4 ) Bruges – Brugge- Una fiaba del Nord-il sangue di Cristo-The blood of Christ-

Amici e lettori carissimi  purtroppo se voglio guarire presto e bene devo limitare la mia presenza al pc, ma riesco ancora a fare qualcosina per ringraziarvi e salutarvi, ricordando i giorni pieni e spensierati dell’estate al  nord.

Questo post lo dedico a tutti coloro che come me, per vari motivi si trovano in difficoltà
1a%20brugesAncora con la neve ? ebbene sì sono troppo innamorata di queste immagini ne ho una serie: tutte incantevoli, e spero presto di poterle realizzare personalmente!

Immagine2

Bruges un tempo era tutta  ragguppata  intorno al canale centrale,  all’interno delle mura medioevali cittadine, queste case e i palazzi storici con i tetti a punta mi sembrano i castelli di carte che costruivamo da bambini

Bruges-2

la fantasia e la grazie di queste costruzioni riesce sempre a stupirmi, sia che si trovino in qualche viuzza lastricata

foto-di-bruges-3

 

foto-di-bruges-4

o nell’intricato dedalo dei canali, trovarsi difronte a immagini senza tempo come queste è davvero emozionante

Bruges il sole del tramonto per omaggiarle adorna di un colore ocra veramente spettacolare

IMAG3294

                             …uno spazio ha la notte, solenne

Ha uno spazio la notte, solenne

ed uno la solitudine, profondo

quando si squarciano le porte dell’azzurro

veli oscuri d’ombre scendono

e fanno ressa  folle di fantasmi.

Sembra toccare, l’uomo nudo

quel punto abissale

del suo conscio sapere: nulla

di niente

Ventisqueras

                                                  La basilica del Sacro Sangue

burg-bruges

bruges-bruges-big

la bellissima piazza di Burg si trova in uno degli insediamenti più antichi della città vi troneggia il  Palazzo del Municipio lo Stadthuis ma il suo monumento più rappresentativo è 

DSCN2925

la basilica del Sacro Sangue (Heilig Bloed ) si può dire sia una doppia cappella trovandosi esse su due piani,costruita nel XII sec. fu elevata a rango di Basilica solo nel 1920. Fino dal medioevo era conosciuta e visitata da pellegrini di tutta Europa.           

santo-sangue-bruges

una fiala di cristallo di rocca: secondo una antichissima leggenda  si dice che qui Giuseppe di Arimatea  avessee deposto alcune gocce del sangue di Cristo

basilica-del-sacro-sangue

e che sarebbe stata portata a Bruges nel 1149 dal conte Thierry D’Alsace  crociato, di ritorno da Gerusalemme, le crociate e la storia ancora una volta s’incontrano nell’antica città
basilica-del-sacro-sanguenhbg

in questa teca d’argento viene conservata la reliquia, durante la settimana è mostrata al pubblico ogni venerdì, nei giorni che vanno dal 3 al 17 maggio ogni giorno

basilica-del-sangue-santo

al primo piano della chiesa dietro questa incantevole facciata riccamente decorata chiamata Steeghere,  in stile tardo-gotico  fa da paravento alla scala che conduce  al primo piano qui si trova la cappella dove è conservato il Sacro Sangue basilica-of-the-holyle statue dorate rappresentano la “gilda” dei conti fiamminghi, Bruges fu una delle capitali del ducato di Borgogna

detail_thumb_gallery_4bdd68d14a757_DSC5303la fiala contenente il Sacro sangue non è mai stata aperta dal suo arrivo a Bruges, è quasi accertato che fu costruita in istambul, allora Costantinopoli, e si pensa essere stata creata per contenere profumo. Nessuno dei Vangeli ha mai menzionato che il sangue di Cristo fosse in qualche modo stato conservato, ma Giuseppe d’Arimatea ebbe una parte importante nell’evento della crocifissione e deposizione,  ( si susseguirono nel medioevo  leggende collegate alla Britannia e al sacro Graal) lui stesso avrebbe lavato il corpo del Messia e quindi potuto conservarne alcune gocce del suo sangue

heilig_bloed

l’adorazione dell reliquia è all’origine della fama internazionale della Processione del Sacro Sangue che si svolge ogni anno per le strade di Bruges dal 1291 nel giorno dell’Assunzione durante il mese di maggio. I cittadini vestiti in abiti storici mettono in scena episodi biblici e la rappresentazione dell’arrivo  del conte di Fiandra che porta la reliquia in città.

Venezia003-1024

si esce ancora per la città, ok..ma questo splendido scorcio dai canali è solo un espediente per non passare troppo velocemente dal sacro al profano visto che faremo peccati di gola ancdando al Museo del cioccolato, specialità per cui il Belgio ed in particolare Bruges sono famosi

sachersacher_torte

al solo nominare la cioccolata ecco che mi si presenta una visione magica! la torta Sacher il mio dolce preferito, sì, servito con un ciuffetto di candida panna montata…mmmmhhh, golosa? golosissima ha ha

museo_cioccolato_bruges2

ma veniamo al museo di Bruges, si chiama Choco story,e vi si descrive la trasformazione e la preparazione dal cacao al cioccolato e la sua storia iniziata circa 4000 anni fa, le fave di cacao servivano addirittura come moneta di scambio fra la popolazione Atzeca e quella Maya, la fava del cacao come il mcaffè proviene dalle culture precolombiane dell’america latina

8345-1-grande-1-museum_du_chocolat

Hernan Cortez il famoso conquistadores spagnolo la importò in Europa rientrando dopo la conquista dei territori di quello che oggi è il Mexico nel 1519,

5

portando con se la ricetta del cioccolato caldo adattata ai gusti dei coloni della Nuova Spagna, ed anche gli utensili per prepararla.

P1020877

in principio ci furono contrasti nel giudicarla, ma a seguito dell’inserimento nella corte di Francia da parte di Maria  Teresa D’asburgo moglie di Luigi XIV, ben presto si espanse in tutte le corti d’Europa con grande successo

 

Chocolates

da allora si susseguirono lentamente nei secoli una serie di invenzioni che portarono il cioccolato fino alla perfezione dell’era attuale circa nel 1960…. lu

cioccolatouna delizia che ha percorso un cammino di circa 4000 anni per raggiungerci nel nostro mondo!

 

 

 

Altro museo per così dire ” strano” e mangereccio è quelle delle patatine fritte

Frietmuseum

friet-museum-a-museum

propone una curiosa raccolta di opere d’arte tutte incentrate sul tema di questo tubero importato dal Perù dai primi colonizzatori del nuovo mondo di ritorno in Spagna il museo racconta come esso si sia trasformato in uno dei cibi più amati di tutte le tavole calde del mondo

Brügge-Genuese_Lodge-29895-58216

 

posto in uno dei più antichi edifici di Bruges ( 1399 ), lo scorso anno ha registrato 70.000 visitatori ,la maggior parte dei quali si è anche fermato a mangiare-la Si dice siano nate nel 1700 in Belgio durante una carestia, per far durare di più le patate venivano tagliate a fettine sottili.

20141004_122948

 

CHipsPR4218_Brugesma visto  che nel cielo di Burges è spuntata la luna, questa luna vagabonda che mi segue ovunque vada,che dite gliela facciamo una serenata?

Canto alla luna di Bruges

Entrai nella notte nel giardino silenzioso della luna

( non c’ra nessuno)

la luna ( luna) lassù profumava

vestita di un abito giallo spuntava sopra al campanile

( che fai? mi chiese? )

Il mio sogno nudo avvolto nel lenzuolo bianco

mi spetta

( dove hai nascosto il tuo sogno? )

Nel silenzio del giardino,

su questa panchina di luna, vedi ? ci passo

la notte intera-

( lo so che di me sei prigioniera!)

Ombre lente come un canto si disfano

danzando

-mi arde fra le mani un rubino-

e il sogno che non mi fa dormire

mi farà morire?

Ventisqueras

Annunci

9 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Nicola Losito
    Gen 31, 2016 @ 11:17:11

    Quando si tratta di cioccolato, è un piacere enorme mescolare il sacro, il poetico al profano… 😉
    Nicola

    Mi piace

    Rispondi

  2. poetella
    Gen 31, 2016 @ 16:10:08

    Quella cioccolataaaaaaaa!
    Mamma mia!
    Guarisci presto ventis!

    Mi piace

    Rispondi

  3. enricogarrou
    Gen 31, 2016 @ 17:02:47

    Che spettacolo! Auguri cara guarisci presto, un abbraccio

    Mi piace

    Rispondi

  4. Maria-Lina
    Gen 31, 2016 @ 18:16:23

    Tutto è talmente bello mia bella Ventis, grazie per questa magnifica divisione! Bacio e buona giornata tutta dolce!

    Mi piace

    Rispondi

  5. anotherday2paradise
    Gen 31, 2016 @ 21:50:50

    Oh Yummy! The chocolate delicacies look so amazingly delicious. Beautiful photos of Bruges, Annalisa. get well soon. 🙂 xx

    Mi piace

    Rispondi

  6. Martina Ramsauer
    Feb 01, 2016 @ 19:16:18

    Anch’io mi sono innamorato delle tue stupende foto – soprattutto quelle delle notte- della storica Bruges. Mi piace particolarmente la piazza di Burg e naturalmente anche tutto quello che fai vedere e che racconti del ciocolato tanto famoso quanto il nostro!! Ti ho spesso pensato ultimamente, cara Annalisa, e ti faccio tanti auguri di buona guarigione.:) La tua amica Martina

    Mi piace

    Rispondi

  7. ChgoJohn
    Feb 03, 2016 @ 05:56:11

    Beautifully done,as always, Ventis, but please. Step away from the pc and get some rest. I hope that the next time you’re here, you’re feeling quite well again. Do take care.

    Mi piace

    Rispondi

  8. Anonimo
    Feb 22, 2016 @ 21:53:28

    wowwwwwwwwwwwww
    questa me la ero persa, macome mai finita a questa data?

    Mi piace

    Rispondi

  9. Trackback: Bruges 2015- solo Immagini e Poesia-only Images and Poetry | ventisqueras

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: