6 )- FærØer- Una giornata particolare –

 

Stunning coastal scenery located on the picturesque island of Vagar.

Il sole di mezzanotte è certo una delle più forti emozioni da provare alle latitudini artiche, è un qualcosa di indescrivibile quel rosso fiammeggiare  della nostra stella che  riesce a sorgere dopo solo quattro ore sia pure da un  tramonto in luci.  E’ sorto prima della  partenza dall’isola di  Vagar  per recarmi a Mykines

45381661

Il faro alto nel verde è il suo simbolo

Faroe_stamp_117_lighthouse_mykines

anche se non è la prima cosa  che si vede arrivando su questa isola estrema e selvaggia

5534122687_349bb1cbf3_ocolonne di basalto circondano l’attracco  in questo grande fiordo,  un piccolo pontile, il mare un olio azzurro rubato a qualche tela di un grande pittore, ed anche il vento sembrava  eccezionalmente essersi addormentato

IMG_3998 il sole sorto a mezzanotte  volle farmi compagnia in tutto il suo celeste percorso in questa giornata particolare

DSC_0763

salendo al villaggio che è l’unico e da nome  all’isola tutto mi parve cristallizzato in quelle poche case colorate pennellate  da un vento a mitraglia lungo i fianchi scoscesi della collina

DSC_0965

DSC_0979

qualche timido fiore, qua e là, fra l’erba

f5d228cbcc63adce8006a6c1515bcd08_936_425

timido e sparuto come questi appena visibili dietro una piccola bandiera delle Faroe all’ingresso di una delle sue caratteristiche case in legno

IMG_3401-2I coriacei lupini anche qui dardeggiano di rosa nel piccolo giardino di pietre tra un ruscello e le case colorate…e le case…già! solo quaranta come il numero degli abitanti di Mykines, ma coloro che vi risiedono per tutto l’anno, pensate, soltanto dieci e le case sempre abitate soltanto sei!

     Le case di Mykines

erano solo poche case

sotto quella grande luce addormentate

piccole e colorate

forse abitate dalle fate del Nord

avrei voluto che il tempo

abbagliato dal rosso dei  ricordi

bagnando l’idea, si fosse arreso

qui con me bloccato

dimenticando tutto quello

che c’è da dimenticare

e soltanto sognando

restare

Ventisqueras

 

Tórshavn-Tinganes

un tempo Mykines fu uno dei più grandi insediamenti di tutte le Faroe, nel 1940 vi risiedevano circa 170 persone

faroes-mykines-village-51_3

io le immagino spuntate come funghi dalla terra queste case occhieggianti finestre bianche  e tetti d’erba, forse risalite dai lidi sotterranei dove abitano gnomi, fate, folletti e i mitici troll, di cui sono piene le fiabe dei paesi del nord!

Mykines_5171

accanto alle case dai tetti d’erba non ci sono lussuose fuoriserie parcheggiate, ma barche colorate! a proposito dei tetti d’erba mi è stato chiesto come fanno ad impiantarli, diciamo che è piuttosto semplice, sopra i tetti di mattoni viene steso uno strato di 20 cm di terra e sopra questo seminati ( o trapiantati già  con la zolla ) piante grasse di un tipo particolare che rapidamente si estendono e non hanno bisogno di manutenzione, essendo la loro crescita in altezza molto limitata

wJPwP6i

le strade sono molto strette e prevedono solo un passaggio pedonale o con animali da soma

s_f18_RTR1QI0S1-900x573

le donna abilmente sferruzzano pesanti maglioni con la pregiata lana delle loro greggi, ce ne sarà molto bisogno nella lunga stagione invernale

IMG_3032

ancora case, molto fascinose in questa livrea bianco-rossa che io non ho potuto ammirare

386050_485066704844452_673219189_n

gli interni presentano angoli molto accoglienti, molto riscaldati, ovviamente

95742904_MANDATORY-CREDIT-Kevin-Faingnaert-REX-Shutterstock--Editorial-use-only-Only-for-use-in-cont-small_trans++qVzuuqpFlyLIwiB6NTmJwfSVWeZ_vEN7c6bHu2jJnT8

una tipica faccia di feroese

kristianshus

 

DSC_0382forse è il gestore di Cristianshus l’unico B&B di Mykines, dove ci  si può fermare per trascorrere la notte

871064079_1f5a578a07_z

ora ci allontaniamo dal villaggio per la passeggiata al faro ( circa 5 km ) è consigliato non soffrire di vertigini 🙂

isl-image140

perché talvolta si cammina vicino agli strapiombi osservando da vicino le grandi colonie degli uccelli

mykines new bridge bird watch

lo spettacolo è sempre più affascinante : per raggiungere il faro posto sull’isoletta di MykinesHòlmur si attraversa  un ponte-passerella lungo 40 metri e alto 35  gettato  sulla  gola di  Hòllmiògv

 

Mykines_Holmur_bridge

7712589482_35f431b2c3_o e finalmente il faro! eccolo laggiù in lontananza…si staglia in uno  scenario  da urlo!

aa pulcia rallegrare il cammino spesso i buffi pulcinella di mare si affacciano ad osservare, per nulla spaventati, solo curiosi

imagekl

il faro è stato costruito nel 1909,

in una giornata di sole la prospettiva è scenograficamente esaltante

Mykines-lighthouse-Faroe-Islands-Denmark

l’sola di Mykines appartiene alla parte di più antica formazione delle Faroe, essendosi creata da eruzioni vulcaniche circa 60 milioni di anni fa, in seguito ad una eruzione più recente si sono formate lunghe fenditure nella terra, riempite in breve tempo da lava che ha prodotto grandi vulcani piatti, nella gola do Hòlmgiògv se ne possono osservare alcuniMykines-lighthouse-Faroe-Islands-Denmark-2

 situato nel posto più occidentale dell’arcipelago non ci sono più confini,
solo il mare a fronte  del faro, a perdita d’occhio

maxresdefaultyuuna giornata particolare, certo, di solito Mykines si presenta così: avvolta dalle brume e con il mare urlante che scaraventa onde gigantesche sulle rocce…ci è stato detto dagli isolani che il sole ci ha seguito fin qui dall’Italia, con un sorriso annuisco…ma sarà poi così potrebbe aver fatto troppa fatica, no? ha ha 🙂

Ne ho parlato molto di questo gioiello selvaggio su cui ho lasciato un pezzetto di cuore più delle pur bellissime città sì, ma troppo occidentalizzate e saluto Mykines con tristezza …chiudendo questo a quasi un anno dalla mia partenza è come se lo lasciassi per la seconda volta!

jshgfn

ho iniziato con un cielo rosso e così voglio finire, che sia un’alba o un tramonto a queste latitudini si sa, non ha  molta importanza è la rossa luce che domina e comanda…buon tutto!

Ventisqueras

4 ) FærØer-Mykines- l’isola degli uccelli-Mykines-the bird island

0e32d12d2abbfdbf68e87a6c95e2ca4e

Le isole verso nord sono tutte spettacolarmente a picco sul mare a causa dei venti che battono instancabilmente la costa ( per declinare poi dolcemente nei lati rivolti verso sud) questo le fa prediligere per la nidificazione degli uccelli marini che si affollano a centinaia di migliaia sugli strapiombi

imagelok

Mykines si protende nel blu cobalto del Mare del Nord  come una gigantesca tenaglia quasi a voler afferrare e calamitare a se  il volo degli uccelli

05-2012-8861

la “sula bassana ” è solo una delle circa 300 specie diverse di uccelli che affollano  le isole Faroe, ed in particolare l’isola più occidentale dell’arcipelago :Mykines

Northern_Gannet_0

ci sono moltissime varieta di sule che con i loro stridi riempiono l’aria intorno alle scogliere dell’Atlantico Settentrionale, ma questa è straordinariamente bella ed elegante, vive e si riproduce  solo in questo territorio

Sula_bassana_6

il suo piumaggio è completamente bianco solo sulla sommità del lungo ed flessuoso collo si colora di un tenue “pesca” accentuato dalla pigmentazione nera che contorna gli occhi di un azzurro intenso, sembrano truccati come quelli degli antichi egiziGannet_stretching

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

i loro movimenti armoniosi mentre volano sono piuttosto impacciati sulle rocceIMG_8357_Gannets_soaring_over_colony_800_600_100

in volo poi, planando confortati dalle correnti sono veramente incantevoli

3072025_6b291207

DSC_0800

guardate che spettacolo questi loro raduni ! le sule bassane  hanno un modo di “pescare” piuttosto insolito: tuffatrici impavide s’incuneano in mare  per qualche metro in mezzo ai branchi di pesci e risalendo riescono sempre ad avere la preda nel becco!

2015815223050_Beccaccia%20di%20mare

altro abitante dell’isola è la beccaccia di mare, o ostricara, così chiamata perché lungo le rive sabbiose ricerca le ostriche di cui si ciba, da notare il rosso becco ricurvo ad uncino per scavare meglio nella sua caccia

13832

 

uccello_marino

il loro piumaggio bianco-nero è molto bello

adam-woolfitt-puffin-catcher-faroe-islands-faeroes-denmark-north-atlantic

gli abitanti dell’isola si avventurano pericolosamente sugli strapiombi legati ad una corda

Screen shot 2012-11-29 at 2_07_29

per depredare i loro nidi e per praticità usano assicurare le loro prede alla vita a mò di cintura o come un  collare elisabettino dove al posto di pizzi e trine ci sono le piume ( neanche questo tipo di caccia mi è piaciuto , ma io detesto tutti i  tipi di caccia fatti per sport o puro piacere !!!! )

dsc_5160_005

originaria delle  isole è anche l’oca faroese, una delle razze che più si avvicina all’oca domestica europea, viene lasciata libera nei prati da maggio all’autunno, periodo in cui può nutrirsi della rigogliosa erba estiva

aa pulcinella

i pulcinella di mare ( di cui ho ampiamente parlato nel primo capitolo dedicato all’arcipelago delle Faroe,) sono la colonia più numerosa, una delle loro particolarità è dovuta al battito elevatissimo delle  ali ( 300-400 battiti per minuto ) perché essendo molto piccole rispetto al loro corpo hanno bisogno di una propulsione maggiore per volare

aa pulcinn

2777174259_134599d9e2_z

impressionanti le centinaia di migliaia di uccelli arroccate sulle guglie e sugli strapiombi, i loro stridi colmano l’aria superando la voce del mare e del vento

DSC_0734

la realtà delle Faroe si fa leggendaria, dal punto di vista naturalistico

DSC_0797

nell’azzurro del mare quasi sempre tempestoso e urlante

Faroe_stamp_025_mykines_northern_coast Seal_colony_mykines,_faroe_islands

sembrano andare alla deriva isolotti carichi di uccelli, e uccelli

mr3plj5

con le rocce che nprendonp forme insospettate e stravaganti, in bilico non si sa bene su quale piedestallo magmatico

my12

è proprio la caratteristica forma di questo arcipelago: si interrompono improvvisamente le infinite distese di verdissimi prati

denmark-landscape

maestose cascate che compaiono inattese tra le valli per tuffarsi a volo d’angelo nell’oceano, tra imponenti scogliere e tenebrosi faraglioni

Far_Oer_01

stock-photo-95800531

Silenzio dove mi conduci?

su prati verdissimi e immensi mi porti,

sul tuo vetro immenso si appannano

parole e canti

come lavi, silenzio, i lontani rumori del mondo?

Quali macchie sonore turbano il bianco sereno del tuo velo?

Dove fuggi quando il grande rumore dorato del tramonto

ti trafigge con sciami di strofe, singhiozzando?

Ventisqueras

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: