Stelle e fiori delle Dolomiti per augurarvi una Santa Pasqua serena

 

Piano
qui
le luci si fanno moccoli di candela
le strapazza il vento
Piano
qua e là
ritornano forme amabili del mio tempo
tutto ammucchiato fra le stelle
anche loro piccole luci
incorniciate
tra sorrisi e croci
sui denti
e più in là
Piano
qui
tutto si rarefa’

Ventisqueras

l’incanto di una stellata e della Via Lattea che in un abbraccio scintillante emergono dallo spettacolo delle Tre Cime di Lavaredo ( province di Bolzano e Belluno dichiarate patrimonio dell’umanità  dall’UNESCO )Foto Govoni

queste spettacolari immagini delle Dolomiti e dei loro fiori sono di un grande fotografo della zona Diego Da Pont che ringrazio e applaudo

Passo Gardena e i leggiadri prati di crocus che ingentiliscono l’asprezza delle possenti guglie rocciose

il sole sorge ad est e i suoi raggi accendono di mille colori i prati addormentati

ancora le Tre CImerese di Lavaredo, ai suoi piedi nella nuda roccia rododendri rosa sono parte del grande spettacolo!

e che dire di questa guglia rocciosa che sembra emergere ancora innevata dai prati in fiore?( Passo Rolle Cimon della pala )

ai piedi del Civetta i delicati fiori del camedrio alpino scintillanti come l’ultima neve

 

ho visto petali splendidamente chiusl

timidi e teneri e gioiosi come volti di bambinI curiosi

in attesa di nuovi giochi

 

il colore intenso della genziana illumina la roccia

il rosso delle eriche è  il fuoco dell’autunno

rara e preziosa l’orchidea selvatica chiamata volgarmente scarpetta di Venere

scenari di bellezza incomparabili

e ancora luci di stelle a tremare nella notte difronte al “Cristo Pensante “

voli d’uccelli ad annunciare l’alba

incredibili cori del cielo a salutare le ultime immagini dei prati in fiore

Sono simbolo d’innocenza, candore, di Pace
lasciate che io viva la mia Pasqua serena non sulla vostra tavola, ma a brucare felice l’erba nei prati ❤
Ventisqueras


 

2) Tovel-Trento- Il lago i suoi torrenti, i suoi fiori nel parco naturale Adamello-Brenta- Le fiabe che vanno scomparendo-The Lake and its rivers, its flowers in Adamello-Brenta-disappearing-fairy tales-

5485579610_aeaf1053fa_zLago di Tovel ancora un’immagine spettacolare di quando le sue acque si coloravano di rosso, e a questa sua colorazione si deve la leggenda della Principessa Tresenga

26573565e6

figlia dell’ultimo re di Ragali era una fanciulla bellissima ed essendo in età da marito aveva molti pretendenti che la coprivano di attenzioni e di doni, ma uno di loro Re Lavinto più volte rifiutato dalla bella Tresenga era un uomo cattivo e violento e non voleva accettare il rifiuto, così minacciò di radere al suolo il regno di Ragali, se la Principessa non avesse accettato di diventare sua moglie. La coraggiosa fanciulla si mise alla testa dell’esercito del padre, lo scontro avvenne vicino  alle sponde del lago di Tovel, ma fu sconfitta e uccisa con la spada dallo stesso Re Lavinto.

104345993

alla fine della battaglia il lago era rosso del sangue dei morti e che per questo in loro ricordo abbia continuato a colorarsi di rosso e a venire chiamato lago di sangue.Si dice anche che la bella principessa ogni notte si sieda sulle rive del lago a piangere la sorte della sua gente morta per difendere la libertà di Tresenga.Le leggende portano sempre una parte storica di verità, chissà ne corso dei secoli bui quale verità racchiude questa triste storia

d7d0544b78

484208039_fb796054893795806_2024x1349

nel terreno intorno al lago di Tovel specialmente lungo la sponda occidentale sono diffuse molte sorgenti perilacuali , le quali nonostante la scarsa portata sono come la punta di un iceberg nel grande flusso d’acqua che alimenta il lago dal fondo.

lago_di_tovel

 

phoca_thumb_l_tovel_11

queste acque sorgive provengono dalla località Pozzol un’ampia depressione circa 1 km a monte dove il torrente Santa Maria Flavona si esaurisce scomparendo in un terreno particolarmente poroso

Panorama

parco-adamello_02

precipita piena di sole

l’acqua che sempre è uguale

e sempre si rinnova

cerca un letto di scintille d’oro

sulla scogliera di vetro

Ventis

Parco-Adamello_TN

dopo aver raccolto le acque in cascate spettacolari che si precipitano giù dai nevai delle montagne formando un habitat molto particolare in cui prolificano molte splendide specie vegetali anche fiorifere

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

con coimbri coloratissimi a far chiasso nei boschi

7558468_orig

 

Cypripedium_calceolus_18159_87188

una spettacolare fioritura dell’orchidea selvatica conosciuta comunemente come ” Scarpetta di Venere”Aquilegie-800

questo ciuffo di aquilegie azzurre era nei pressi del lago

fauna5

mentre questa “nevicata di “soffioni” si pavoneggiava sopra un prato in quota

hemiptera-nabidae_jpg_2013113175223_hemiptera-nabidaechissà se le api si stavano litigando il nettare di questa grossa margherita gialla, o se con le antennette vibranti si trasmettevano parole d’amore 🙂 -questa sarebbe l’ipotesi che prediligo-

vaccinium_myrtillus_f2efe58d

ci fermiamo per una merenda?  è gia l’autunno… beh, certo ci sarà da fare pulizia con le foglie…:-)

767371207_95e0a39771

ha il giglio una veste da re

nessuno la cuce,

nasce dalle radici della terra

il vento dolcemente la culla

contro il cielo si staglia

e di colore arancio brilla

Ventis

Crocus-800

l’emozione unica dei prati di crocus sbocciati compatti  sotto ai nevai a primavera distilla suoni armoniosi di violini lontani

Crocus-img2777jy

Briganti%20di%20Cerreto fiori-di-montagna_2741510bucaneve

untitled

Di bianco

in un colino di ultrasuoni
filtravo le ore dello spazio-tempo
sopra telai intessuti di fiori bianchi

di giorni flessi nell’assenza
improvvisando
sopra ogni sillaba mai detta
note di concerti viaggianti

su prati immensi
Ventis

(piesse i fiori bianchi sono i miei preferiti 🙂  )

2e98e9b121

1081177_m

e l’autunno al Tovel si fa festa di colori

288028-blu-genziana-gentiana-clusii-uno-dei-primi-fiori-in-primavera-erica-nel-sud-della-germania

 

genziana

qualcosa di blu, con due varietà di genziana

thWSNTAV8M

ranuncolo-scelte-per-te-giardino

crocus-100157_1920-770x577

….e qualcosa di giallo, per chiudere della natura questo canto.

Amiamola e rispettiamola, lasciamola così compiutamente bella in eredità aj nostri figli e ai figli dei figli dei loro figli  finché mai si chiuda il cerchio della vita

Un abbraccio a voi tutti che avete la pazienza di leggermi e commentarmi

Ventisqueras

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: