Carissimo Pinocchio-( Collodi-Lucca-Toscana )

c’era una volta un Re…cominciano quasi sempre così le fiabe…ma stavolta no:

c’era una volta un pezzo di legno.

Conoscere Pinocchio e la sua terra, la Toscana di cui offre e conserva tutta la spigliata arguzia   vuol dire visitare Collodi e risvegliarsi nel paese dei  balocchi.

Benvenuti dove c’erano una volta:

un bambino che diventò uno  scrittore, un castello che diventò una villa, una boscaglia che diventò un  giardino, un pezzo di legno che diventò un bambino e un libro che aprendosi  diventò un  parco giochi per grandi e piccini..

IMG_3326Collodi  è un piccolissimo paese dove le minuscole case scendono rotolando come una cascatella giù da una verdissima collina

3663654480_2ec6043334_z

Villa Garzoni, detta anche la villa delle cento finestre, sorge sulle rovine dell’antico Castello medievale e sembra sorreggere l’intero borgo.

Collodi village Tuscany Italy

a questo paese, che è già di per sé una fiaba, si ispirò

Parco-di-Pinocchio-Collodi-1

il  Collodi che qui ha abitato da bambino. ( Carlo Lorenzini Firenze, 24 novembre 1826Firenze, 26 ottobre 1890 )   Scrittore un po’ sfaticato, fece  penare il suo editore  per pubblicare a puntate sul suo  giornale appunto Le avventure di Pinocchio

Villa-Garzoni

01

nacque così la fantastica storia che aveva come protagonisti  Geppetto, il burattino Pinocchio e i mille indimenticabili personaggi in rappresentanza delle categorie più svariate proprie dell’umanità, per questo oltre che essere una fiaba è un libro in cui ognuno di noi si può riconoscere, e, soprattutto apprenderne la giusta morale

toscana_collodi_villa_garzoni_giardino_25

21732_100_0273

L’antico Borgo la cui esistenza è stata attestata a partire dalla fine del XII secolo, ha una origine simile a quella di molti altri borghi medievali, per motivi prevalentemente militari la popolazione fu costretta a salire sulla collina per meglio difendersi da eventuali attacchi di nemici

collodi 004

La storia di Collodi  segnata dalle vicende svoltesi intorno alla famiglia fiorentina  Garzoni, appartenente alla fazione  dei Ghibellini
per questo  ebbe sempre come nemica la Guelfa Firenze.
Nel momento in cui (1339) Firenze ebbe consolidato il suo potere su tutta la Valdinievole, la famiglia Garzoni fu costretta ad emigrare nelle terre di Lucca .

5157778130_a2d61179a1_b
Per tutto il secolo XIV Collodi ebbe una vita intensa, partecipò dalla parte dei Ghibellini, alle battaglie di Montecatini (1315), di Altopascio (1325), al fallito tentativo di riprendere Pescia, e alle disastrose vicende della guerra fra Pisa e Firenze

La canzone di Pinocchio

chi non conosce ” Le avventure di Pinocchio”? è uno dei libri più tradotti al mondo, e da cui sono tratti bellissimi film

questo di Comencini fatto per la RAI  è quello che  amo di più, diciamo che è Poesia dal primo all’ultimo fotogrammaCollodi-11-07-11-164

Ora Collodi è divenuto ancora di più un paese di fiaba, al suo ingresso una grande statua del burattino ci introduce nel giardino di Pinocchio. Inaugurato nel 1956, non è un consueto  parco di divertimenti: è la preziosa creazione collettiva di artisti ed  architetti dalla grande personalità. Il suo percorso nasce dalle  suggestioni e dagli episodi delle avventure, l’ andamento è tortuoso, la folta  vegetazione fa sì che ogni tappa giunga sorprendente e inaspettata, le piante  stesse contribuiscono a creare l’atmosfera e le situazioni del racconto.

3120861 ecco  i carabinieri che lo arrestano per aver rubato  pane e formaggio ad un pescatore, ma lui, poverino che dal desiderio di Geppetto di avere una compagnia nella sua grande solitudine nato da un pezzo di legno scolpito grossolanamente dal vecchio falegname, che cosa poteva saperne delle leggi umane? improvvisamente è padrone di un corpo con tutte le sue esigenze primarie, e ne è teneramente rappresentata l’ingenua purezza dell’infanzia ancora incorrotta dal mondo degli adulti e che si esprime in tutta libertà.3120894

ed ecco spuntare il gatto e la volpe i malandrini sempre pronti  a beffarsi dell’ingenuità altrui

img-1un orribile serpente con la pelle verde, gli occhi di fuoco e la  coda appuntita… immaginare la paura del povero burattinoParco-di-Pinocchio-Collodi-3-i-4-conigletti-con-la-bara il funerale di Pinocchio creduto morto ma salvato dalla fatina dai capelli turchini

collodibalena

PT22b ora si entra  nella grande  bocca della Balena. Il grande pesce, recante le decorazioni  di Augusto Piccoli è un terrificante simbolo dell’ignoto e  insieme il luogo dell’inaspettato bene: all’interno della pancia, immobile  e rassegnato, appare Geppetto. Ma arriva Pinocchio a salvarlo e finalmente padre  e figlio si ritrovano nell’amoremangia2-620x432

e qui i ricordi di bambina si deformano, si affastellano e compare mangiafuoco così spaventoso…

verso%20il%20paese%20dei%20balocchi

il viaggio con Lucignolo nel paese dei balocchi….

pinocchio

ma infine c’è sempre “Lei” la Fatina dai capelli turchini che in ogni situazione riesce con la sua dolcezza e amore a riportare sempre la gioia

la mia fatina era la nonna, che mi raccontava sempre  fiabe, la mia preferita era proprio Le avventure di Pinocchio, brontolava un po’ dicendo che era la più lunga ma finiva sempre con l’accontentarmi… tanto sapeva che da lì a poco mi sarei addormentata

a lei che dedico questo post, a  quei bellissimi ricordi che porto sempre con me come uno dei doni più grandi che la vita mi ha riserbato

La canzone di Geppetto

Tre stelle

Tre stelle e un campanile
in mezzo ai pini
tre stelle  e il mio cuore s’è abbandonato

Tre lacrime  di corallo e tre frecce
il duro arco  del ricordo ha scagliato

Tre stelle,
due più’ grandi
e una piccina…

Nel buio   la finestra spalancata
l’acuto profumo dei gelsomini in alto sale

così forte che sembra  quasi far rumore.

Tre stelle,
due più’ grandi
e una piccina…

Dal pantano  gracida una rana
da lontano  lo scrosciare d’una fontana
la voce  della nonna che mi chiama
mi sembra di
poter tornar bambina
il sonno lentamente sta scendendo
la porta lieve  dei sogni s’è spalancata
ma io vorrei restare così per sempre a guardare
tre stelle
e un campanile in mezzo ai pini
per mai poter  dimenticare.

la mia idea parlando di Pinocchio  era di giocare con il burattino irriverente e pazzerello  invece ne è uscita una storia di ricordi della mia infanzia felicissima che a volte temo si stia prolungando molto oltre il dovuto…he he

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: