Rifugio al Sass Pordoi ( Canazei- Trento)

11_passo-sella-panorama

  maestoso scenario  la vista del massiccio del Sass Pordoi, sulla cui cima si trova il rifugio” Maria” detto anche” terrazza delle Dolomiti” perché da lassù si domina una marea di cime,  quando sono innevate sembrano onde gigantesche di un fantastico mare

4_20090724_145557_82

la funivia con cui si raggiunge quota 2829,   è composta da un  vertiginoso  tratto ( il più lungo a campata unica di tutta Europa) con cui si supera uno strapiombo di ben 800 metri

11733-belvedere-rifugio-mariaspettacolare e suggestiva, una notte passata lassù  riconcilia con la vita

e-poi-uscimmo-a-rimirar-le-stelle-L-tL3nFU

piano

qui

le luci si fanno moccoli di candela

le strapazza il vento

qua e là

una pioggia giù dal grande albero

sospeso sull’abisso

cascatelle   fontane  e nonsoché

piano

qui

mi s’appunta sul seno l’agrifoglio

buca un po’

ma piano

riporta il vento forme amabili

del mio tempo

tutto ammucchiato fra le stelle

anche loro piccole luci

incorniciate

fra sorrisi e croci

sui denti

e più in

qui

tutto

si rarefà

 

CINQUETORRI-20030921-small

diciamo che Nat King e il Sass Pordoi sembrerebbero non avere molto in comune, ma  la  dolcezza della voce di Cole non ha paragoni e qui si mischia  alla perfezione con l’assoluta dolcezza di una stellata sospesa sopra questo angolo dall’incredibile fascino

passato-il-temporale

cliccare sulle foto per godere a pieno della superba bellezza di questi panorami per me insuperabili al mondo

2853-panoramica-belvedere-canazei

 

home06

relax al sole prima di tuffarsi nell’ebrezza di una nuova discesa sui campi di sci

 

c9419cb15d3e319ce4e385b064cc1b3c

alla neve:

cristalli_di_neve

Spolvera:
è di polvere luminosa che a notte piega la neve in scintille

ha un senso il toccarla rabbrividendo

Setaccia:

quale maniacale massaia celeste con infinita bravura setaccia esagoni sempre diversi a precipitarli sui capelli del mondo?

Stringe Spranga:

ha fissato il cancello rococò dei sogni sprangato dal vento lasciando che di bianco, di bianco stringesse alla tua cintura la mia inconsapevole mano.

2717935

Canazei-sci-fondo giù nella valle i piccoli paesi di fiaba fatti di neve e cristallo:

è stato amore a prima vista, assoluto, indifendibile, inespugnabile Canazei, Campitello, La Val di Fassa.Il mio paradiso, niente mi fa star bene come essere partecipe e condividere della loro bellezza,

molvenobt3

Canazei ( Cianacei in ladino, lingua parlata nelle valli) è situato all’estremità settentrionale della Val di Fassa, quasi al confine con le province di Bolzano a nord e Belluno a est ed è uno dei 18 comuni che formano la Ladinia.

CANAZEI-2

Incastonato fra importanti gruppi dolomitici quelli  del Sassolungo, della Marmolada, e del Gruppo del Sella. di cui fa parte anche il massiccio del Pordoi

canazei-invern_14-20121109-104748-84

notissima località per il turismo invernale (sci di discesa e scialpinismo) e il turismo estivo (escursionismo, alpinismo), la più importante della Val di Fassa. Fa parte del carosello sciistico Sella Ronda, che collega le valli dolomitiche vicine e i comuni Selva di Val Gardena, Corvara in Badia, Livinallongo del Col di Lana.

cWeuPqbVfi%252B3MtcV7PuMgKAVHwITZzRkqZbO392JQqiBTkW8TiQE%252Bw%253D%253D

( questa torta cosa ci fa qui in mezzo alla neve? sono i miei peccati di gola che si evidenziano perché nelle pasticcerie deliziose e caratteristiche della zona se ne trovano innumerevoli varietà. tutte eccellenti anche se la mia preferita è la Sacher ( vera e propria bomba calorica…ha ha ha, molto piacevole, però)

………………………………………………….

Vi avevo preannunciato che per ogni mio post sulle Dolomiti vi avrei narrato una delle sue meravigliose leggende, bene, se avete voglia di seguirmi questa è :

La leggenda delle Stelle Alpine e dei Monti Pallidi

gallery_4b4f1d61c9329_Raw00055

C’ERA UNA VOLTA
un principe, figlio di un re il cui bellissimo castello si trovava nei pressi delle Dolomiti, essendo in età di prendere moglie e  unico erede maschio riceveva pressioni affinché scegliesse una principessa bella e di specchiata virtù per farla sua sposa, ma il principe sembrava  pensare ad altro e i rumors della piccola corte  dicevano che si fosse innamorato della luna,visto che passava intere notti ad ammirarla
Il-saggitario-la-luna-e-le-cime
………………..
il giovane principe aveva un segreto .Una volta si era perso durante la caccia sopra un altipiano fiorito di rododendri rossi,  cercando  un riparo per la notte si era subito addormentato per la stanchezza in una grotta, sognò di riposare sopra un prato immenso ricoperto di fiori bianchi splendidi e sconosciuti e di essere svegliato con un bacio da una ragazza bellissima che le disse di essere la figlia del re della luna.Da quel giorno non ebbe altro desiderio che il rivederla,
LAGAZUOI-20050316-small
 ritornando ancora  a caccia sulle montagne una volta si trovò vicino ad una rupe altissima che gli era sconosciuta, coperta da una grande nuvola,  convinto che  sarebbe arrivato a raggiungere la luna cominciò una lunghissima e molto difficoltosa arrampicata, ad un tratto fù immerso nel buio totale ma un raggio d’argento lo guidò ad una grande porta tutta d’oro, vicino ad essa due vecchi con una lunga barba bianca, gli dissero essere abitanti del regno della luna e che da tempo lo stavano aspettando, avvertendolo però che se fosse entrato avrebbe trovato un luogo di un bagliore accecante e che forse non avrebbe potuto resistere a lungo lassù .
luna-sulle-torri
……………..
Il principe non ebbe esitazioni sperando di incontrare la ragazza del sogno. E così fu.Con grandi feste danze e suoni si celebrò il matrimonio…ma…he sì c’è sempre un ma, anche nelle più belle fiabe…tutta quella lucentezza lo stava facendo diventare cieco e così fu deciso che avrebbe portato la principessa della luna a vivere nel suo castello sulle Dolomiti.
Lei portò in dono quegli straordinari fiori bianchi che poi furono chiamati Stelle alpine, e per incanto subito si estesero fra i prati e le rocce
6033808996_c7c5124d22_z
…………………………………………..ma, ( uffa, con ‘sti” ma” sempre in mezzo!) la principessa ebbe nostalgia della sua terra lucente e avrebbe voluto ritornare nel suo regno, tanto che andò ad abitare in compagnia del maritino su una delle cime più alte per sentirsene più vicina, un giorno durante un temporale si rifugiarono in una profonda grotta e lì incontrarono Re Laurino, un omino alto tre palmi con una grossa corona d’oro in testa, era il Re dei Salvani, sconfitto in guerra per amore, ( la sua leggenda poi la racconto un’altra volta) che a sentire questa triste storia si commosse e promise che lui e il suo piccolo esercito di gnomi li avrebbero aiutati se loro li avessero lasciati padroni  di quelle montagne
luna-sulle-torri
…………………………………………..
 Naturalmente i due sposi promisero, ora non restava che attendere.
Gli gnometti saltarono fuori ovunque e si davano un gran daffare facendo gesti in apparenza inconsulti nell’aria, era una notte di luna piena….dopo molto tempo ai loro piedi si formò un gomitolo luminoso….avevano filato i raggi di luna intessendone l’intera montagna
Quando ebbero finito, tutto fu luminosamente bianco. Il principe felice poté riportare nel suo castello la sua dolce amata, che non soffrì più di nostalgia. I Monti pallidi ci sono ancora, le Dolomiti  di questa zona vengono chiamate anche con questo nome. Il regno del principe e della Luna è finito da tempo, ma i piccoli Salvani abitano tuttora nelle macchie, nelle caverne, nelle foreste….non ci credete? io li ho visti vi assicuro, e se pensate che si avverino i sogni, vi assicuro che prima o poi li vedrete anche voi….parola di Ventis 🙂
ATM071203_C
Sass-Pordoi-Val-di-Fassa(2)
Annunci

78 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Sileno
    Gen 12, 2014 @ 18:47:14

    Incantevole: ” e più in là, qui tutto si rarefà”
    Ciao Ventis, buona vacanza

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Gen 13, 2014 @ 07:54:44

      a quelle altezze sembra rarefarsi anche l’anima, diventare più lieve ed essere capace di assorbire pià facilmente tutta la bellezza che ci passa attraverso lo sguardo
      buona giornata caro amico

      Mi piace

      Rispondi

  2. Martina Ramsauer
    Gen 12, 2014 @ 19:11:11

    Cara Ventis, eccomi già di nuovo per ringraziarti per questo tuo stupendo contributo. Questi paesaggi innevati mi fanno veramente voglia di andarci e la fiaba del prinicipe, la sua addorata, le stelle alpine e i monti pallidi è molto carina. Ho già trovato anch’io questi famosi fiori! Ti auguro una settimana con tante piccole soddisfazioni. Cari saluti Martina

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Gen 13, 2014 @ 07:59:17

      le stelle alpine sono diventati fiori molto rari e si trovano sempre in posti quasi inaccessibili, lli ho visti e fotografati molte volte, ed è assolutamente vietato raccoglierli.Le leggende poi, ci trasportano in quel mondo onjrico in cui tutto è possibile e anche se sono incantevoli ( io le adoro) ci rendono più crudo l’impatto con la realtà
      passa una serena giornata amica Martina

      Mi piace

      Rispondi

      • Martina Ramsauer
        Gen 13, 2014 @ 09:16:36

        si, si cara so che non bisogna raccoglierle e spero che portino fortuna anche lasciandole dove sono! Quello del rendere più crudo l’impatto con la realtà non avevo mai sentito. Grazie mille delle tue spiegazioni accessorie.
        Martina

        Mi piace

      • ventisqueras
        Gen 17, 2014 @ 00:25:19

        sono io che devo ringraziare te, cara per le tantissime notizie che trovo sul tuo blog
        ti auguro di passare una notte serena
        a presto leggerti

        Mi piace

  3. afinebinario
    Gen 12, 2014 @ 19:13:12

    Mi è sembrata di leggere una bellissima poesia, montagne di straordinaria bellezza. 😉
    ti abbraccio

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Gen 13, 2014 @ 08:01:32

      la montagna è già di per se Poesia, specialmente le grandi distese ancora vergini dove passa solo in soffio del vento…grazie Affi, sempre lieta di salutarti ed abbracciarti, passa una giornata serena

      Mi piace

      Rispondi

      • Giovanni
        Gen 13, 2014 @ 14:26:09

        VeroVentis, la montangna è anche poesia ………… ti senti in alto e più vicino a Dio ……….. è vera come sensazione

        Mi piace

      • ventisqueras
        Gen 17, 2014 @ 00:27:22

        c’è qualcosa su in alto che ci fa dimenticare la corsa e gli affanni che ci fanno stare male nella quotidianeità e se c’è un Dio certo lui ama le vette e le stelle!

        Mi piace

  4. soleggiata
    Gen 12, 2014 @ 20:05:44

    Il culmine in romantismo. grazie Ventisqueras
    Ancora un momento di grande emozione . Ti abbraccio

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Gen 13, 2014 @ 08:04:23

      le leggende romantiche hanno sempre spine a pungere…ma restano ugualmente deliziose e fanno sognare un mondo di nuvole, è la tua sensibilità al bello che ti concede emozioni, ed emozionarsi è l’aspetto che ci fa sentire più vivi
      grazie dolce amica

      Mi piace

      Rispondi

  5. ludmillarte
    Gen 12, 2014 @ 20:32:30

    hai proprio ragione, ci sono stata e confermo che sono posti di rara bellezza ricchi anche di interessanti leggende come questa delle stelle alpine (a me piace tanto anche quella del lago di Carezza). molto piacevole la tua “alla neve” 🙂 ciao cara Ven, buona settimana!

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Gen 13, 2014 @ 08:08:34

      sì, è molto bella anche quella del lago di Carezza, ma purtroppo si riferisce a tempi lontani, ogni anno il lago si restringe sempre di più ormai è diventato poco più che una pozza ed anche i colori vanno quindi perdendo il loro fascino…peccato, è il mondo che cambia,,,,
      ti ringrazio per aver apprezzato la mia divagazione poetica sulla neve, sei sempre tanto gentile
      ciao Lud carissima a presto

      Mi piace

      Rispondi

  6. YellowCable
    Gen 12, 2014 @ 20:54:20

    These snow covered mountain peaks look magical. I think they us (people) feel the beautiful and powerful of the nature at the same time.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Gen 13, 2014 @ 08:12:09

      sì, la natura ha sempre molto di magico da offrirci e noi dobbiamo saperla rispettare ed amare, senza mai cercare di violentarla
      grazie mille, ti auguro un giorno sereno
      Yes, nature has always very magical to offer us and we must know how to respect and love, never try to rape her
      Thank you so much, I wish you a peaceful day

      Mi piace

      Rispondi

  7. massimobotturi
    Gen 12, 2014 @ 21:10:53

    sul tetto del mondo, per trovare la profondità della vita

    Mi piace

    Rispondi

  8. seeds for fortune
    Gen 12, 2014 @ 21:25:52

    La bellezza in tutta la sua profondità e larghezza

    Mi piace

    Rispondi

  9. Massi
    Gen 13, 2014 @ 08:50:35

    Cara amica..hai fatto le vacanze oppure li devi ancora fare?? Certamente hai sceltio un paesaggio molto bello,variopinto di natura,e di attrezzature umane ,impressionante la poesia!Buon divertimento amica mia.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Gen 17, 2014 @ 00:32:34

      he, no! le vacanze le ho fatte nel periodo natalizio, ora sono al lavoro e alle cose di ogni giorno:Lassù ho la mia casa delle vacanze, ho scelto la località dopo aver girovagato alla ricerca anche in francia,Svizzera e Austria, solo per convenire che quello è il posto più belle dell’intero arco alpinoi…guai a chi dice il contrario ha ha ha
      Com’è il tempo nella tua grigia olanda? ho sentito di grandi tempeste, spero tu ne sia rimasto fuori
      passa una notte serena amico 🙂

      Mi piace

      Rispondi

  10. Pecoraro-Schneider
    Gen 13, 2014 @ 09:10:08

    Meraviglioso……..

    Mi piace

    Rispondi

  11. Maria-Lina
    Gen 13, 2014 @ 12:36:55

    Un grosso grazie per questo magnifico servizio se molto immaginoso e spiegato! Tutto è talmente bello! Baci tutto dolce e buono lunedì!

    Mi piace

    Rispondi

  12. Denise
    Gen 13, 2014 @ 16:12:48

    Que tout est beau ma chère Ventis. Quel bonheur de pouvoir s’imprégner des bienfaits de la montagne et vivre en pleine harmonie dans un décor de rêve.
    Merci pour la chanson douce de Nat King Cole qui s’intègre avec ton magnifique billet. Les photos sont de toute beauté.
    Un grand merci pour ce très beau partage!
    Je t’embrasse

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Feb 13, 2014 @ 04:30:00

      carissima Denise le tue dolci parole accompagnano la mia lettura e si integrano alla perfezione con le immagini che tanto amo, e che ogni qualvolta posso trascorrere i miei giorni in questo incanto danno forza ed equilibrio alla mia vita
      un abbraccio stretto, stretto ventis

      Mi piace

      Rispondi

  13. Peter B
    Gen 14, 2014 @ 04:24:25

    Beautiful photography!!

    Mi piace

    Rispondi

  14. ladyfi
    Gen 14, 2014 @ 15:03:54

    What majestic views!

    Mi piace

    Rispondi

  15. Sreejith Nair
    Gen 14, 2014 @ 16:27:29

    Beautiful shots… The landscape looks so different…

    Thanks for sharing.

    Have a nice day.

    Mi piace

    Rispondi

  16. łucja-Maria
    Gen 14, 2014 @ 17:16:57

    Beautiful winter photos. Fantastic very interesting post.
    Greetings.

    Mi piace

    Rispondi

  17. Anonimo
    Gen 15, 2014 @ 01:07:00

    sempre bello andare in giro con te
    Miri

    Mi piace

    Rispondi

  18. Anonimo
    Gen 15, 2014 @ 01:12:14

    La tua vita è giovane, il tuo sentiero lungo;

    tu bevi in un sorso l’amore che ti portiamo,

    poi ti volgi e corri via da noi.

    Tu hai i tuoi giochi e i tuoi compagni.

    Non vi è colpa se non ti resta tempo per pensare a noi.

    Noi, invece, abbiamo tempo nella vecchiaia

    di contare i giorni che son passati, di rievocare

    ciò che le nostre annose mani hanno dimenticato per sempre.

    Il fiume corre rapido tra gli argini, cantando una canzone.

    Ma la montagna resta immobile, ricorda e veglia col suo amore.

    RABINDRANATH TAGORE

    Mi piace

    Rispondi

  19. Anonimo
    Gen 15, 2014 @ 01:16:58

    Perché preoccuparsi del mondo?

    Lascia che gli altri incanutiscano,

    affannandosi ad est e ad ovest.

    In questo tempio di montagna, giacendo mezzo dentro

    E mezzo fuori, sto lontano da gioia e dolore.

    Ryushu (XIV sec.)

    Mi piace

    Rispondi

  20. Glicine61
    Gen 15, 2014 @ 12:32:30

    Sempre fantastici i tuoi post! Le Dolomiti le conosco bene, ricordo il Passo Pordoi e Canazei, sono posti bellissimi e anch’io andavo in una bella pasticceria a Canazei…Ripasserò a leggere con calma tutto.
    Grazie per la visita e buon anno!

    Mi piace

    Rispondi

  21. Pride in Photos Photography
    Gen 15, 2014 @ 14:40:59

    What a magical part of the world this is!!!

    Mi piace

    Rispondi

  22. giselzitrone
    Gen 15, 2014 @ 14:44:21

    Hallo lieber Vendis wünsche dir einen schönen Tag,so schöne Fotos von der Landschaft und die Edelweiß sind einfach Klasse,die werde ich wohl nie orgenal sehen.Grüße und Freundschaft von mir.Gislinde

    Mi piace

    Rispondi

  23. Nicola Losito
    Gen 15, 2014 @ 18:11:26

    Luoghi da favola resi ancora più attraenti dal testo inframezzato.
    Nicola

    Mi piace

    Rispondi

  24. il barman del club
    Gen 15, 2014 @ 20:39:39

    come sempre grande scelta di testi e foto… Luoghi meravigliosi!

    Mi piace

    Rispondi

  25. wolfghost
    Gen 15, 2014 @ 22:14:48

    Mi sono perso in questo splendido post! 😀 Tra l’altro parla dei posti di Lady Wolf, nata sì a Rimini ma cresciuta fin da bambina a Merano. Infatti, anche se c’ero già stato, un poco inizio a conoscerli anche io 🙂 Devo dire che un po’ inizia a soffrire di sauade… e si può anche capire, eh! 😉
    Mi sono piaciuti anche i tuoi versi, brava come sempre!

    http://www.wolfghost.com

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Feb 13, 2014 @ 09:40:55

      ossantacleopatra Lupo! è passato una fracca di tempo da questo commento, purtroppo i miei impegni nel reale mi hanno assalita e costretta alla resa nel blog
      come sempre sei gentilmente squisito
      capisco la nostalgia della tua lady…e vedi di portarla su più spesso, no?

      Mi piace

      Rispondi

  26. Jean-Paul
    Gen 16, 2014 @ 09:56:53

    Il tuo articolo è incredibile, mi piace la canzone di Nat King Cole che illustra perfettamente le immagini mozzafiato di Italia.

    Ciao mia amica 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  27. giselzitrone
    Gen 16, 2014 @ 10:13:27

    Danke lieber Ventis hab einen schönen Tag.Liebe Grüße Gislinde

    Mi piace

    Rispondi

  28. benvenutocellini
    Gen 16, 2014 @ 10:45:20

    Ci starei ore ed ore, giorni interi se potessi a sentire le tue favole….

    Ti auguro una bella giornata,
    Luana

    Mi piace

    Rispondi

  29. restlessjo
    Gen 16, 2014 @ 11:54:39

    I believe in your dreams, Ventis, and in the magic of Nat King Cole! 🙂 Off now to see Venice through your eyes.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Feb 15, 2014 @ 00:03:31

      quante magie hai ricordato, mia cara Giovanna! se puoi vederle attraverso i miei occhi la più felice sono io! 🙂
      How many spells you mentioned, my dear Giovanna! If you can see it through my eyes the happier I am!

      Mi piace

      Rispondi

  30. annamaria49
    Gen 16, 2014 @ 18:24:06

    Un post stupendo per foto, pensieri poetici e narrativi, bellissima la leggenda del principe e dei fiordalisi, ho apprezzato tanto il video di un cantante dalla voce di velluto, insomma non manca nulla, sei molto brava, complimenti!
    un abbraccio
    annamaria

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Feb 15, 2014 @ 00:05:59

      ci sono luoghi che non si fa fatica a ricordare e ad amare, e scrivere è far festa! sono molto contenta di aver saputo far arrivare anche a te la dolcezza della mia emozione
      grazie delle tue belle parole

      Mi piace

      Rispondi

  31. Alessandra Bianchi
    Gen 16, 2014 @ 19:39:04

    Che meraviglia!
    Un caro saluto.

    Mi piace

    Rispondi

  32. HansHB
    Gen 16, 2014 @ 23:41:08

    A gorgeous serie!

    Mi piace

    Rispondi

  33. valerie-anne40
    Gen 17, 2014 @ 13:32:49

    Magnifique ton billet sur la montagne…et merci pour ta visite.
    Bonne journée..bisous ♥

    Mi piace

    Rispondi

  34. semprevento
    Gen 19, 2014 @ 16:43:36

    …ma quante ne sai??????
    Ciao spettacolo di vento!!!!
    Eccomi qui, sono rientrata dalla mia bella isola.
    Ci hanno sbolognato a Bologna a causa del maltempo 😦
    Rientro a Pisa in autobus e non passava più….la mia piccola bimba
    m’aspettava con il cartellone, “bentornata piccola peste confusionaria”…ma ti rendi conto????
    Sono al lavoro ..che tristezza dopo tanti giorni di coccole, dolci e passeggiate sule belle scogliere sarde.
    Ma la vita continua e tutti i problemi lasciati si riprendono e mi sembrano più pesantucci.del solito.

    Ho letto la favola….certo che le montagne hanno un fascino unico e incredibile.
    Il fatto poi che possano avere una somiglianza con le onde del mare quando sono innevatele rende ai miei occhi strepitose….
    ma lo sono al di là di qualsiasi paragone con il mare.
    Due mondi e due spettacoli paradisiaci..
    E grazie a te che esalti la montagna con grande amore e rispetto si possono apprezzare quelle piccole leggende del bosco cosi magiche e dorate…
    per non parlare del cielo di notte..eh ..potrei iniziare a piangere.
    Ma ti risparmio la mia commozione con un bell’abbraccio fresco ..ma sempre amorevole di simpatia….e molta!
    Ciao carissimo Ventis….ma quanto sei bella!!!

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Feb 15, 2014 @ 00:20:38

      ma guarda qua! è passato un secolo e non ti avevo ancora risposto ! ma che malerba che sonoooo! ma tu lo sai che prima non ho potuto, perché al mio dolce vento sbarazzino pisano che si fa attendere dalla figlia coi cartelli ( ha ha ha) voglio un sacco e una sporta di bene, sì, perché sei vera, genuina, impetuosa, trascinante e insieme leggera e gioiosa come una bambina.M’incanta leggerti in quella cascata scintillante di parole che mi fanno sorridere e mi portano ora che notte, a pensare al sole della “tua” isola che pure io molto amo…non è vero che adoro solo la montagna, tè ti dedico uno dei molti testi che ho scritto per la terra sarda
      No photo reposare

      Potessi essere uno spirito angelico,
      nel turchese della sera volare
      ruberei stelle filanti al firmamento
      per agganciarle ai campanili silenti
      nelle vallate chiare

      dove il solo rumore che spezza
      è la macchia violacea della bungavillea
      e la pioggia soave di mirti
      nell’abbandono dove s’allarga l’ombra

      filtra l’ora
      lo spazio tesse lune
      sopra telai freschi di vento, raschia
      pietre antiche sulle selvagge montagne
      nel fiele delle crepe

      notte di notte
      lontano affiora di corallo lo scheletro marino.

      Potessi essere uno spirito angelico
      quello che in semicerchi ampi
      fa virare aironi rosati negli stagni del sud
      o che conduce in libera follia
      gli ultimi cavallini bradi
      vorrei
      qui per sempre, fermarmi a riposare
      naufragio di voci che rinascono in ansiosa
      forma d’anima,
      profondità d’amare.

      ed anche la bellissima musica che l’ha ispirata e il grande Andrea che sta sempre nel mio cuore

      Mi piace

      Rispondi

      • semprevento
        Feb 15, 2014 @ 22:57:00

        Dio bonino…te mi commuovi!!
        Ti ho mai scritto che per me è l ‘ isola dal cielo basso basso che posso toccarlo con un dito? Te lo scrivo ora . Adoro così tanto quell’aria carica di profumi e colori. Quanti sogni e quante speranze riposte sotto quel cielo….
        Va beh. …
        Ti scrivo con il cell ..impossibile rimandare il mio saluto per le tue gentili parole. Sara sta ridendo come una bimba con suo marito..mi fa una tale stranezza vederla con la fede al dito…mi sto rammollendo sempre più.
        Stasera mentre pensavo a mille cose mi son chiesta quanti anni ho..ossantamadre, non me lo ricordavo! 53 o 54? Ma siamo nel 2014 o 2015? Mi sono accesa una sigaretta ed ho fatto mente locale…sono arrivata alla soluzione del dilemma pensando al millesimo in cui son nata. 1961.

        Ora , capisci che sono un po’ , come dire, attempatina e svarionata! Sarà questo che mi rende cosi affffascinante!!! 🙂
        Appena sentirò il formicolio nelle mani scriverò qualcosa cercando parole che possano legare i monti e il mare….un abbraccio e grazie di cuore.
        ciao bel ventis…
        v.

        Mi piace

      • semprevento
        Feb 15, 2014 @ 22:58:49

        Ps : Andrea è nel cuore di tutti noi.

        Mi piace

  35. Andre T
    Gen 19, 2014 @ 17:12:08

    beautifull winter…
    i dont have any winter season in my country 😦

    Mi piace

    Rispondi

  36. ventisqueras
    Feb 13, 2014 @ 05:38:00

    il fiume scorre rapido portando con se l’oro del sole
    la montagna scintilla, nella sua immobilità lascio il mio cuore

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: