Giethoorn-Nederland- l’avete mai sentito nominare? … io no!…you’ve never heard of him? … not me!

19-Giethoorn-Netherlands

Avete mai sentito nominare Giethoorn?…riprendo il titolo che ho dato al post perché penso possa esprimere alla grande tutto lo stupore che ho provato nello scoprire questo piccolo angolo di paradiso

1280x720-oHt

Musica

zampillare in rosso

cammino

scarpe comode indosso

essere gentile con l’intero universo

posso?

Pioggia

di sole a più non posso

corro

scarpe comode indosso

posso essere felice per questo?

Ventisqueras

Giethoorn9

Geitenhoorn-Corno di capra-da questo è derivato il nome di Giethoorn, riferito alle grandissime  e numerose corna di capra selvatica rinvenute nelle torbiere della zona, presenti  come simbolo nello stemma della cittadina

Giethoorn-584x387

fondata all’inizio del XIII sec. dalla setta dei Flagellanti( fuggiti dalle persecuzioni dopo che papa CClemente VI emanò la bolla che sanciva come eresia questa forma di fondamentalismo partita dall’Italia ed estesa a tutti i paesi del Nord Europpa)  che trovarono in questa zona paludosa un rifugio sicuro, attualmente è abitata da circa 2.600 abitanti

 

877efb41ad

images (4)

viene chiamata la” Venezia Verde”, e davvero Venezia su al Nord esercita un grande fascino se ad ogni  luogo particolarmente bello situato sull’acqua viene sempre attribuito l’appellativo di “Venezia”.Sinceramente, ed è già la seconda volta che lo dico, non può esserci paragone con l’unicità di Venezia!

Getting-about-in-Giethoorn

images (1)

Ben  175 ponti collegano canali e laghetti di questo parco naturale acquitrinoso costellato di antichissime torbiere.Un verdissimo tappeto erboso ricamato di canali

blokzijl_in_de_winter-1

 

m1fz60wahdxc

che diventano candidi merletti quando l’inverno e la neve dona ancora più suggestione al paesaggio, permettendo oltretutto  alla popolazione di praticare uno dei loro sport  prediletti: il pattinaggio sul ghiaccio, trasformando i canali in lunghissime piste naturali

1492af8af98acd40ca787c2b1e35775f

 

57679b7b78a7e8d88e4134a14b9a0557

situata a circa 120 km da Amsterdam nella provincia di Overissel, a est nei Paesi Bassi,

andiamo a fare un giro per i canali?

 

il video fa rivivere in pieno l’atmosfera di Giethoorn , il silenzio è rotto solo dal frusciare dei remi nell’acque limpidissime, dal cinguettio di centinaia di uccelli che non smettono un istante di comunicare la loro gioia, interrotto a tratti dalla voce roca dei superbi cigni che con la loro eleganza rendono ancora più delizioso lo snodarsi delle vie fluviali.Inoiltre c’è immancabile ronzio dei razzi delle biciclette che passano in un soffio e si spengono piano piano

81893e9f0741abb087b110736ffbbd4d

questa è la vera atmosfera che qui si respira, lontani da ogni forma di rumore fastidioso, la cittadina si può raggiungere solo a piedi ( ecco le mie scarpe comode infilate nel testo poetico !!!) in bici o in barca…che meraviglia!!!!!

maxresdefault

8035-32x48-kl

 

images (3)

a Giethoorn non esiste solo la bellezza paesaggistica ma ci sono almeno tre musei interessantissimi, di cui accenno  le peculiarità

17898197

I Musei sono De Oude AArde ( la vecchia terra ) che ospita cristalli, minerali ed altri reperti fossili ritrovati nelle torbiere, con una raccolta veramente ragguardevole

Giethoorn-De-Oude-Aarde

99a9353eb8206469b8ad9eed1548eb2e

 

 

 

 

 

 

 

 

97672343020501422042014

Giethoorn-Holland-1Il Gloria Maris 

dove si espongono bellissime conchiglie o composizioni appartenenti

al mondo marino che un tempo toccava questi spazi65

dfd22dfc-06ef-4cf5-ac29-4d72709ae082

exterieur2Framee ‘t Olde Maat Uss 

che ci proietta in una fattoria dell’800 ricostruita nei minimi dettagli

interieurFrameed infine un’ultima passeggiata in mezzo a questi canali e a queste case incantevoli

fietsfoto%20plaatje

senza dimenticare le popolarissime biciclette,

che ci raccontano molto dell’amore e del rispetto

che questa popolazione ha per la natura

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

wwwq

broer-giethoorn

cidades de contos de fada3

Una lacrima di cristallo suona un violino di carta

tra le verdi foglie mosse dal vento

le Najadi agitano ventagli di giunchiglie.

Le rane, greggi dell’acqua, fanno risuonare

i loro cra-cra come tamburi nel silenzio della lontananza

che presto avrà un trono d’ombra

 Ventisqueras

ancora parole di tristezza nel lasciarmi alle spalle luoghi di magia,

eppure…

dovrei essere lieta per averne assorbito la loro carezza vellutata

sul viso e sulle mani

lasciando l’Olanda per salire ancora più a nord.

Un sorriso, un grazie un saluto a voi che mi onorate della vostra presenza

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: