3 ) Frederiksborg -Denmark- 2015-I giardini-Hillerod-The garden

                                       Barocco e Romantico
Frederiksborg Castle, Denmark (11)

diventa l’anima

isola dell’infinito

all’alba quando tacciono le stelle

e tremori di rugiada flettono gli steli

nei grandi giardini

la luce spezza le ali del dolore  e della tristezza

con i fiori sbocciano limpidi pensieri

Ventisqueras

frederiksborg_barokhaven_monogrammer

i grandi giardini del castello di Frederiksborg sono stati  recentemente ridisegnati  ( 1996 ) secondo i progetti originali del 1725 di J.C.Krieger  per volontà della Regina Margherita II  di Denmark       (Margrethe Alexandrine Þórhildur Ingrid; Copenaghen, 16 aprile 1940)   figlia maggiore di re   Federico IX  cui succedette alla sua morte nel 1972 diventando il primo sovrano donna sotto la nuova legge di successione. dai lontani tempi di Margherita Imatri_07_672-458_resize

qui giovane sposa di un diplomatico francese, il conte Henri de la Borde de Monpezat

pes_7207

che bella, vero?

12509062_937482702973072_7528071189958626756_n

dal castello si  si accede direttamente al Giardino Barocco che incarna l’ideale del XVIII secolo, caratterizzato dallo sforzo dell’uomo a controllare la natura

untitled

le armoniose volute delle siepi di bosso  formano disegni geometrici di una perfezione assoluta, in cui si riconoscono anche i monogrammi reali

frederiksborg-castle

2108-1-grande-1-le_bassin_de_bacchus

frederiksborg-slotshave

da ogni  prospettiva  lo si osservi l’armonica bellezza  di questi giardini suscita stupore

MCCA1007-29018191d_1024x768

con boschetti, cascatelle e fiori a profusione

929e9f841ed316acee73f91c244a1752

la ricerca del naturale viene espressa e idealizzata dall’architettura del paesaggio del XIX secolo

vorgarten-anlegen_154046398

in quello che viene definito ” giardino romantico”

Copenhagen_tcm16-3955

in ogni stagioni i fiori si alternano, creando nuove suggestioni

Fiori di un lillà viola

rose-bianche,-rosa-con-rugiada-232160

bianche come la mia pena,
e non sono le rose bianche,
perché ci ha nevicato sopra.
Prima ci fu l’arcobaleno.
Nevica anche sulla mia anima.
La neve dell’anima ha
fiocchi di baci e di scene
che sono affondate nell’ombra
o nella luce di chi le pensa.

 Federico Garcia Lorca

 

iris_4

frederiksborg-dnm-have-5

con questo piccolo battello si può fare il giro del lago lasciando che si allontanino i giardini ed il castello

                                                   Hillerod

frederiksborg

La parte settentrionale dell’isola di Siaelland una distesa di velluto verde costellata di specchi d’acqua che imitano il cielo mutevole con grandi nuvole che passano galoppando

6250340783_6b4cd6c503

 

11824298065_eabdff4eda_z

qui sorge Hillerod nella regione di Hovedsladen   con i suoi 37.ooo abianti, i suoi tetti a punta di città nordica, il suo riflettere all’ingiù ogni forma,

Hillerod

ma soprattutto il “suo” castello di Frederiksborg divenuto simbolo ed attrazione commerciale della cittadina

3234312588_a9b0fa15d9_z

al momento della sua fondazione ( circa all’inizio del 500 ) era un’umile villaggio, ora trasformata dall’afflusso turistico in un complesso moderno e vivace,

o

rimettiamo quindi piede nel ruolo che ci è congeniale quello di semplici cittadini, abbandonando il roboante mondo delle ” alte sfere” cercando qualcosa di caratteritisco per pranzare, la prima colazione? nordicamente abbondante 🙂

348s

molto ricercato per noi italiani che al nord sentiamo particolarmente la mancanza del pane ( poco prodotto per la mancanza della materia prima, il grano) è questo tipo di pane nero ( brod) in realtà un po’ pesantuccio da digerire, ma accostato a certe pietanze abbastanza gustoso

3234312738_1f311a49fe_z

11711836

 

qui si trova un’ ottima qualità della vita, con centri culturali attivi ed una spiccata  attenzione per ogni forma d’arte

frederiksborg-castle-hillerod-denmark-lake-royal-palace-64241185

idealmente seduti su questa panchina di Hillerod, osserviamo dall’altra parte del lago Slotso il magico castello che s’allontana

hillerod-denmark

 

 

 

 

 arde come un fuoco di ricordi nella sera,mentre il pensiero vola all’ultima
tappa di questo viaggio…a nord, ancora più a nord, salutando la Danimarca 2015
Questo è l’ultimo post programmato, dalla prossima settimana dovrei essere di ritorno in Italia e quindi riprendere il normale ritmo di presenza sul blog.Ancora una volta ringraziando coloro che mi sono stati vicini durante la lunga assenza 🙂
Ventisqueras

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: