4) Istambul, Costantinopoli o Bisanzio? Il corno d’oro-The golden horn

1Tremila anni di storia ci  scorrono davanti, il Corno d’oro è il lungo fiordo che divide in due la città d’ Istambul

acde611763b87365f14dadf50602202d

Nei tempi antichi l’entrata in questa lingua di mare era impedita da una grossa catena che veniva tirata da Costantinopoli fino alla torre di Galata.

DSC_0195

Solo 3 volte nella sua storia navi nemiche riuscirono a eludere l’ostacolo: ad esempio durante l’assedio di Galata che portò alla caduta di Costantinopoli nel 1453.

Fuori-dalla-MOschea-Nuova

ma la modernità avanza tra le onde di un canale dove il traffico si adegua a quello delle strade.

03-moschea-di-solimano

Risalendo il Corno d’Oro – Verso Nord scorrono vecchi cantieri ottomanni, il quartiere ebraico. A Eminonu, scalo marittimo nei pressi del Bazar Egiziano si comincia ad annusare il Bosforo

651-istanbul

le rutilanti visioni notturne così intense e colorate mettono addosso uno strano smarrimento come se la testa pressata fra passato e presente restasse indecisa quale via scegliere

Istanbul-di-notte

ma poi si capisce che non c’è niente da scegliere ma solo da attingere a piene mani da ogni scorcio, da ogni visione che stupefacente si sussegue e ti fa sentire ogni volta diversamente felice

stretto-del-bosforo_388040 1762_900x600_2_img_1302022300_bazar_istanbul1

Piercing e tatuaggi, turban o veli neri. Negozi griffati o griglie di pannocchie tutto in un piacevole caos che mi distrae dal preciso percorso che mi ero prefissa

4_2

Il gran Bazar

et voilà! si passeggia in mezzo a mucchi e a torri di broccati di Bagdad, tappeti di Caramania,

173093897_d418b04245_z

sete di Brussa, mussoline del Bengala, scialli di Madras, in questo gigantesco labirinto di strade si allineano da cinque a seimila negozi!  oltre che ristoranti, Moschee, stazioni di polizia,  banche…

5890641818_f504c81508_o

cuscini arabescati d’oro, vaporosi veli di seta in cui il chermisino, il blu, il verde il giallo si avvicinano e s’intrecciano con armonia e ardimento, tappeti con intessuti versetti del corano, caffettani di velluto rosso contornati d’ermellino e coperti di stelle, ampi calzoni rosa e viola che richiamano  gli harem e le odalische profumate

viaggio-istanbul-consigli-gran-bazar_3051-890x593devo confessare che passando di fronte a vetrine come questa ( il turchese è una delle mie pietre preferite), ho dovuto tenere a bada il feroce istinto di assaltare il negozio ha ha ha!

istanbul_uu6mb_T0

e ancora intenta a scrutare le lampade multicolori certa che ne sarebbe uscito il Genio di Aladino anche senza strofinarla e che magari mi avrebbe permesso di avere tutti quei gioielli di turchese senza assaltare il negozio 🙂 hi hi hi

 P1040608

il profumo delle spezie esposte in bella mostra stordisce e insieme allieta il girovagare piacevolmete senza una meta precisa

09Istanbul 047

lasciandosi trasportare dalla marea della folla che vociando in diverse lingue  contribuisce a fare una piacevole confusione nei pensieri

 

thA1CCTCXM

L’aria sa di narghilè come dello strato bruciato dell’ultimo kebab al baracchino del porto. Istanbul dal mare è l’eco della preghiera del muezzin che sale alta e si fonde con la radio dei vaporetti.

grandbazaar29

 

img_3189_T0

 

Piccole perle di luce ( Ricordi)

prendo appunti sulla punta delle dita
per stendere tra le finestre dei sottotetti
il bisbiglio delle stelle che gocciano di luce
la melodia dei ricordi che batte  tasti silenziosi
 il vento  passa sulle soglie addormentate
a elemosinare piccole perle innaffiate
dalla malinconia dei giorni asciutti
dietro le trasparenze dei vetri.
    Ventisqueras

Detesto non solo le celle della prigione, ma anche quelle dell’arte, dove si sta in pochi o da soli, sono per la chiarezza senza ombre del sole allo zenit, che non nasconde nulla del bene e del male. Se la poesia regge a questa gran luce, allora è vera poesia.

NAZIM HIKMET
D4D_3468B

 

Istanbul città liquida se ce n’è una, 35 chilometri che un tempo erano la trafficata quotidianità di mercanti e conquistatori: oggi una passerella lungo villaggi di pescatori, moschee, porticcioli invasi da stuoli di turisti  curiosi.

come non cedere all’invito di lasciarsi ammaliare dalla sensualissima danza del ventre?

istambul1-1024x1024

per salutarvi in questo post che vorrei definire di tematiche “leggere” qualche immagine che definirei “curiosa”

viaggi_istanbul_cosa_visitare_turchia_3437-890x593

🙂

turchia_adhk9_T560 he he he buon riposo!

IMG_4083

questo micetto è da bacio! grazie dell’attenzione, un grande abbraccio

Ventisqueras

 

 

Annunci

54 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. liù
    Ott 18, 2014 @ 11:25:58

    Bellissime tutte le foto ,ma quella delle due donne con Burqa e cellulare
    è fenomenale!
    Ti abbraccio ♥
    liù

    Mi piace

    Rispondi

  2. Maria-Lina
    Ott 18, 2014 @ 14:08:11

    Bonjour chère Ventis, que j’aime tes photos, elles sont toutes tellement belles surtout celles de nuit et au marché! Bise et bon samedi dans la joie et la tendresse!

    Mi piace

    Rispondi

  3. ludmillarte
    Ott 18, 2014 @ 14:24:02

    ci credi Ven che arrivata all’immagine dei braccialetti, ancor prima di leggere quanto scritto sotto, ed immediatamente dopo l’esclamazione:”urca quanti e che belli!”, nella mia mente ti ho chiesto:”ma almeno un braccialetto coi turchesi, te lo sei comprata?”. belli gli “appunti” sulla punta delle dita… non hanno prigioni, possono volare 🙂

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 20, 2014 @ 06:44:42

      hehe…non ti dico che cosa mi sono comprata ( e non solo in questa prima tappa del viaggio) perché avrei paura che tu mi mandassi la GF ( che poi non è esattamente il Graqnde Fratello!!!) al mio domicilio….difronte a certe tentazioni…cavoli, non resisto proprio
      passa una bella settimana cara, con questo tempo splendido l’ottobre è un invito alla dolcezza

      Mi piace

      Rispondi

  4. Anonimo
    Ott 18, 2014 @ 16:18:29

    Hai espresso tutto il fascino misterioso dell’oriente, peccato che internet non consenta di sentire i profumi che impregnano quell’atmosfera e che si indovinano.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 23, 2014 @ 05:30:03

      buongiorno Ermanno, penso che prima o poi ci farà la sorpresa anche di concederci di poter usare l’uso dell’olfatto !! 🙂
      ti ringrazio della sempre preziosa presenza augurandoti una serena giornata

      Mi piace

      Rispondi

  5. sileno
    Ott 18, 2014 @ 17:47:20

    PS: L’ anonimo sopra sono io. Un abbraccio.
    sileno

    Mi piace

    Rispondi

  6. vever02
    Ott 18, 2014 @ 18:31:32

    Istanbul è una città splendida, la prego di farcelo scoprire.
    Avete una bella fine di sera. Hervé

    Mi piace

    Rispondi

  7. Martina Ramsauer
    Ott 18, 2014 @ 18:46:33

    Quante culture importanti hanno già lasciato le loro impronte ad Istanbul!! Io spero molto che questa città avrà le porte aperte anche in futuro.Ti ringrazio tantissimo per l’ambiente orientale che riesce ad trasportare fino qui da me.:) Carissimi saluti

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 23, 2014 @ 05:36:41

      penso che una città come Istambul non sarà mai piegata alla dittatura di qualche fondamentalismo, troppo radicate le sue fondamenta gettata dalle molte grandi culture nei secoli…sai che ancora c’è il quartiere un tempo abitato dai pisani della grande repubblica marinara? è stato una vera emozione scoprirlo, e mantengono la propria cultura e le proprie antiche tradizioni facendo matrimoni fra le loro discendenze
      buona giornata, cara

      Mi piace

      Rispondi

  8. annamaria49
    Ott 18, 2014 @ 19:11:56

    E’ bello viaggiare con te, le foto, le descrizioni prendono per mano e il viaggio pare materializzarsi. Quante luci, colori, moltitudini di persone, e l’atmosfera colorata è coinvolgente. Però che contrapposizioni ballerine che danzano un ballo erotico e due donne tecnologiche col burqa.
    Grazie infinite per il post culturale.
    un abbraccio
    annamaria

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 23, 2014 @ 05:40:46

      come hai ben notato questa è in pieno la città del tutto in contrapposizione all’altro tutto…forse proprio per questo è così affascinante, in un multicolore fermento di esposizioni e di idee, nel quartiere studentesco, là dove ci sono i moltissimi studentiche frequentano l’Erasmus, questo è ancora più evidente
      ti ringrazio della tua sempre gradita presenza
      un forte abbraccio

      Mi piace

      Rispondi

  9. anotherday2paradise
    Ott 19, 2014 @ 04:02:49

    Beautiful photos, Ventis. Such a lot of shopping. The guy on the motorcycle is not for sale, I presume. 🙂 I wonder if this is his real bed. Hope your weekend is a splendid one. xx

    Mi piace

    Rispondi

  10. M-R
    Ott 19, 2014 @ 06:33:40

    Non c’è mai bisogno di ringraziarci, Annalisa ! – i tuoi post sono sempre affascinanti !!!

    Mi piace

    Rispondi

  11. Anonimo
    Ott 19, 2014 @ 09:56:00

    sei davvero incredibile Annalisa! ogni tuo post è una scoperta, in armonia di immagini, colori ma soprattutto parole! come leggo in un commento sopra esse ti trasportano direttamente nel luogo che descrivi e ti fanno prendere parte al tuo vedere, al tuo stesso viaggio.Sei un Piero Angela in gonnella !
    Grazie, grazie, mi fai sempre trascorrere momenti sereni
    prendo appunti sulla punta delle dita

    per stendere tra le finestre dei sottotetti

    il bisbiglio delle stelle che gocciano di luce

    la melodia dei ricordi che batte tasti silenziosi

    il vento passa sulle soglie addormentate

    a elemosinare piccole perle innaffiate

    dalla malinconia dei giorni asciutti

    dietro le trasparenze dei vetri.
    volevo sceglierne alcuni di questi tuoi versi, solo poi per accorgermi che nessuno prevaleva sull’altro e tutti facevano l’armonia completa
    a presto cara, ti aspetto a Tellaro! Miri

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 23, 2014 @ 05:47:53

      wowwwwwwwww mi hai dato del Piero Angela ha ha ha, ne sono moolto onorata ( magari lo fossi davvero, adoro lui e suo figlio Andrea che ora lo sta quasi sopravanzando)
      che dirti sei sempre così cara e gentile…
      spero di passare presto da Tellaro, lo scorso week sono stata in Val Senales…e poi vedrai perché
      un grande abbraccio cara Mirella
      Annalisa

      Mi piace

      Rispondi

  12. lamaisondesmarguerites
    Ott 19, 2014 @ 20:33:56

    Magnifique ! je t’envie… J’ai vu récemment un reportage à la télévision sur Sainte Sophie et les secrets de la construction de ce monument. Cela me rappelle le marché “Dja el fna” de Marrakech, les odeurs, les couleurs, la multitude d’objets… Merci pour le partage.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 24, 2014 @ 02:31:25

      ciao Lou, è vero i gran bazar si assomigliano un pò tutti, forse sono i profumi e gli odori delle fritture nelle strade,oltre alla confusione e in lontananza nelle ore della preghiera la voce del muezzin, ricordo benissimo anche io Marrachesh anche se vi sono stata diversi anni fa
      un carissimo abbraccio

      Mi piace

      Rispondi

  13. Denise
    Ott 20, 2014 @ 15:39:04

    Que tes photos sont belles ma chère Ventis. Les couleurs sont fantastiques et les échoppes doivent sentir vraiment bon avec toutes ces bonnes choses. J’aime aussi les photos de nuit, c’est du rêve.
    Bel après-midi chère amie.
    Gros bisous

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 24, 2014 @ 02:34:55

      ciao mia cara, he sì, noi donne siamo sempre maledettamente tentate dallo shopping…meno male che poi il peso del bagaglio aereo da controllare ci fa mantenere forzatamente leggere ha ha ha
      hai ragione i colori con i riflessi nel Bosforo soprattutto delle grandi moschee illuminate sono spettacolarmente unici!
      passa una notte serena

      Mi piace

      Rispondi

  14. giselzitrone
    Ott 21, 2014 @ 11:55:48

    Einen schönen Dienstag lieber Ventis sehr schöne Fotos von Istanbul tolle Bilder lieber Gruß von mir und alles Liebe Gislinde

    Mi piace

    Rispondi

  15. ChgoJohn
    Ott 22, 2014 @ 03:05:52

    I was fortunate enough to visit Istanbul about a dozen years ago, Ventis. One often hears of a place where “East meets West” but never is it more true than in Istanbul. The sights, the scents, the sounds. It is a marvel, in every sense of the word. Your photos and narrative have captured Istanbul’s beauty, as well as its charm.
    Thank you for taking me back to a city that I love. Have a wonderful week.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 24, 2014 @ 02:42:49

      buonasera John, è un grande complimento quello che mi rivolgi, perché quando un viaggiatore attento ed appassionato come te che hai avuto come me la fortuna di visitare Istambul, riconosce nella mia descrizione e nel modo di proporla una città così varia ed estemporanea, è veramente come apprendere meglio che vi si riconoscono le vere emozioni che questo luogo magico può scatenare in chi lo visita
      ti ringrazio tantissimo
      un grande abbraccio molto affettuoso

      Liked by 1 persona

      Rispondi

  16. giselzitrone
    Ott 22, 2014 @ 10:58:35

    Danke wünsche einen schönen Mittwoch liebe Grüße von mir Gislinde

    Mi piace

    Rispondi

  17. prior
    Ott 22, 2014 @ 11:29:19

    This is so wonderful. The post has so much variety! love it all.

    and I have to add that the first 6 pictures have amazing vertical features and they flowed so well – one after the other – and then the middle photos were culture rich! The last two photos had so much extra color and I just really enjoyed your work here. 🙂

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 24, 2014 @ 02:50:31

      ciao caro amico, mi è molto piaciuta la tua attenta descrizione della disposizione delle foto, è una scelta molto importante per far capire e conoscere meglio a chi guarda le emozioni provate nel visitare quei luoghi unici e meravigliosi che rimarranno per sempre scolpiti nella memoria
      ti ringrazio moltissimo augurandoti mille cose belle
      🙂

      Mi piace

      Rispondi

  18. restlessjo
    Ott 22, 2014 @ 13:35:08

    What a joy it is to see Istanbul through your eyes, Vents! Sparkling in the light of those lanterns. You revel in the magic of the city and fill me with the same enthusiasm.

    On my walk you asked about the frescoes. I could find little information
    online. It was there in the church but I did not take copies. I can tell you only that it is a
    unique collection of mid C13 frescoes in the chancel, discovered during the C19 restoration of the church and delicately restored.

    Hugs, cara!

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Ott 24, 2014 @ 02:55:11

      ciao Jo, vedo con piacere che anche tu sei rimasta molto colpita dalla varietà e dalla bellezza delle lanterne, quelle nella notte accese sul ponte che si confondevano con le stelle mi hanno totalmente affascinata, mi sembrava di poter vivere al centro di un mondo magico!
      Ti ringrazio molto per la ricerca che hai fatto su quegli affreschi meravigliosi visti sul tuo post, spero che se ne abbia molta cura
      un grandissimo abbraccio molto affettuoso
      Annalisa

      Liked by 1 persona

      Rispondi

  19. ladyfi
    Ott 22, 2014 @ 18:29:01

    A lovely post – I have the desire to visit!

    Mi piace

    Rispondi

  20. Lignum Draco
    Ott 23, 2014 @ 11:03:19

    Very interesting. Thanks for taking me there. 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  21. Bespoke Traveler
    Ott 23, 2014 @ 21:19:35

    Adoro i colori di quelle lampade di mercato! Sembrano così magico.

    Mi piace

    Rispondi

  22. ventisqueras
    Ott 24, 2014 @ 03:01:11

    heilà Miri!! anche tu sempre sveglia? andiamo a nanna, sì?!!
    notte, notte
    🙂

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: