4 ) FærØer-Mykines- l’isola degli uccelli-Mykines-the bird island

0e32d12d2abbfdbf68e87a6c95e2ca4e

Le isole verso nord sono tutte spettacolarmente a picco sul mare a causa dei venti che battono instancabilmente la costa ( per declinare poi dolcemente nei lati rivolti verso sud) questo le fa prediligere per la nidificazione degli uccelli marini che si affollano a centinaia di migliaia sugli strapiombi

imagelok

Mykines si protende nel blu cobalto del Mare del Nord  come una gigantesca tenaglia quasi a voler afferrare e calamitare a se  il volo degli uccelli

05-2012-8861

la “sula bassana ” è solo una delle circa 300 specie diverse di uccelli che affollano  le isole Faroe, ed in particolare l’isola più occidentale dell’arcipelago :Mykines

Northern_Gannet_0

ci sono moltissime varieta di sule che con i loro stridi riempiono l’aria intorno alle scogliere dell’Atlantico Settentrionale, ma questa è straordinariamente bella ed elegante, vive e si riproduce  solo in questo territorio

Sula_bassana_6

il suo piumaggio è completamente bianco solo sulla sommità del lungo ed flessuoso collo si colora di un tenue “pesca” accentuato dalla pigmentazione nera che contorna gli occhi di un azzurro intenso, sembrano truccati come quelli degli antichi egiziGannet_stretching

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

i loro movimenti armoniosi mentre volano sono piuttosto impacciati sulle rocceIMG_8357_Gannets_soaring_over_colony_800_600_100

in volo poi, planando confortati dalle correnti sono veramente incantevoli

3072025_6b291207

DSC_0800

guardate che spettacolo questi loro raduni ! le sule bassane  hanno un modo di “pescare” piuttosto insolito: tuffatrici impavide s’incuneano in mare  per qualche metro in mezzo ai branchi di pesci e risalendo riescono sempre ad avere la preda nel becco!

2015815223050_Beccaccia%20di%20mare

altro abitante dell’isola è la beccaccia di mare, o ostricara, così chiamata perché lungo le rive sabbiose ricerca le ostriche di cui si ciba, da notare il rosso becco ricurvo ad uncino per scavare meglio nella sua caccia

13832

 

uccello_marino

il loro piumaggio bianco-nero è molto bello

adam-woolfitt-puffin-catcher-faroe-islands-faeroes-denmark-north-atlantic

gli abitanti dell’isola si avventurano pericolosamente sugli strapiombi legati ad una corda

Screen shot 2012-11-29 at 2_07_29

per depredare i loro nidi e per praticità usano assicurare le loro prede alla vita a mò di cintura o come un  collare elisabettino dove al posto di pizzi e trine ci sono le piume ( neanche questo tipo di caccia mi è piaciuto , ma io detesto tutti i  tipi di caccia fatti per sport o puro piacere !!!! )

dsc_5160_005

originaria delle  isole è anche l’oca faroese, una delle razze che più si avvicina all’oca domestica europea, viene lasciata libera nei prati da maggio all’autunno, periodo in cui può nutrirsi della rigogliosa erba estiva

aa pulcinella

i pulcinella di mare ( di cui ho ampiamente parlato nel primo capitolo dedicato all’arcipelago delle Faroe,) sono la colonia più numerosa, una delle loro particolarità è dovuta al battito elevatissimo delle  ali ( 300-400 battiti per minuto ) perché essendo molto piccole rispetto al loro corpo hanno bisogno di una propulsione maggiore per volare

aa pulcinn

2777174259_134599d9e2_z

impressionanti le centinaia di migliaia di uccelli arroccate sulle guglie e sugli strapiombi, i loro stridi colmano l’aria superando la voce del mare e del vento

DSC_0734

la realtà delle Faroe si fa leggendaria, dal punto di vista naturalistico

DSC_0797

nell’azzurro del mare quasi sempre tempestoso e urlante

Faroe_stamp_025_mykines_northern_coast Seal_colony_mykines,_faroe_islands

sembrano andare alla deriva isolotti carichi di uccelli, e uccelli

mr3plj5

con le rocce che nprendonp forme insospettate e stravaganti, in bilico non si sa bene su quale piedestallo magmatico

my12

è proprio la caratteristica forma di questo arcipelago: si interrompono improvvisamente le infinite distese di verdissimi prati

denmark-landscape

maestose cascate che compaiono inattese tra le valli per tuffarsi a volo d’angelo nell’oceano, tra imponenti scogliere e tenebrosi faraglioni

Far_Oer_01

stock-photo-95800531

Silenzio dove mi conduci?

su prati verdissimi e immensi mi porti,

sul tuo vetro immenso si appannano

parole e canti

come lavi, silenzio, i lontani rumori del mondo?

Quali macchie sonore turbano il bianco sereno del tuo velo?

Dove fuggi quando il grande rumore dorato del tramonto

ti trafigge con sciami di strofe, singhiozzando?

Ventisqueras

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: