7) Granville-Manche- La Monaco del nord-Normandia romantica-the Munich North- Normandy romantica-

granville-normandia

La leggenda narra che una delle due parti in cui è suddivisa la città di Granville, la Città Bassa,  sia costruita sopra una montagna di conchiglie , la Vieille Ville invece domina in alto dalle rocce di granito. A guardarla così, abbarbicata su quelle falesie sempre battute dai venti impetuosi dell’oceano, non mi meraviglierei affatto se   nascoste  tra quei morbidi cuscini di verdi muschi e lo schiumare candido dei marosi si nascondesse qualche bellissima sirena, intenta a recuperare le perle nascoste nelle ostriche sepolte tra le rocce dal tempo

courbet-tempesta

un’altro grande pittore impressionista Gustave Courbet scelse  di vivere e dipingere in questa zona,  questa tela rende tattile una delle tante tempeste che qui imperversano

DSCN0912

                                                                          …è il vento, è il vento!

Tesi sopra un braccio di cielo,

rabbrividirono gli alberi

poi non si mossero più

se non da gridi.

…è il vento, è il vento

che urla sopra le onde

le piega, le avvolge le fa rotolare

attorno all’aria scoscesa

di un istante azzurro nell’azzurro perduto.

Ora non grida più

con le sirene di Granville

piano sembra cantare.

Ventisqueras

granville-diapo  foto aerea di Granville  città e porto della Bassa Normandia,   costruita dagli inglesi ai tempi del loro dominio a difesa dell’ isolotto di Le- Mont-Saint-Michel, posto  a fronte

slow-tour_368z5_T0

la magia del famoso santuario dedicato dell’Arcangelo San Michele nel luogo dove la leggenda racconta apparve al vescovo di Avranches, mi ha condotta una prima volta in Normandia, trasferendomi qui per due giorni durante un  viaggio a Parigi. Quel desiderio realizzato fatto a scopo religioso-esoterico mi ha fatto scrivere uno dei  primi post in cui esulavo dalla sola Poesia, tematica per la quale avevo ideato il blog

saint-notte

nella notte sfavillava di luci da lontano e mi era venuta una gran voglia di tornarci per rivivere le emozioni provate  in  quell’arroccata e austera favola, mi sarebbero però saltati percorsi ed aerei quindi a malincuore ho dovuto desistere ( se potesse interessarvi ecco il link del post

https://ventisqueras.wordpress.com/2013/06/03/le-mont-saint-michel-1-sulla-strada-di-sanmichele/

normandia-44

Le maree:il loro spettacolo affascinante e misterioso, durante il plenilunio o il novilunio sono una delle maggiori attrattive del golfo, teatro delle più grandi maree dell’Europa continentale,

thZMIGU8QT

in certi periodi s’innalzano anche e fino a  di 15 metri durante gli equinozi di primavera e autunno,   lo fanno  con la velocità di un cavallo lanciato al galoppo. Spettacolo di una suggestione veramente unica.Nel golfo ci sono anche ampie zone di sabbie mobili, questi fenomeni naturali  hanno per lunghi secoli impedito che  Monte San Micheke venisse espugnato durante gli assedi

090

l’accesso alla città vecchia, completamente racchiusa dalle mura è tutt’ora possibile solo passando questa porta chiamataLa Grande Porte, con ponte levatoio, al suo interno si può visitare l’interessantissimo museo dedicato alla storia e ai costumi della cittadina

093

 abitanti  circa 13.000,  viene anche definita “la Monaco del Nord”

con il suo nucleo arrampicato sopra uno sperone roccioso  spesso soggetta a venti impetuosi

12931032

qualche scorcio  suggestivo

6873610

le rovine del castello-fortezza

DSCN0937Granville_Island                                          poi lo sguardo ritorna sulla città porto

Notre-Dame

la bella chiesa di Notre Dame domina sulla cima della collina

 

granville_francia

qui in prospettiva vista dal porto

url2

un tripudio di pennellate, di colori che s’assommano, s’intrecciano, sembrano come fuochi d’artificio roteare

un’altra delle mille magie di Claude Monet

15878858

le reti dei pescatori affastellate sulla banchina e le nasse ne confermano l’antichissima tradizione marinara

chausey_134-3

 

 

 

2454_msm_322Granville%20rue%20du%20Nordma la visione più spettacolare resta sempre quella delle case arroccate sulle brune scogliere

                                                             Le isole fantasma di Chausey 

SLIDE6

sono un piccolo arcipelago di 350 isolette e scogli,  formano il quartiere di Chausey-Granville – la cui particolarità è data dal fatto che si  possono vedere  contemporaneamente tutte solo con la bassa marea ( da qui la mia definizione di isole fantasma)

12                                                 zona oasi per il rifugio di uccelli acquatici  è  parco nazionale protetto

1647-3-iles-chausey-t-seni-jpgparadiso per natanti e diportisti  ricca di scorci suggestivi a illeggiadrire e far sempre diverso questo tratto di mare

784543513-granville-francia-iles-chausey-manga-lanzamiento-espacial

si trovano a 17 km da Granville,  dal punto di vista geografico appartengano alle Isole del Canale, ma fanno parte del territorio francese mentre tutte le altre appartengono all’Inghilterra.  Guglielmo il Conquistatore Duca di Normandia  nel 1066 le assoggettò al Regno Unito, furono per lungo tempo oggetto di rivalità fra i due paesi ,  amministrata da Jersey fino al 1449 dopo di che restarono definitivamente alla Francia.

chausey1

l’unica isola  che rimane sempre emersa è questa chiamata La Grande Ile, 

260014379-ile-de-skye-troupeau-de-moutons-ovin-elevage-de-betail

è poco abitata e solo nella stagione estiva, quando sbarcano i turisti c’ è movimento, nelle altre stagioni restano solo pochi indomiti abitanti perlopiù dediti alla pesca e alla pastorizia

10-ancienne-maison-de-Marin-Marie

casette caratteristiche in granito stanno a gruppi come per difendersi  meglio dai venti forti  dell’oceano

foto-di-granville-normandia-francia-c-ville-de-granville-t-seni-jpg

suggestive immagini  ne confermano prospettive favolose fra cielo e mare in questo caso rese più leggiadre da un doppio arcobaleno

lll

iles-chausey-granville-1361544093 con una grande conchiglia lasciata in dono dalle maree ritorno al pensiero iniziale della leggenda e delle sirene

untitledsognando un radioso domani ancora una volta prenderò metaforicamente  il mare per altre rive luminose,  qui termina il mio viaggio in Normandia, ma avrò qualcos’altro da dire su questa straordinaria regione francese che lascerà un ricordo indelebile nei miei pensieri e il desiderio di tornare per conoscerla meglio…allora arrivederci e non addio! 🙂

Ventisqueras

Annunci

52 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. sileno
    Nov 22, 2015 @ 11:56:05

    Riesci a riempire di magia ogni sito che presenti e sento la presenza degli alberi che rabbrividirono e poi non si mossero più se non da gridi.
    Un abbraccio e buona domenica.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Nov 22, 2015 @ 22:33:30

      beh caro amico, gli alberi stanno rabbrividendo anche qui! è uscito un tale freddo! Lo ha portato il gelido vento della Siberia è passato anche da te?
      Sono molto orgogliosa che tu allacci sempre i miei testi a quello che descrivo, sei davvero unico!
      Augurandoti una notte serena, un sorriso
      Annalisa

      Mi piace

      Rispondi

  2. Maria-Lina
    Nov 22, 2015 @ 13:08:47

    Bonjour douce Anna-Lisa, tu nous fais découvrir tellement de magnifiques endroits, tout est tellement beau! Gros coup de coeur pour les moutons, j’adore!!! Bise et bon dimanche tout doux!

    Mi piace

    Rispondi

  3. YellowCable
    Nov 22, 2015 @ 13:08:58

    What a place with many characters, the drastic high and low tide are interesting. That probably shapes the way people live there. Nice!

    Mi piace

    Rispondi

  4. Nicola Losito
    Nov 22, 2015 @ 17:51:05

    Quanti bei ricordi mi hai fatto tornare in mente!
    Grazie.
    Nicola

    Mi piace

    Rispondi

  5. vever02
    Nov 22, 2015 @ 18:00:05

    La Normandia è una splendida zona, e sarai parla molto bene.
    Grazie per le immagini.
    Bella serata, Annalisa.

    Mi piace

    Rispondi

  6. Martina Ramsauer
    Nov 22, 2015 @ 20:02:58

    Il tuo post è di nuovo pieno di argomenti differenti, cara Annalisa. Granville e dintorni con le 350 isole di Chausey, i prati con le tante pecore o le case arrocate fanno parte della meravigliosa Francia e tu ce la presenti al meglio! 🙂
    Devo però ammettere che non sono molto in chiaro sull’arcangelo Saint Michel. E’ giusto che l’arcangelo, secondo la leggenda, è partito dall’Irlanda per un pellegrinaggio verso l’ Inghilterrala, la Francia, Italia e la Grecia per poi arrivare in Israele oppure in questi posti ci sono solo i punti di venerazione? Scusami l’ignoranza mia! Ti ringrazio già in anticipo per il tuo aiuto.
    Anche il quadro del pittore Gustav Courbet toccante. Il vento e le onde sono omnipresenti.
    Un grande abbraccio Martina

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Nov 22, 2015 @ 22:28:59

      carissima Martina, forse la vera difficoltà nella poca comprensione della Ley line di San Michele è dovuta al fatto che si tratta di complessi calcoli scientifici esoterici di certe forze della natura difficilmente spiegabili abbinate alla geomanzia, e che cercherò di spiegarti più chiaramente.
      /da qui deduco che tu abbia letto il post che ho scritto sui Luoghi di San Michele Arcangelo.)
      L’Arcangelo San Michele apparve al vescovo di Avranches, chiedendo che fosse edificata una chiesa in suo onore su quello che allora era conosciuto come Monte Tomba in Normandia, ma gli altri luoghi di culto a lui dedicati non sono stati visitati o indicati dall’Arcangelo, ma voluti dalle popolazioni dei luoghi essendo il culto per l’Arcangelo( che viene preposto come difensore della fede cattolica dagli attacchi delle forze del male), molto seguito e venerato in ogni luogo della cristianità.Solo quando si sono iniziate a studiare ed incrociate con metodo l’esoteria energetico-magica fusa con la geomanzia che fa riferimento a certe forze naturali inspiegabili che hanno potere in certi luoghi più che in altri venne confermata una teoria secondo la quale ci sono dei punti in cui sono stati edificati luoghi di vari culti sostenendo la necessità di preservare l’armonia della natura e dei punti sacri lungo i quali sono sorti . L’energia di cui queste linee sono conduttrici possono essere positive per la psiche umana, la coltivazione, e la civilizzazione di una comunità, come, all’opposto, dispensatrici di energie altamente negative ( vedi il triangolo delle Bermude ). Se ne trassero studi e da qui la scoperta che su questa linea immaginaria ( quella che vedi evidenziata nella cartina ) si sono costruiti del tutto univocamente santuari dedicati all’Arcangelo partendo appunto dall’Irlanda per finire al Monte Carmelo in Gerusalemme. Qui ne vengono nominati solo quelli più importanti e universalmente conosciuti ma ce ne sono tantissimi lungo questa linea, per così dire minori, ad esempio uno è qui vicino a Lucca la bellissima chiesa di San Michele, un vero gioiello architettonico, e un altro l’ho scoperto a Gaillac In Francia corrispondendo con una amica francese che vi abita.Avrei voluto approfondire di più questa ricerca ma sono presa anche da altri interessi ed ancora non sono riuscita a terminarla.
      Devo dirti che ancora dopo tanto tempo da che li scrissi, i due post dedicati a San Michele Arcangelo sono ancora seguitissimi, e credo che questo interesse sia dovuto alla poca conoscenza di queste nozioni esoterico.scientifiche abbinate ai luoghi sacri
      La materia è molto complessa, ma almeno per me, interessantissima, se qualcosa ancora non sono riuscita a chiarirti fammelo sapere, nei limiti delle mie possibilità farò del mio meglio per essere esauriente.
      Ringraziandoti per le tante gentilezze che mi rivolgi un grande abbraccio

      Liked by 1 persona

      Rispondi

      • Martina Ramsauer
        Nov 23, 2015 @ 10:02:23

        Cara Annalisa, ti ringrazio veramente tanto per il tempo che si sei presa per questa tua risposta detagliata. Siamo anche noi stati sul Monte Saint Michel e leggo nel libro che ha fatto il mio marito che il vescovo di Avranche non ha dato seguito alle richieste dell’ arcangelo Michel di costruire una chiesa finchè quest’ultimo ha bruciato un buco nel cervello del vescovo!! Non è stato molto gentile l’angelo.Comunque sia stato, capisco che le popolazioni di questo culto ma di altri luoghi abbiano voluto una chiesa per proteggerli dal male. Trovo molto interessante anche che la gente ha considerato o considera questi punti importanti alla preservazione dell’armonia della natura e così anche alla salute psichica oppure alla distruzione. Dovremmo magarì un po’ di più riflettere su questo punto.
        Ti sono molto grata per avermi condotta su questa strada grazie ai tuoi post.
        Ti auguro una buonissima settimana.:)

        Mi piace

    • ventisqueras
      Nov 26, 2015 @ 22:06:56

      ciao martina, ho trovato molto interessante che tuo marito abbia scritto un libro sul Monte San Michele! non sapevo fosse uno scrittore, i miei più vivi complimenti!
      La leggenda del buco di fuoco nella testa del Vescovo spiega due cose: la prima che non si deve mai disubbidire a quello che ci viene domandato dall’alto, e la seconda che voleva solo dimostrargli la sua potenza perch chiunque avesse ricevuto un foro con fuoco nella testa sarebbe senz’altro morto e così non fu, quando venni a conoscenza di questo mi venne anche da ridere figurati!Da uno che caccia Lucifero negli inferi con la sia spada infuocata che altro ci si può attendere?
      Altre leggende parlano che proprio quel fendente scagliato dal cielo al diavolo avrebbe costituito quella linea trasversale che attraversa tutta l’Europa e sulle quale in seguito a insaputa gli uni degli altri avrebbero costruito santuari in onore dell’arcangelo.L’Angiologia una scienza molto interessante, ho cominciato un po’ a scrivere anche di quella, ma sarebbe una cosa lunghissima e non so se avrò voglia di continuare a farlo
      Non faccio alcuna fatica a dialogare con te, è invece un vero piacere
      abbi una notte serena
      Annalisa

      Liked by 1 persona

      Rispondi

      • Martina Ramsauer
        Nov 27, 2015 @ 11:33:04

        Ti ringrazio, cara Annalisa, per avermi, complettamente ingnorante in questo settore, spiegato le due ragioni della bruciatura nel craniodel vescovo con un foro . Quante così ci si può mettere in mente!! Capisco adesso un po’ meglio perchè questo culto va fino in Israele. Devo dirti che ho un po’ di problemi con i santi! Ammiro sicuramente le persone che riescono a fare “a dent into the universe”, ma per me non devono venir santificati. D’altronde credo anche che moltissime persone trovano aiuto in loro, come nella Santa Barbara che protegge i minieri.
        Mio marito non è uno scrittore, ma fa solo dei libri con foto e testi delle nostre vacance che a me sono cari.
        Ti ringrazio della tua amicizia e un sereno fine settimana.
        Martina

        Mi piace

  7. Traveling Rockhopper
    Nov 23, 2015 @ 07:48:35

    Beautiful places! It’s impossible to choose the best one 🙂
    also, lovely picture with a rainbow! 🙂

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Nov 26, 2015 @ 22:08:48

      concordo con te che non è facile scegliere quando tutto è così bello…allora si prova a non sceglire! 🙂 🙂

      Liked by 1 persona

      Rispondi

    • ventisqueras
      Nov 30, 2015 @ 09:46:49

      Buongiorno cara, benché provenga da una famiglia con profonde radici nel cattolicesimo, praticante ma non beghina, ed anche con ottimi insegnamenti e soprattutto fatti da proporre ai figli, fondamentalmente sono laica, mi sono sempre però interessata alle religioni, vorrei spiegarti anche che essere fatti “santi” nella religione cattolica romana, non significa affatto essere assunti al rango di divinità, ma dal significato della parola stessa “santo” che significa esempio” essere fatti conoscere per le loro qualità ed essere appunto portati ad esempio per la lorom fede e le loro opere, questo non li preseserva da fatti di ignoranza e di fanatismo che ci sono un po’ in tutte le religioni, Ad esempio io sono sempre stata attratta da San Francesco D0Assisi, che con la sua vita e la sua gioisa fede ha portato su una giusta strada la cristianità( quello che un po’ sta riproponendo l’attuale Papa, Francesco di cui ha voluto il nome, ispirandosi alle di Lui certezze)
      bhe, avevo frainteso su tuo marito, pensando facesse lo scrittore di mestiere, ma è un qualcosa di orezioso se collabora con le sue didascaalie ai tuoi libri fotografici!
      Un saluto da un lunedì freddo ma soleggiato, l’alba stamane è stata bellissima, nuvole rosa percorrevano l’azzurro in parata!
      buona giornata mia cara amica, buona giornata

      Liked by 1 persona

      Rispondi

  8. Anonimo
    Nov 23, 2015 @ 10:15:52

    ciao Annalisa, ha ragione la tua amica Martina ( che saluto) questo post avrebbe avuto forse bisogno di più spazio perché vi sono moltissime nozioni da apprendere e scelte da fare su diversi argomenti molto affascinanti! Sono andata in primis a leggermi il tuo primo post in cui facevi la scelta ( GIUSTISSIMA, VISTO IL PROSEGUO) di abbinare la tua amata poesia ai viaggi da te compiuti e alle tue acute osservazioni. Mi sono dovuta un po’ documentare su la Ley.line e la geomanzia ( cose per me ostrogote! ) e ti ho commentato nel post di là) per stamane stop, leggerò il resto con calma. a presto e ancora grazie !
    un forte abbraccio Miri

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Nov 26, 2015 @ 22:14:53

      hola amiga! sei stata carinissima ad andare a ricercare il vecchio post, ho risposto con piacere al tuo commento.
      La scelta di abbinare alla Poesia il racconto dei luoghi visitati è sorto anche dal fatto che nascevano spontanei testi poetici, così come volessi fermarli meglio nella memoria.
      HO già scritto molto sulla Normandia e se non condensavo un tantino i post andrò in vacanza il prossimo agosto e sarò sempre a fare la cronistoria dei posti visitati questa estate!
      ti ringrazio dei tuoi commenti serial…ha ha ci farai una telenovela!
      Un grannde, grandissimo abbraccio affettuoso

      Mi piace

      Rispondi

  9. lolaWi
    Nov 23, 2015 @ 17:24:42

    beautiful pictures and interesting stories, Ventis! normandy is charming! love all your photos! thanks for sharing! 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  10. Denise
    Nov 24, 2015 @ 16:56:46

    Bonjour ma chère Ventis, tes photos sont remarquables et j’ai toujours le coup de coeur pour le Mont Saint-Michel, pour y avoir été deux fois. Merci pour ce magnifique billet et j’aime ton poème et les toiles de Courbet et de Monet.
    Douce fin de journée, chère amie avec toute mon amitié.
    Gros bisous

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Nov 26, 2015 @ 22:20:54

      Sento con piacere che hai avuto la gioia di visitare per ben due volte quella grande meraviglia del Monte san Michele, quando lo si visto il desiderio di tornare sempre mlto forte!
      Ti ringrazio moltissimo per le sempre gentili e belle parole che mi rivolgi
      augurandoti mille belle cose, un abbraccio affettuoso

      Mi piace

      Rispondi

  11. Anonimo
    Nov 24, 2015 @ 18:42:06

    quello che hai scritto sulla città di Grandville una piccola fiaba deliziosa, le sirene te le sei portate a cima a fondo!

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Nov 26, 2015 @ 22:22:01

      tutta qui la tua telenovela? ha ha ha o Miriiiiiiiiiiiiii 🙂 🙂

      Mi piace

      Rispondi

      • Anonimo
        Nov 27, 2015 @ 07:06:34

        ha a ha siamo diventati esigenti con le telenovelas he? prometto solennemente che che tornerò a csriverne una
        ma da te fa freddo quanto qui? stamane c’ un vento che porta via…uffi
        buon venerdì

        Mi piace

      • Anonimo
        Nov 28, 2015 @ 23:17:48

        guardiamo dove eravamo rimaste con la telenovela, ecco
        alle isole fantasma
        mi immagino il levarsi del sole con un mare deserto dove a poco compaiono tutte le isolette! questa parte del post molto affascianante , ed anche quelle buffe pecorelle sono una vera delizia, mi meraviglio che tu non gli abbia trovato un pastore adeguato, ha ha
        ce la semo presa a scherzà! 🙂

        Mi piace

      • ventisqueras
        Nov 30, 2015 @ 09:50:30

        il freddo fà! a voglia se fà! anche qui i miei fiori sono tutti incappottati, ma sembra che presto la stagione tornerà mite: pero che il vento sia cessato, qui lo è
        buon lunedì

        Mi piace

      • ventisqueras
        Nov 30, 2015 @ 09:52:15

        per “pastore” intendi un Leopardi qualsiasi? ha ha ha
        baciuzzi

        Mi piace

  12. anotherday2paradise
    Nov 25, 2015 @ 01:50:13

    So many wonderful photos and paintings to feast the eyes on! The lighthouse is among my favourites here. The double rainbow is delightful and what a peaceful picture those sheep make. I enjoyed reading your highly descriptive poem too. You are very talented, Annalisa. *hugs*

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Nov 27, 2015 @ 06:50:54

      sei troppo buona cara Sylvia, i testi poetici con le loro sottili metafore a volte sono difficili da comprendere anche in lingua madre! devi avere un ottimo orecchio poetico se riesci a farlo anche con la traduzione dall”inglese ne sono molto orgogliosa! Adoro i greggi di pecore, queste poi sono batuffoli pelosi straordinariamente belli! L’estate è lontana qui ora fa molto freddo e riguardo queste immagini con molta nostalgia
      Abbi una giuornata serena! a big hug

      Mi piace

      Rispondi

  13. ChgoJohn
    Nov 25, 2015 @ 04:15:34

    This post is such a treat, Ventis. You’ve given us a lesson in history intermixed with beautiful photographs and paintings. Your narrative is spell-binding and your poetry sublime. I so enjoy visiting your here, Ventis. You are very generous with us.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Nov 27, 2015 @ 06:55:54

      Ti ringrazio tantissimo Amico John! io penso che siate voi ad essere molto generosi con me! le vostre parole sono oltre che un conforto anche un incitamento a cercare di trarre il meglio possibile dalla mia mente che si diverte a spaziare su molte cose, perché amo la vita, il mondo che mi circonda, l’arte e tutti gli abitanti del mondo, vorrei solo che riuscissimo ad essere bpiù comprensivi ed amorevoli l’un l’altro
      ( PS mi piacerebbe sapere che cosa cucinerai oggi!!!! 🙂 🙂 )
      un amichevole abbraccio

      Mi piace

      Rispondi

  14. ladyfi
    Nov 25, 2015 @ 05:24:53

    What a magical post full of lovely shots of this part of France!

    Mi piace

    Rispondi

  15. Sartenada
    Nov 25, 2015 @ 08:52:22

    Posto meraviglioso! Le tue foto sono molto belle. La pittura di Claude Monet, è stupendo. Soprattutto mi è piaciuto Le tue foto presentano Monte San Michele. Un giorno voglio visitarlo.

    Buona giornata

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Nov 27, 2015 @ 06:59:59

      tantissimi ringraziamenti per le belle parole! ti auguro di tutto cuore di poter visitare presto Monte San Michele, è un luogo talmente affascinante! già posso immaginare le immagini favolose che sapresti farne!
      Una serena giornata per te su nel grande nord

      Liked by 1 persona

      Rispondi

  16. giselzitrone
    Nov 25, 2015 @ 10:03:41

    Wunderschöne Fotos lieber Ventis ich wünsche dir einen guten Mittwoch liebe Grüße Gislinde

    Mi piace

    Rispondi

  17. Lignum Draco
    Nov 25, 2015 @ 10:36:47

    Thanks for taking us there. It’s a beautiful place.

    Mi piace

    Rispondi

  18. giselzitrone
    Nov 27, 2015 @ 14:17:45

    Danke wünsche ein gutes week-end Grüße und Küsse Gislinde

    Mi piace

    Rispondi

  19. Mr.Loto
    Nov 28, 2015 @ 17:33:02

    La prima volta che ho sentito parlare di Le Mont Saint Michel è stato qualche anno fa da un mio familiare che ci era stato… fui molto colpito dalle foto e dai suoi racconti.
    Nel mondo esistono luoghi davvero incredibili.
    Buon fine settimana, a presto.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Nov 30, 2015 @ 09:55:53

      sicuramente Mr;Loto! esistono luoghi dove il mistero sopravanza la realtà, lo si respira in ogni angolo delle loro mura, e Il Monte San Michele è senza dubbio uno di questi!
      ti ringrazio della tua gradita presenza e ti auguro una lieta settimana

      Mi piace

      Rispondi

  20. wolfghost
    Nov 28, 2015 @ 21:41:44

    Bé, mi spiace che sia finito il viaggio in Normandia 🙂 Però… caspita, ne hai raccontate di cose, mostrate di splendide immagini! Era oggettivamente difficile fare di meglio! 😉 Poi, non si fa fatica a capire quanto tu sia legata a quella terra, per cui… sì, non sarà una sorpresa leggerne ancora 😛

    http://www.wolfghost.com

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Nov 30, 2015 @ 09:59:53

      buonagiornata amico Wolf, in realtà quando sono arrivata al giorno della partenza avrei voluto annullare l’altra parte del viaggio, per restare ancora, ma io lo so, che mi capita così quasi in ogni luogo appena scoperto! il proseguo mi ha immensamente gratificata ed avrei sbagliato moltissimo a non proseguire l’itinerario previsto! che la Normandia mi sia rimasta nel cuore te lo dice il fatto che mi sono proposta di tornare…anche se l’ivito della proloco locale difficilmente arriverà ha ha ha
      buona giornata e auguri per i piccolo Tommy

      Mi piace

      Rispondi

  21. Anonimo
    Nov 28, 2015 @ 23:12:42

    Il canto della sirena (Ulisse e i naviganti – Iliade)

    Oh voi che non temete,
    udite il suo canto!

    Con voce ammaliante irrompe
    nella farraginosa mente.

    Mulinate le braccia e remate,
    alla ricerca di colei sì desiderata.

    Stremati,
    vi abbandonate al lungo sonno.

    L’onda si apre…

    Beffarda emerge e vi ruba l’anima.

    trovi sempre il modo di fare magici i tuoi testi!
    P.

    Mi piace

    Rispondi

  22. ventisqueras
    Nov 30, 2015 @ 10:02:08

    eeeeeh la magia sta tutta qui! in questi versi sempre nuovi pur se arrivano da una lonranaza di leggenza! le mie sirenette di Grandville si inchinano riverenti, ringraziando!

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: