
Devoutly to be wished. To die, to sleep.
To sleep, perchance to dream. Ay, there’s the rub,
For in that sleep of death what dreams may come
When we have shuffled off this mortal coil
Must give us pause. There’s the respect
That makes calamity of so long life,

Amleto (The Tragedy of Hamlet, Prince of Denmark) è una delle tragedie shakespeariane più conosciute e citate. Fu scritta probabilmente tra il 1600 e l’estate del 1602. È tra le opere più frequentemente rappresentate in quasi ogni paese occidentale, ed è considerata un testo cruciale per attori maturi.

7384117414_e56ec1c2af_z

Il soliloquio di Amleto “essere o non essere” (Atto III, scena I), il passaggio più famoso del dramma, vanta un’immensa gamma di interpretazioni sui palcoscenici di tutto il mondo, anche se spesso questo soliloquio viene erroneamente citato accanto all’immagine di Amleto che tiene in mano un teschio: in realtà la scena del teschio è nella parte finale del dramma (Atto V, Scena I) e non ha niente a che vedere con “Essere o non essere”, che si trova nella parte centrale (Atto III

Copenhagen-_Castello-di-Egeskov

zzzzzzzz

la Chiesa, tutt’ora funzionante per matrimoni, battesimi e per la messa. Consacrata nel 1582, è l’unico ambiente originale del castello, sopravvissuto all’incendio. Alle pareti, gli arredi finemente intagliati restituiscono l’idea dell’intensità cromatica che gli interni di Kronborg dovevano avere al tempo di Federico II.

29799_2_0

232323

rosenborg_slot

Oggi è possibile ammirare, tra gli altri ambienti pregevoli del castello, la Sala del Re e della Regina

study-ophelia

per ultimo ho voluto lasciare il mio pensiero per la dolce Ofelia, da una vasta iconografia ho scelto alcuni dipinti, questo è lo studio per il celeberrimo quadro di Millais del 1852, dove il volto esprime tutta la tragicità della morte

Elsinore

Qui,
 l’ombra inquieta del Principe Amleto
 pasce antichi rancori
 meditando sul teschio ghignante,
 s’aggira stranito
a profanare misteri.
Non visione soave, bionda  d’Ofelia,
rischiara il ferale maniero
lei sorge dallo stagno
bluastra, gonfia.
Odore dolciastro di sangue
 ancora l’olfatto annusa
  s’annida viscida la Morte tra le pietre
  incupisce l’anima
mi viene solo voglia di uscire al sole
 di fuggire, dimenticare
sognare
morire…forse
 
Ventisqueras
********************************

Abbracciami.

Così disse il fiume.

Il mantello virato di verde

E chiome rossastre

Adagiate sul velo dell’acqua.

Velluto di muschio

Dolce carezza d’amante.

Eterna mi stendo

Sul greto di sassi e foglie

. Come la Luna respiro la notte

DAVEDOMUS

*****************************************

Sogna con me disse l’acqua

velando d’azzurro gli occhi

e canta una canzone senza voce

né tempo

né pianto di  fiori e foglie

che tutto quello che esiste

passa e le memorie nasconde

Ventisqueras

leopold burthe 1851
entrando nelle buie  casematte sentivo alitarmi intorno strane presenze, non è la prima volta che mi capita, certo suggestionata dal ricordo della recente rilettura della tragedia shakespiriana, ma ho dovuto accelerare il passo e uscire in fretta…
simmonds
C’è un salice che cresce di traverso a un ruscello e specchia le sue foglie nella vitrea corrente; qui ella venne, il capo adorno di strane ghirlande di ranuncoli, ortiche, margherite e di quei lunghi fiori color porpora che i licenziosi poeti bucolici designano con più corrivo nome ma che le nostre ritrose fanciulle chiaman “dita di morto”; ella lassù, mentre si arrampicava per appendere l’erboree sue ghirlande ai rami penduli, un ramo, invidioso, s’è spezzato e gli erbosi trofei ed ella stessa sono caduti nel piangente fiume. Le sue vesti, gonfiandosi sull’acqua, l’han sostenuta per un poco a galla, nel mentre ch’ella, come una sirena, cantava spunti d’antiche canzoni, come incosciente della sua sciagura o come una creatura d’altro regno e familiare con quell’elemento. Ma non per molto, perché le sue vesti appesantite dall’acqua assorbita, trascinaron la misera dal letto del suo canto a una fangosa morte. »Shakespeare
artur prince spear 1926
Ofelia
Sull’acqua calma e nera, dove dormono le stelle,
come un gran giglio ondeggia la bianca Ofelia,
ondeggia lentamente, stesa fra i lunghi veli…
– Dalle selve lontane s’odono grida di caccia.
Son più di mille anni che la triste Ofelia passa,
bianco fantasma, sul lungo fiume nero.
Son più di mille anni che la sua dolce follia
mormora una romanza alla brezza della sera.
tratta dalla poesia a lei dedicata da Rimbaud, scritta a soli 17 anni
Annunci

78 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. YellowCable
    Nov 27, 2013 @ 17:44:42

    The history about Denmark is great. I like the art works around Ophelia.

    Mi piace

    Rispondi

  2. Martina Ramsauer
    Nov 27, 2013 @ 18:17:41

    Circa tre anni fa abbiamo preso il treno da Copenhagen fino a Roskilde e siamo andati a visitatare questo bellissimo castello, famoso anche perchè in relazione a Shakespeare e il suo HAMLET / To be or not to be that is the question.!Thank your very much for your great post. Bye Martina

    Mi piace

    Rispondi

  3. massimobotturi
    Nov 27, 2013 @ 19:20:42

    un altro angolo di sogno che ci regali

    Mi piace

    Rispondi

  4. poetella
    Nov 27, 2013 @ 21:24:14

    vento…sei magica!

    Mi piace

    Rispondi

  5. ventisqueras
    Nov 27, 2013 @ 22:54:49

    🙂

    Mi piace

    Rispondi

  6. sileno
    Nov 27, 2013 @ 23:08:45

    Anch’io, sicuramente suggestionato, ho provato le tue sensazioni di “strane presenze” nel castello di Elsinore.
    Ciao Ventis, ho gradito molto questo post.

    Mi piace

    Rispondi

  7. ventisqueras
    Nov 27, 2013 @ 23:11:12

    e meno male! pensavo di essere solo io la visionaria…ha ha ha,,come si dice ” mal comune….”
    grazie del gradito apprezzamento, notte serena

    Mi piace

    Rispondi

  8. dadirri7
    Nov 28, 2013 @ 02:22:09

    amazing post Ventis, such grandeur and beauty!

    Mi piace

    Rispondi

  9. gelsobianco
    Nov 28, 2013 @ 04:12:23

    La Danimarca!
    Quanto amo questo paese, Ven!
    Torno e ti lascio il mio commento.
    Ora prendi il mio affetto vero
    🙂
    gb

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Nov 28, 2013 @ 06:39:58

      il suo solo difetto è. per noi abituati al sole, quel maledetto freddo che fa lassù

      ti voglio bene, Anna cara, a presto

      Mi piace

      Rispondi

      • gelsobianco
        Nov 28, 2013 @ 23:48:58

        E l’affetto vero scalda anche in Danimarca, Ven cara!
        Credimi. Tu lo sai, poi.
        Ho passato in quel freddo un periodo molto bello della mia vita.
        Con calma, gusterò il tuo bellissimo post.:-)
        Tu, al solito, fai vedere, cogliere, sentire tutto.
        La Tua Poesia:-)
        Torno un po’ meno stanca.
        A presto, mia cara.
        Ti voglio bene
        gb

        Mi piace

      • gelsobianco
        Nov 28, 2013 @ 23:59:10

        Per Te, cara Ven!
        Ti sorrido
        gb

        Mi piace

      • gelsobianco
        Nov 30, 2013 @ 03:33:34

        Oh, Ven!
        Quanto ancora amo la Danimarca!
        Quanti ricordi.
        Il vento gelido in barca a vela.
        Il calore di un sentimento che è uguale al Nord come al Sud!

        Tu hai una rara capacità di legare parole, versi, immagini e musica!
        Buon fine settimana, amica cara.
        🙂
        gb

        Mi piace

      • ventisqueras
        Nov 30, 2013 @ 06:53:40

        io penso che anche il freddo sia uno stato d’animo…sono stata in luoghi molto più freddi e ne ho avuto meno che di quanto ne ho sofferto nell’ultimo soggiorno su…forse non ero preparata alla neve, che pure amo tanto…vattelabusca, ha ha
        anche io sono come il tempo, non sempre prevedibile , ha ha

        Mi piace

      • ventisqueras
        Nov 30, 2013 @ 06:56:21

        un esercito infinito di artisti che ha scritto e musicato per questa dolce e sfortunata creatura, in ognuno di questi omaggi vi si ritrova la condizione dell’essere umano con tutto il suo bagaglio di amore e di sofferenza
        bellissimo anche questo video, grazie

        Mi piace

      • ventisqueras
        Nov 30, 2013 @ 06:58:57

        i bei ricordi ci accompagnano sempre come sciarpa di sole a cingere le spalle a riscaldare il cuore, che siano sempre con te a sorriderti negli occhi amica cara, passa giorni sereni, un tenerissimo abbraccio

        Mi piace

  10. giselzitrone
    Nov 28, 2013 @ 09:56:21

    Einen schönen Donnerstag lieber Vendis eine große Geschichte über Dänemark ist ein schönes Land,sehr schöne Bilder und dazu passende Berichte sehr leereich für mich Danke für das Lesen.Ich wünsche dir einen schönen ersten Advent liebe Grüße von mir und Freundschaft.Gislinde

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Dic 01, 2013 @ 06:40:46

      grazie per avermi ricordato che giovedì era il primo giorno dell’avvento, già si entra nel clima del santo Natale, quest’anno qui da noi l’inverno arrivato almeno con un mese di ritardo rispetto agli altri anni, ma certo ora si fa senrire!
      grazie delle bellissime parole, anche a te auguro una domenica felice

      Mi piace

      Rispondi

  11. Maria-Lina
    Nov 28, 2013 @ 13:40:08

    Buongiorno carissima Ventis! Difatti, questo castello è grandioso e magnifico, un grosso grazie per le tue divisioni che ci fanno scoprire di così belli luoghi, che la felicità!!! Baci tutto dolce e buono giovedì nella tenerezza e la dolcezza!

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Dic 01, 2013 @ 06:43:39

      questi grandi e bellissimi castelli così pieni di storie e di ostentazione della ricchezza riescono sempre a stupirci, grazie per le tue gentilissime e gradite parole, ti auguro di passare una serena e lieta domenica nel tuo bellissimo paese
      a presto

      Mi piace

      Rispondi

  12. ladyfi
    Nov 28, 2013 @ 15:36:11

    Fabulously fairy tale-like. Gorgeous shots.

    Mi piace

    Rispondi

  13. Denise
    Nov 28, 2013 @ 16:20:32

    Bonjour ma chère Ventis. Je viens de savourer ton merveilleux billet qui m’a fait voyager en rêve. Ce château est de toute beauté ainsi entouré d’eau et sous le manteau blanc de la neige, il invite à le découvrir. Merci pour cette très belle description, pour les mots, les photos, les vidéos et les toiles d’une grande beauté et finesse. C’est un ensemble qui touche mon coeur.
    Je t’embrasse bien fort chère amie et te souhaite une douce soirée.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Dic 01, 2013 @ 06:50:04

      Buongiorno a te Denise carissima, sono molpita dalle tue parole di apprezzamento per averti portato con me nella visita di questo luogo superbo così pieno di arte di stiria, ma soprattutto di letteratura, questo dimostra come i grandi Poeti del passato con le loro parole riescono a passare indenni il muro del tempo, sono sempre così vere ed attuali
      spero godrai di una bella domenica in compagnia dei tuoi cari
      un grande abbraccio affettuoso

      Mi piace

      Rispondi

  14. leklektik
    Nov 28, 2013 @ 17:14:03

    Merci pour ce beau voyage au Danemark que je ne connais pas du tout!
    Vos photos sont splendides!

    Mi piace

    Rispondi

  15. leklektik
    Nov 28, 2013 @ 17:18:22

    L’interprétation musicale est proche de la perfection.
    Je ne connaissais pas cette version!
    Merci!

    Mi piace

    Rispondi

  16. Massi
    Nov 28, 2013 @ 22:13:08

    CARA Stefania ne hai girato di posti,sei veramente incredibile ricca di esperienza! Iosono appena arrivato dalla Calabria e vedendo le tue belle immaggine Della Danimarca,mi hai fatto venire nostalgia del blue Dell ‘Italia,grazie Stefania per averci fatto vedere le TUE Belle esperienze!Massi

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Dic 01, 2013 @ 06:58:47

      spero che il tuo soggiorno in Calabria sia stato piacevole, è una regione bellissima e ricca di grande storia, in oltre si mangia benissimo, ci credo che ne hai nostalgia!
      spero che tu nion vi abbia trovato brutto tempo perché le previsioni meteo per il sud italia noin erano le migliori…
      Un po’ ho viaggiato, è vero, ma se penso a tutti i luoghi dove non sono stata e mi piacerebbe vedere…mi sembra di non essermi mai mossa da casa ha ha
      le tue parole sono sempre belle e gentili, grazie, grazie , passa una domenica serena

      Mi piace

      Rispondi

  17. restlessjo
    Nov 28, 2013 @ 23:37:34

    So vivid, your imagination, Ventis! Another truly beautiful post. 🙂
    I have been only once, for a few days, to Denmark (to Legoland when my son was small) but I loved the dunes and the wildness. I would love to see more.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Dic 01, 2013 @ 07:02:27

      tu sei molto più vicina alla Danimarca di quanto lo sia io, e penso che potrai proprio passare in una delle sue bellissime località e avrai modo di fare delle foto fantastiche come quelle di Barcellona…strano che tu abbia portato il tuo bambino solo a Legoland e tu abbia dimenticato il bellissimo e divertentissimo ” Tivoli”, spero ti sarai divertita a Edimburgo
      passa una buona domeniva

      Mi piace

      Rispondi

      • restlessjo
        Dic 01, 2013 @ 10:11:28

        I would have loved to see Tivoli, Ventis, but believe it or not, it was a 5 hour journey from Jutland, where we stayed. My husband said NO! (I only sulked a little bit- James was very small 🙂 ) Buena domenica, cara 🙂

        Mi piace

      • ventisqueras
        Dic 02, 2013 @ 06:34:20

        ok, ok, quando potrai andare costringerai maritino a fare un giro sulle montagne russe per penitenza ha ha ha,,,,lo sai che partendo dall’ereoporto di Pisa in sole 2,30 ore ci si arriva? 🙂
        buongiorno Giovanna

        Mi piace

  18. giselzitrone
    Nov 29, 2013 @ 11:48:30

    Wünsche dir lieber Ventis ein schönes glückliches wee-kend und einen besinnlichen ersten Advent liebe Grüße und Freundschaft.Gislinde

    Mi piace

    Rispondi

  19. wolfghost
    Nov 29, 2013 @ 12:15:13

    Oh, mi era piaciuta la versione di Amleto del ’90, con Gibson 😉
    Bellissime le foto! Che posto, eh?? Certo, per me un po’ freddo… 😐 In Danimarca sono andate parecchie volte per motivi di lavoro, avevamo una sede – poi chiusa – là. Mi ricordo che mi stupirono i… cani 😀 “Nudi” anche in pienissimo inverno e con un metro di neve… mi dicevano che là sono abituati e nessuno usa maglioncini o altro 🙂 E pensare che ieri a Tom gli ho già messo il maglioncino 😀
    Un sacco di colleghi ne approfittavano per farsi un giro con consorte e figli a Legoland, vicino al posto dove eravamo, ma io non ci sono mai stato 🙂
    Un’altra cosa curiosissima era la cultura dei… bagni 😀 C’era un’immaginina che invitava gli uomini a sedersi anche per fare semplice pipì, cosa che personalmente ho sempre approvato eheheh
    Scusa per gli O.T. ma li trovavo simpatici 🙂
    Qui trovi un post (solo di saluto a dire il vero) che scrissi da là:
    http://www.wolfghost.com/2010/03/03/un-saluto-dalla-danimarca/

    Molto belle e, inevitabilmente lugubri, tutte le poesie proposte, sia le tue che quella di Rimbaud.

    Bellissimo post! Ti avrà richiesto molto, molto tempo anche!

    http://www.wolfghost.com

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Dic 01, 2013 @ 07:19:07

      da un regista favoloso come Zeffirelli e un grande attore come Gibson, non ci si poteva aspettare altro che il max!!! credo che tu sia un tipo piuttosto sedentario, he Wolf? ma come vai in un paese come la Danimarca e te ne stai rintanato perché hai freddo? ma daiiii….molto divertenti le tue osservazioni sulle abitudini per noi molto strane dei nordici….passerò di sicuro a leggermi le tue avventure danesi, lo sai quanto mi faccia piacere leggerti!, stamane lo dedico a rispondere ai gentilissimo e preziosi commenti ( come il tuo! )
      In realtà quei grandi manieri, specialmente con il freddo e la neve incutono tetri pensieri e posso ben capire Shakespeare che ne ha scelti per le sue tragedie ( anche quello di Gloucester dove ha ambientato il Re Lear, mica scherza!!!)
      La fai una foto a Tom con il maglioncino? 🙂 chissà com’è carino

      riguardo al tempo per il post, sinceramente o sono ben organizzata ( visto che mi prendo sempre molti appunti su Word) o ho una buona memoria che mi concede di assemblare piuttosto velocemente grafica e idee
      come sempre un grazie infinito per i tuoi davvero graditi passaggi

      passa una domenica serena

      Mi piace

      Rispondi

      • wolfghost
        Dic 07, 2013 @ 22:26:40

        Uh! Ne abbiamo tante foto di Tomino vestito 🙂 In una ha perfino la maglietta della Sampdoria con il Nome “Cassano” dietro 😀 Adesso però penso sia tornato milanista come Lady Wolf 😦 😀
        In realtà io patisco il freddo allo stesso modo del caldo eccessivo. O meglio, è il mio corpo che non è più quello di una volta, diciamo 🙂 Una volta, ad esempio, amavo il vento. Adesso, con periodi di perenne mal di gola, me lo devo abbastanza scordare. Ciò che vorremmo fare e ciò che il nostro corpo ci permette di fare sono spesso due cose che non vanno d’accordo 🙂

        http://www.wolfghost.com

        Mi piace

  20. Linda G.
    Nov 29, 2013 @ 16:20:47

    I hosted an exchange student a few years ago, who was from Denmark. I visited Denmark many years before that. Beautiful pictures of the palace (?) and wonderful links to support history of Denmark.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Dic 01, 2013 @ 07:25:04

      I’m glad that you’ve found to your liking the post, if you would like to you you that question mark that you put parentheses …. something you got a photo? I also visited the mcastello of Frederiksborg and I wouldn’t have confused some interior photos
      Thank you
      Welcome in my house, you can be my guest welcome whenever you wish

      Mi piace

      Rispondi

  21. ludmillarte
    Nov 29, 2013 @ 19:30:31

    eh però! buona idea il castello di Elsinore per trovare ‘visionarie’ 😉 scherzi a parte è un luogo di notevole impatto e bellezza solo che a guardare le immagini. la poesia è toccante e trasporta lì.
    grazie Ven e dolce serata

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Dic 01, 2013 @ 07:29:22

      già…parlando di ” visionari!” il mio post capita proprio a pallino, he? ha ha ha
      sempre bello scherzare piacevolmente 🙂

      certo il luogo è magnifico ma davvero incute pensieri lugubri, ho avuto modo di visitarlo anche in estate, ma i pensieri non cambiavano!
      passa una domenica serena, cara, ti abbraccio con simpatia ed amicizia

      Mi piace

      Rispondi

  22. Carmela
    Nov 29, 2013 @ 22:59:31

    Ciao,pensandoti sempre vengo ad augurandoti una
    serena buona notte con un sorriso (*____*) 😉
    Cos’è un sorriso?
    È la parte di noi che non dovrebbe mai
    spegnarsi, è il raggio di sole dopo la pioggia, è il
    venticello che porta vie le nubi, è lo
    sguardo felice di un bambino, una gatta che
    allatta i suoi piccoli, una madre che guarda i
    figli dormire sereni, è solo un
    lieve gesto delle labbra che fa
    affrontare anche le giornate più dure, è ciò che
    ci serve per andare avanti nonostante tutto.

    Felice Fine Settimana con un abbraccio 😉

    •●๑ღஐ♥~Carmela~♥ஐღ๑●•

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Dic 01, 2013 @ 07:33:31

      i tuoi passaggi sono sempre molto generosi, arrivi carica di doni con parole e video molto delicati che dimostrano la tua sensibilità per i buoni sentimenti, te ne sono davvero grata, questo è per te:

      Mi piace

      Rispondi

  23. Alessandra Bianchi
    Nov 29, 2013 @ 23:28:09

    Un post sotto ogni aspetto strepitoso!

    Mi piace

    Rispondi

  24. domenica luise
    Nov 30, 2013 @ 02:37:55

    È un post che dimostra quanto la poesia umana possa trasformare la morte in bellezza, come eternizzare un sentimento di dolore in amore. Ma la morte “vera” è una pietra amara. Bella la correlazione tra immagini e parole riportate.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Dic 01, 2013 @ 07:37:51

      la morte abita in noi fino dalla nascita, è un inscindibile pensiero .vita e morte- ma la Bellezza della natura e dell’arte, come giustamente tu dici riesce a superare questa barriera ed in qualche modo a superarla
      davvero lieta del tuo ritorno, ricevi il mio caloroso abbraccio

      Mi piace

      Rispondi

  25. Anonimo
    Nov 30, 2013 @ 08:37:05

    C’è del rosmarino, che significa ricordo – ti prego amore, ricorda –
    e ci sono le viole, che stanno per i pensieri.
    (W. Shakespeare – Amleto, atto IV, scena V)

    Mi piace

    Rispondi

  26. Anonimo
    Nov 30, 2013 @ 08:39:13

    Now Ophelia, she’s ‘neath the window
    For her I feel so afraid
    On her twenty-second birthday
    She already is an old maid

    To her, death is quite romantic
    She wears an iron vest
    Her profession’s her religion
    Her sin is her lifelessness
    And though her eyes are fixed upon
    Noah’s great rainbow
    She spends her time peeking
    Into Desolation Row…”
    (Bob Dylan – Desolation row)

    Mi piace

    Rispondi

  27. HansHB
    Nov 30, 2013 @ 08:40:24

    A lovely serie, well done!

    Mi piace

    Rispondi

  28. Glicine61
    Nov 30, 2013 @ 12:03:05

    Un bellissimo post come sempre!
    Grazie per la visita. Buon fine settimana!

    Mi piace

    Rispondi

  29. Anonimo
    Dic 01, 2013 @ 10:14:55

    arte, storia, letteratura…grande Ven!
    Mirella

    Mi piace

    Rispondi

  30. Swati Singh
    Dic 02, 2013 @ 12:29:36

    Gorgeous buildings and beautiful sculptures..
    Great post..

    Mi piace

    Rispondi

  31. Dina
    Dic 04, 2013 @ 09:10:21

    Dear Ventis,
    this is amazing, I ‘ve never thought of Kronemborg Slott like this, it’s great to present it in this concept. This is almost like stepping into a fairytale, excellent work!
    You have put a lot of effort into this post, thank you so much.
    Big hug
    Dina

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Dic 16, 2013 @ 02:26:28

      a volte bisogna venire da lontano per vedere con occhi di fiaba ciò che magari è per altri più vicini consueto
      il tuo commento mi ha molto gratificato, infinite grazie

      Sometimes you have to come from afar to see with eyes of fairy tale what perhaps is closest to other customary
      your comment I was very gratified, infinite thanks

      Mi piace

      Rispondi

  32. davedomus
    Dic 06, 2013 @ 11:56:03

    Abbracciami.
    Così disse il fiume.
    Il mantello virato di verde
    E chiome rossastre
    Adagiate sul velo dell’acqua.
    Velluto di muschio
    Dolce carezza d’amante.
    Eterna mi stendo
    Sul greto di sassi e foglie.
    Come la Luna respiro la notte.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Dic 16, 2013 @ 01:56:09

      Abbracciami.
      Così disse il fiume.
      Il mantello virato di verde
      E chiome rossastre
      Adagiate sul velo dell’acqua.
      Velluto di muschio
      Dolce carezza d’amante.
      Eterna mi stendo
      Sul greto di sassi e foglie.
      Come la Luna respiro la notte
      *****************************************
      Sogna con me
      disse l’acqua velando d’azzurro
      gli occhi
      e canta una canzone senza voce
      né pianto
      di foglie e fiori senza tempo
      che tutto quello che esiste
      passa
      e le memorie nasconde

      le tue rime sono sempre un incanto, queste in particolare mi hanno profondamente commossa, il tempo in questi giorni mi stato avaro, nn volevo ( o perlomeno ho tentato) di non darti una risposta banale
      grazie Davide, sempre onorata dei tuoi pensieri

      Mi piace

      Rispondi

  33. melodiestonate
    Dic 08, 2013 @ 08:04:11

    bellissimi questi posti che non conosco ma vedo la bellezza attraverso le tue foto.hai bei gusti x la scelta della musica…..buona domenica….Sara

    Mi piace

    Rispondi

  34. semprevento
    Dic 09, 2013 @ 19:56:54

    Bella Ventis…
    l’altro vento , quello di montagna e granito e neve e freddo e candido…
    il tuo modo è elegante e puro…sai che non ho mai letto nulla del tuo shakespeare ? ..son lontana da quei lidi..i miei lidi son di sabbia…volano e ricadono..si confondono…si rotolano e via…e poi spesso son bucotti… ma chissà, attraverso te mi emoziono e magari da vecchietta leggerò Romeo e Giulietta…

    Vengo sempre per ultima…ma sai che è bello leggere anche le tue risposte?
    son piccoli post nel post…
    C’incontreremo mai….e chissà,disse il vento all’altro vento…
    baci e abbracci forti
    vento

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Dic 16, 2013 @ 02:42:38

      col tempo e la paglia si maturano anche le sorbe, dice un nostro proverbio, immagino lo conoscerai, vero?
      eil tempo è maturato ed io non mi sono dimenticata della cara amica ventosa
      sono stata fuori qualche giorno per lavoro e di passaggio mi sono fermata ai mercatini del Natale di Bolzano e Bressanone, ho ancora negli occhi il colore delle luci e della festa, e sarà piuttosto duro reimmettermi nel quotidiano
      le tue parole nei confronti di questo piccolo nulla che io mi ritengo, sono bellissime, e fonte di riflessione e di gioia, sì, credo che io tenda a vedere la purezza nel riflesso di quello che racconto perché di fango in giro ce n’è fin troppo e forse è solo un modo per depurarmi—-
      il “mio” Shakespeare è stato un incontro adolescenziale e subito un grande innamoramento, eppure spesso è così crudo e dolente, però quando esplode nei suoni dell’amore mitiga la sua durezza, sarà un onore per me se ti avrò costretta a leggerlo, ha ha, se lo farai sono certa che non ti sembrerà palloso, vedrai

      chi mai può dire cosa ci riserberà il domani?
      intanto godiamoci questi istanti di amicizia virtuali scevri dalle molt cose che a volte possono turbare un rapporto diretto
      sempre lieta di abbracciarti, lo faccio con moltissimo affetto
      Da Vento a Vento

      Mi piace

      Rispondi

  35. lolaWi
    Dic 11, 2013 @ 15:13:53

    wonderful post, Ventis. the ancient town of elsinore has not lost its charm – you captured that in your awesome photographs. i love palaces! kronemborg is in my list. 🙂 thanks for glimpses of this historical palace!

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: