Saturnia-Grosseto-Toscana- La porta dell’inferno-The gates of hell

53662_cascate_naturali_il_gorello_a_saturnia_saturnia

saranno forse i fumi sulphurei della sorgente a tingere l’alba di questo rosa così intenso ? l’atmosfera  sembrava immersa in una enorme bolla di zaffiro rosa, risplendente

terme-libere-saturnia

ancor più affascinante e misteriosa quando si diradano i vapori, e ripenso ad una delle moltissime leggende nate da questo territorio così speciale

8

si dice che questa sia la porta per entrare ed uscire dall’inferno e che il Diavolo ancora se ne serva, nel medioevo  così carico di paure e superstizioni la fonte che emanava un odore fortissimo di zolfo e tutto quel calore e vapori che s’innalzavano al cielo facevano supporre che fosse senz’altro maledetta e il maligno fosse pronto a ghermire chiunque passasse da quelle parti, così nessuno osava avvicinarsi.

Terme-di-Saturnia-Spa-Golf-Resort-Fondale-sorgente

Terme-di-Saturniajkiok

Di Saturnia se ne trovano tracce  nell’età del bronzo, città antichissima, secondo Dionigi di Alicarnasso   fu fondata dai Pelasgi (popolazioni preelleniche ) ma è dall’ antica Italica Aurinia,  fondata dal grande popolo etrusco, che inizia la sua storia documentata col ritrovamento di numerose necropoli.

terme_di_saturnia

Passata sotto il dominio dei romani essi compresero l’importanza delle sue acque considerate miracolose, subito si diedero da fare  per costruire impianti  termali, del resto questa era una delle loro civilissime prerogative

saturnia2

Nulla è rimasto se non che il suolo che si calpesta a restituire testimonianze del passato . Tutto intorno è un paesaggio profondamente inciso dal tempo e travagliato da forze naturali che noi pensiamo terribili e sovrumane nonostante l’infinita bellezza della natura

Terme-di-Saturnia-3

(è strano come le civiltà più grandi coincidano con deserti o altipiani brulli e sassosi). E l’immagine che conserviamo di quei luoghi è quella di necropoli smisurate, santuari nella roccia, cave e templi rifugio a «giganti guerrieri di una volta».

terme_di_satrunia1

Saturnia attualmente conta 291 abitanti, sorge su un pianoro di travertino a 294 metri d’altitudine, sulla sinistra del fiumeAlbegna, nel comune di Manciano nell’entroterra collinare della Maremma grossetana

              
Terme-di-Saturnia

L’acqua piovana, dopo un percorso in profondità che parte dalle viscere del monte Amiata, impiega circa quarant’anni per filtrare, goccia a goccia, attraverso le micro-fessure dei calcari cavernosi. Mentre una copertura argillosa, dello spessore di 60 metri, la isola da ogni contatto con l’esterno.

luxury_hotel_tuscany_terme_di_saturnia_spa_a-942
Così, pura – ma arricchita da un’alta concentrazione di gas e sali minerali- ora  è pronta per distribuire le sue straordinarie proprietà terapeutiche.  Se ne può usufruire liberamente nell’area del vecchio mulino, qui alle cascate chiamate appunto del Mulino e del Gorello,

cascate-del-mulino

la temperatura dell’acqua è costante di 37,5°. La stessa del liquido amniotico che protegge la vita al suo nascere. Ed ecco scaturire un’altra delle mille leggende che circondano questa fonte : Saturno, – divinità romana dell’abbondanza – un giorno si adirò con gli uomini per le loro continue guerre. Scagliò sulla terra una folgore e fece zampillare un’acqua sulfurea e tiepida che ricoprì il mondo e lo pacificò.( magari questo Dio potesse dare un’occhiatina ai  ai nostri giorni e fare la stessa cosa! 🙂 )

92-terme-di-saturnia-termedisaturnia47-24068-danielenasi-10446172-017

da quell’acqua accogliente come un grembo materno nacquero uomini più saggi e più felici, il teatro della leggenda era proprio questo, dove l’acqua zampilla con una portata di 500-800 litri al secondo  emanando vapori e calorelll così da Saturno venne chiamata Saturnia dai i romani quando la conquistarono, in onore del loro benefico dio

saturniamkmk

 

ma l’unico filo che sembra legare il paese al suo passato è proprio quella sorgente calda e solphurosa che sgorgava dalle viscere della terra e che nei millenni deve avere improntato, se non proprio determinato, la vita dei suoi abitanti.

SATNEWG6

ora l’economia del luogo è quasi tutta incentrata sulle terme edificate in questo lussuodo complesso immerso nella bellezza e nella pace di una campagna spettacolare

7371434

il meraviglioso flusso di acque sulphuree consente alla immensa piscina un ricambio completo ogni 4 ore, per 6 volte al giorno.

relais-terme-di-saturnia

gli edifici termali, perfettamente integrati nell’ambiente concedono un completo relax e grandi benefici per il corpo e l’anima al solo immergersi nell’acqua definita da secoli portentosa

34788833

l’attuale abitato, risorto dopo la recente bonifica che propone modelli di convivenza pacata e nucleare, è fatto di case di travertino bianco, distanti le une dalle altre, silenziose e sparse su  un mare di antiche rovine, sopra di loro si erge la rocca quattrocentesca degli Aldobrandini  antichi signori del luogo

P1070540SSSSSSSSSSSSSSSSSSS

 

Resti_Etruschi_DSC_0028

 

 

Pochi resti a etruschi e  l’antico accesso tra le mura fortificate alla  città con porta romana a ricordare, i secoli ancora hanno luogo a spargere la dignità del tempo, ma niente  traspare dell’antica grandezza, si aprono in panorami troppo estesi per dominarli con lo sguardo, gli uomini si muovono lentamente e sembrano quasi coscienti del loro essere colonia recente,

maremma-romana

trapiantata su un enorme cimitero di civiltà. Su di loro la storia pare pesare, col suo bagaglio di splendore e di lutti. Dopo secoli e secoli di dominio, che ne fece addirittura nella tradizione la prima città italiana, Saturnia divenne infatti preda degli invasori di turno e furono volta a volta eserciti romani, barbari, saraceni, senesi a violarne le mura ed a metterla a sacco. La sacra valle dell’acqua cara agli dei rimase deserta per secoli.

Del tempo

Il tempo…questo fragile tempo

che uccide le farfalle,

questo tempo bianco che non ha passato

ma solo presente

questo tempo ne che assomma e che toglie

è un grande nero cavallo
che porta in groppa il buio ad onde,
dove posa le sue lunghe zampe
più non cresce l’erba del ritorno

è una morte di stelle, appiccicate e contorte
nella solitudine degli occhi.

Ventisqueras

193-23-2-2015-14-10-170

50-terme-di-saturnia-termedisaturnia47-1400529-marita1004viewsnothanks-7870186-013

Fiore-Borragine-di-Maremma

così, con alcune immagini serene e con un fiore tipico della maremma, bellissimo, ma con il ,gambo peloso urticante…che assomiglia un po’ alla sua terra: “Maremma amara”si cantava, ma queste sono vecchie dicerie, come ho gia scritto in un altro post a lei dedicato ora è Maremma dorata 🙂 🙂

Annunci

65 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. ventisqueras
    Apr 07, 2016 @ 09:34:57

    Amici e lettori carissimi vi auguro una serena giornata, la ripresa delle mie attività normali ha comportato un ingorgo nelle mie ore ed ho un po’ tralasciato il blog, inoltre avendo un debito di riconoscenza per questa magnifica località che mi ha completamente rimessa in riga, ho voluto farle un doveroso omaggio.Prometto che da oggi in poi sarò più presente.
    unringraziamento a tutti e un affettuoso arrivederci a presto
    Ven

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  2. intempestivoviandante
    Apr 07, 2016 @ 09:44:18

    Che posto fantastico! Foto meravigliose, e che storie interessanti anche 🙂

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • ventisqueras
      Apr 12, 2016 @ 06:43:32

      la nostra bella Italia ha inesauribili ricchezze di cui talvolta neanche noi siamo a conoscenza, tante volte mi domando e se le avesse qualche altra nazione? ne farebbero una pubblicità così alta da romperci i timpani, mentre per noi tutto di routine :- la stessa cosa si può dire per l’unicità della nostra storia
      ti ringrazio salutandoti e augurandoti una serena giornata

      Liked by 1 persona

      Rispondi

  3. enricogarrou
    Apr 07, 2016 @ 13:54:36

    Che incanti presenti. Deliziosamente brava. Un caro saluto e grazie

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  4. Maria-Lina
    Apr 07, 2016 @ 13:57:05

    Wow!!! Quale splendido luogo che è bello, adoro! Proprio magnifico! Bacio e buona giornata tutta dolce!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  5. Anonimo
    Apr 07, 2016 @ 15:25:01

    uno dei testi in poesia tuoi più belli! profondocome quel cielo e quelle stelle che tutto osservano, sopra di noi. te l’ho rubata
    P.

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • ventisqueras
      Apr 12, 2016 @ 06:50:10

      Ah, sì…me l’hai rubata? nulla di più gradito per un ladrocinio non autorizzato, ha ha, le cose belle ci fanno riflettere della loro estensione nel tempo che fugge e che a volte ci sfugge
      serenità amico carissimo

      Mi piace

      Rispondi

  6. Anonimo
    Apr 07, 2016 @ 15:29:45

    tutto il resto non è da meno, perbacco ! l’ho riletto, rubi la scena ai più bravi giornalist, non scherzo, è il mio vero pensiero e tu sai quanto io sia esigente, e anche come ti contesti il fatto di restartene chiusa nel tuo scrigno dell’anonimato, pur rispettando il tuo volere…:-(

    Liked by 2 people

    Rispondi

  7. Affy
    Apr 07, 2016 @ 16:23:37

    … e allora ringraziamo Saturnia per averti fatto tornare all’antico splendore!
    Un posto molto bello soprattutto per l’esiguo numero dei suoi abitanti.
    Sai che quel fiorellino lo vedo spesso?
    Un abbraccio Ven, forte forte ❤

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • ventisqueras
      Apr 12, 2016 @ 06:58:31

      buongiorno cara, noto con piacere che anche tu appartieni alla casta di coloro che ancora sono attratti dai luoghi vivibili della nostra bella terra! io ho eletto il mio terzo luogo eletto per vivere, e sfortunatamente non posso farlo, sull’isoletta di Alicudi che non solo di abitanti ne ha ancora meno di Saturnia, ma che ancora non conosce i mezzi della ruota gommata…una gioia per tutto il mio essere
      già quei “fiorellini” ‘naggia di cui mi sfugge il nome, sono presenti un po’ ovunque, ma lì ti assicuro, ce n’ una vera invasione!
      passa una serena giornata 🙂

      Mi piace

      Rispondi

  8. vever02
    Apr 07, 2016 @ 18:56:18

    No questo non è le porte dell’inferno, ma le porte di un luogo benefica.
    Le tue foto sono bellissime, io li amo. Grazie per la condivisione!
    Vi auguro una bella serata!
    Hervé

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • ventisqueras
      Apr 12, 2016 @ 07:01:06

      certo che non sono le porte dell’inferno! è solo un eufemismo per ricordare quelle lontane generazione che all’oscuro di dati scientifici avevano il terrore di quelle cose di cui non conoscevano le spiegazioni razionali
      ti ringrazio per l’apprezzamente davvero molto gradito
      buona giornata amico Hervé 🙂

      Liked by 1 persona

      Rispondi

  9. lolaWi
    Apr 07, 2016 @ 19:41:38

    a beautiful place! looks enchanting! thanks for sharing 🙂

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  10. restlessjo
    Apr 08, 2016 @ 10:24:50

    So many amazing landscapes in this world of ours, Annalisa, and it astounds me how many of them have appeared on your pages so beautifully. 🙂 Have a happy weekend! Un bacio! 🙂 🙂

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • ventisqueras
      Apr 12, 2016 @ 18:40:09

      Cara Giovanna, tu devi pensare come io sia stata fortunata a nascere in una regione come la Toscana che concentra la maggior parte di capolavori artistici di tutto il mondo e che ha una varietà e una particolarità di territorio anche queste davvero uniche, poi l’altra regione scelta per amore il Trentino con il suo territorio fantastico, non devi meravigliarti quindi, quasi tutto quello che presento mi sta vicino! A tale proposito ti racconto una diceria toscana: si dice che il buon Dio avesse messo in un enorme sacco tutte le cose belle da distribuire nel mondo…arrivato sulla Toscana, forse per stanchezza, gli scivolò il sacco e tutte le cose belle precipitarono giù !!!! 🙂 un grande abbraccio

      Liked by 1 persona

      Rispondi

  11. anotherday2paradise
    Apr 08, 2016 @ 14:57:37

    Wow, what an amazing history this place has. Your photos and narrative are spellbinding. How I would love to visit here and bathe in those magical waters. Another wonderful post so full of fascinating history, Annalisa. Happy weekend, to you my friend. 🙂 xx

    Liked by 2 people

    Rispondi

    • ventisqueras
      Apr 12, 2016 @ 18:43:06

      ciao Sylvia, ti ricordo che hai pensato di andare a Civita di Bagnoreguio nel primo viaggio che farai in Italia, non è distante da qui, puoi fare le due cose insieme…e ti auguro un soggiorno e un lungo bagno a saturnia favolosi! Smakkkkkkkkkkkkkkk

      Mi piace

      Rispondi

  12. Denise
    Apr 08, 2016 @ 16:37:00

    Bonjour chère Ventis, que c’est beau et tous ces bains en pierre sont de toute beauté. Cela doit être un enchantement de s’y baigner. Merci de tes merveilleuses photos 🙂
    Je te souhaite un très beau week-end et toute mon amitié.
    Bisous ♥

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • ventisqueras
      Apr 12, 2016 @ 18:46:24

      ero gia stata molte volte a Saturnia, non è distante da Pisa, ma non avevo mai davvero provato il beneficio delle sue acque prodigiose, oltre la bellezza c’è la grande armonia che riceve il corpo!
      Ti ringrazio e ti auguro una lieta sera
      🙂

      Mi piace

      Rispondi

  13. Nicola Losito
    Apr 08, 2016 @ 17:41:55

    Sei davvero tornata alla grande! Saturnia è uno spettacolo della natura e tu hai saputo raccontarcelo con immagini e parole poetiche che solo una persona innamorata di quel luogo poteva riuscirci.
    Grazie e complimenti.
    Nicola

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  14. Mr.Loto
    Apr 08, 2016 @ 18:42:10

    Ho sentito molto parlare di questo posto. Sicuramente deve essere affascinante e ritemprante bagnarsi in quelle acque… non escludo di farci una piccola tappa, prima o poi.
    Ciao, a presto!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  15. finbarsgift
    Apr 09, 2016 @ 07:21:16

    When I was in Tuscany some years ago, I took a long bath in the saturnian water…it was absolutely amazing…and I wrote a poem afterwards about my feelings there, maybe I can find it later, and put a link here…
    Have a pleasant day!
    Lots of greetings from Lu

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • ventisqueras
      Apr 12, 2016 @ 18:55:56

      sono molto contenta che tu abbia sperimentato personalmente quanto descritto nel mio post, e sono anche curiosa di conoscere l’ispirazione che ne hai tratto, spero troverai il testo e me lo farai avere
      grazie mille
      a presto Lu

      Liked by 1 persona

      Rispondi

      • finbarsgift
        Apr 13, 2016 @ 03:50:04

        *smile*
        Well in the meantime I found it and posted it in my ps and you put an Italian google translator “solution” in addition to it…

        Like most of my german poetry it’s pretty hard to translate any case into other languages… *smile*

        But I think you could get a feeling of my feelings written down after my bath in the lovely saturnian water…

        Enjoy your day and night, Lu

        Liked by 1 persona

      • ventisqueras
        Apr 13, 2016 @ 07:06:53

        infatti bisognerebbe fare un monumento a Google translate, che è un buon traduttore, anche se la Poesia in qualunque lingua del mondo conserva sfumature che perdono un po’ della loro bellezza tradotte, ma se ne può ugualmente apprezzare il senso
        grazie nuovamente Lu, buongiorno a te

        Liked by 1 persona

  16. marine D
    Apr 09, 2016 @ 08:15:40

    Magique ! Ces baignoires comme en Turquie, j’adorerais m’y plonger !

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • ventisqueras
      Apr 12, 2016 @ 19:02:02

      ciao Marine, e benvenuta nella mia casa! Sì, ti riferisci a Pamukkase ( castello di cotone in turco) patrimonio naturale dell’Unesco, anche quelle piscine termali e spettacolarmente magiche, hanno qualcosa in comune, grazie un grande saluto

      Mi piace

      Rispondi

  17. finbarsgift
    Apr 09, 2016 @ 08:35:18

    Rispondi

    • ventisqueras
      Apr 12, 2016 @ 19:08:59

      Galleggio con la parte anteriore del mio corpo nudo giù disteso
      sulla calda, acqua quasi calda di un bacino naturale, un po ‘handrudernd.
      Qualsiasi altro uomo al mio posto sarebbe in questo mezzo caldo umido
      tra il cielo e la terra solo stare bene come me, meditare, riflettere.

      Nella nuvoloso con innumerevoli minuscole goccioline di nebbia mattina
      mi lusinga l’acqua limpida Sinterterrasse quasi il più vicino e
      mi adorabile entrückend come nella memoria indimenticabile dolce
      Streichelhände il mio me così a lungo esilarante Herzallerlebensliebsten.

      Mi muovo, nonostante le notevoli dimensioni del pool in uno spazio minimo,
      con il naso appena sopra la chiazza di petrolio, superficie di acqua bollente,
      quasi alla ricerca di un punto di svolta nella mia Nichttuns paddling,
      simile a una di fronte a lui a guardare, casualmente boxfish galleggiante.

      Il che mi ricorda l’idea torna alla mente quella di tutto questo,
      ma in qualche modo così goffo-guardare le creature, secondo le ultime ricerche bionica
      ha la caratteristica che colpisce nello sviluppo macchina biologica come nuovo
      a venire con uno dei modelli migliori Umströmungswerte cw.

      Che io qui completamente senza vestiti nell’estremo sud del caldo
      Toscana da solo come un soddisfatto, se un po ‘annoiato-peep formando,
      boxfish umani possono liberamente guidare attraverso l’acqua, è una fortuna molto speciale,
      una giovane bella esperienza naturale che una accade troppo raramente nei esistenza terrena.

      Perché questi sconosciuti Sinterterrassen, non lontano dal colorato e interessante NIKI
      giardino di sculture de-Saint-Phalle nel sud della Toscana, è tutt’altro che un
      bagno turco à la Pamukkale; mentre il turista folle vicenda
      si frappongono, ecco che arriva raramente il superamento di un viandante tra i mondi.

      Il sole del mattino irradiato dopo una inversione di tendenza del mio corpo in orizzontale
      e in senso verticale mia calda, felice la gente la pelle dalla testa ai piedi.
      Qui e ora in questa natura sinterizzazione Madre bagno universale come una rottura boxfish
      dahinzuschweben come senza peso, che è parte della magia della mia umana vita.

      Finisco la mia ora liberamente pesce che nuota in acque Sinterterrasse in tal modo,
      a sentire dopo aver scalato me stesso uccello come libero, e mentre ora ho questo
      galleggiante paesaggio grandioso, a pensare quanto sono fortunato, in questo momento,
      quello che una giovane bella felicità naturzuerleben su questo minuscolo puntino blu nello spazio

      ecco qua , il meraviglioso testo dedicato da FINBARSGFT, dedicato alla meravigliosa Saturnia, davvero un omaggio favoloso
      GRAZIEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

      Liked by 1 persona

      Rispondi

  18. giselzitrone
    Apr 09, 2016 @ 11:50:49

    Wunderschöne Fotos und Beitrag ich wünsche dir ein schönes sonniges Wochenende liebe Grüße und Umarmung Gislinde

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  19. Anonimo
    Apr 09, 2016 @ 16:56:27

    oooooooooooooooooo! finalmente! un posto dove non posso rosicare perché non c isono stata! Andammo l’estate scorsa e ne rimasi entusiasta, anche di tutti i bellissimi dintorni! certamente qui ho letto cose che non conoscevo, interessantissime come sempre, ma anche qui hai molto filosofeggiato sul nostro labile destino di essere viventi, condensato in quello splendido testo dove dici del tempo che ” assomma e che toglie”, davvero ancora una volta mi hai incantata
    buon fine settimana Miiri

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • ventisqueras
      Apr 13, 2016 @ 07:10:48

      ha ha ha Miri, deliziosi i tuoi rosicamenti, anche se saturnia te li ha evitati!
      ti ringrazio moltissimo per il filosofeggiare, sono sensazioni che i grandi siti storici mi danno, sempre con grandi brividi, al pensiero di calpestare millenni di storia!
      Un abbraccio mattiniero 🙂

      Mi piace

      Rispondi

  20. Lignum Draco
    Apr 10, 2016 @ 06:39:23

    This place is beautiful! Thanks for taking us there. Now I want to visit in person.

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  21. Traveling Rockhopper
    Apr 11, 2016 @ 07:54:52

    Wonderful place! I hope to get there one day! 🙂

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  22. Julie Sopetrán
    Apr 11, 2016 @ 09:53:20

    Maravilloso lo que nos ofrece tu fotografía, tus textos. Ojalá algún día pueda visitar estos lugares de sueño. Gracias amiga por venir a comentar a mi blog.
    Por leerme por tu amabilidad siempre. Mi abrazo fuerte y cariño.

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • ventisqueras
      Apr 13, 2016 @ 07:16:37

      benritrovata Julie! i tuoi testi incantevoli scritti in una lingua così musicale mi danno sempre tanta emozione, ed è un vero piacere per me passare dal tuo blog
      ti ringrazio tanto del tuo apprezzamento che mi onora, e auguro anche a te, come agli amici sopra, di poter presto emozionarti nella bellissima Saturnia della ” mia” Toscana
      🙂

      Liked by 1 persona

      Rispondi

  23. Martina Ramsauer
    Apr 11, 2016 @ 13:07:10

    Al primo momento, le tue immagini, mi facevano pensare a Pamukkale in Turchia e poi mi ha condotta, meravigliosamente a Saturnia,di cui non avevo mai sentito parlare e luogo originariamente creato dagli Etruschi! Mi ricordo unicamente della stupenda Siena! Comunque, desiderei fare una bella cavalcata sul cavallo nero! Ti ringrazio tanto, cara amica, per le tue preziosi informazioni, sentimenti e colori! Ti auguro una buona settimana. Un grande saluti da Martina

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • ventisqueras
      Apr 13, 2016 @ 07:23:03

      buongiorno amica cara, anche tu come altri avete avuto la prima impressione a ricordare la straordinaria località della Turchia, che ha le stesse cascatelle di calcaree prodotte dalle acque termali, sono entrambe favolose! Siena una delle mie città preferite, ne ho parlato una sola volta sul blog, ma en passanti avendo come riferimento un suo grande scultore, mi ripropongo spesso di fare più luce sulla sua estrema bellezza, ma altri luoghi si accavallano! Le cavalcate in maremma sono una sua grande peculiarità ricordando anche i suoi grandi “butteri” che sfidarono Buffal Bill e vinsero!
      grazie per l’augurio per la settimana che ricambio di cuore, anche ormai siamo già a mercoledì!
      ricevi un ncalorosissimo abbraccio!
      Annalisa

      Mi piace

      Rispondi

  24. ladyfi
    Apr 12, 2016 @ 05:53:49

    What enchanting pictures!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  25. Anonimo
    Apr 12, 2016 @ 10:55:29

    Che meraviglia! Ripasserò con calma.
    Buone giornate di Primavera!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  26. Glicine61
    Apr 12, 2016 @ 10:58:37

    Che meraviglia! Ripasserò con calma.
    Buone giornate di Primavera!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  27. wolfghost
    Apr 13, 2016 @ 00:19:05

    Inizio dalla fine, ovvero dalla poesia, semplicemente… strepitosa. Mi ha colpito, perché esprime poeticamente una ineluttabile verità.
    Saturnia la conosco 🙂 Devi sapere che, guardando le cascate, sul lato sinistro, da qualche parte, c’è anche una bellissima palla di gomma con cui facevamo giocare il nostro Tom, il cane 😀 E’ finita tra le frasche e non c’è stato modo di ritrovarla 😀
    Grazie, ora ne conosco anche la storia e i dati “tecnici” 😉
    http://www.wolfghost.com

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • ventisqueras
      Apr 13, 2016 @ 07:30:30

      buongiorno Wolf! è straordinario come i tuoi ricordi si incrocino sempre con i tuoi adorati amici a quattro zampe…chissà se me lo avessi detto prima magari avrei trovato la palla del tuo simpaticissimo Tom!
      come sempre le tue parole sui miei testi mi sono di conforto e di invito a continuare ad esternare queste mie piccole cose, che sono semplicemente un qualcosa che mi trabocca da dentro, come l’impetuosa acqua dal fiume sulle cascatelle!
      ti auguro una giornata serenamente lieta
      🙂

      Mi piace

      Rispondi

  28. ChgoJohn
    Apr 13, 2016 @ 07:46:02

    Once again, dear Annalisa, you spoil us with your beautiful photography and lovely words. I had no idea that such a place existed in Toscana. To be honest, however, I doubt I will ever visit there. Several years ago, I visited Agrigento to visit the temple ruins. Seeing that there were sulfur lakes nearby, we visited them early that same morning. Our intent was to bathe in the restorative waters. Oh, my! We could not handle the sulfuric fumes and left without so much as removing our shoes. Though the area in Toscana is much more picturesque, I will not visit unless I bring a gas mask. 🙂
    Have a wonderful week, my friend.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Apr 20, 2016 @ 06:04:38

      ha ha ha , John! leggo solo ora…mi hai fatta sgangherare dal ridere con la tua avventura di Agrigento! ti avrei proprio voluto vedere!!!!
      Non è perché voglio farti andare ad ogni modo A Saturnia, , ma credi non è assolutamente la stessa cosa! Sono stata anche io, come te ad Agrigento, ma non solo, perlomenno in altri due siti dove c’erano le ” fumarole ” di zolfo, nellisola di Vulcano, alle Eolie e ai Campi Flegrei, vicino Napoli, ed in effetti gli odori erano pestilenziali! niente a che vedere con Saturnia, se leggi i commenti di coloro che ci sono stati ti confermeranno che la sensazione immergendosi nell’acqua è di puro benessere!L’acqua filtra dalla roccia del Monte Amiata e passano ben 40 anni prima che filtrata arrivi a sgorgare a l vecchio Mulino, e conserva delle riserve sulphuree solo le proprietò benefuche, Spero di essere stata chiara, Ok?
      un grande sakuto affettuoso con l’augurio di giorni sereni

      Mi piace

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: