Il Golfo dei Poeti 2- Lerici, San Terenzo- Liguria- Gulf Poets

tramonto_infuocato_banchina960x480

quando penso a Lerici è sempre così  se socchiudo gli occhi che lo vedo, e lo sento dentro come un sogno, con bagliori di sole del tramonto fra le mille vele all’ormeggio

preferita15

e col profumo dei mille limoni che anche nel pieno dell’inverno fioriscono e maturano nel dolce clima del Golfo dei Poeti

limone_O4

provo una solenne invidia per questi alberelli carichi di bellissimi frutti, quando io sono costretta a far fare avanti e indietro dalla mia serra e non riescono mai così belli 😦

SP_009_tellaro

suggestiva e grandiosa visione della costa della Riviera Ligure di Levante con i borghi di Lerici, San Terenzo e Tellaro e sullo sfondo le Alpi Apuane innevate, sul mare una festa di vele

qui dove i Poeti hanno la loro casa non poteva mancare un pensiero per un Grande, proprio a Lerici gli è stata dedicata una stele.Non perdetevi questo meraviglioso video che oltre alla suggestione della voce, della musica e delle parole di Fabrizio De André dona immagini incantevoli dei luoghi che vi sto raccontando

Don’t miss this wonderful video that apart from the suggestiveness of the voice, music and words of  Fabrizio De André gives enchanting visuals of the places that I’m telling
                                                I borghi:
Lerici
10500
in contrapposizione a quanto appena dichiarato sul clima questa rarissima immagine di Lerici sotto la neve, affascinante non trovate?

Liguria%20-%20Golfo%20dei%20Poeti%20-%20Lerici

Lerici esisteva  come paese indipendente già nel Medioevo: borgo di pescatori e marinai, era dedito anche ai traffici del vino e dell’olio,  il suo primo nome fu Portiolo (probabilmente significava “porto dell’olio” oppure piccolo porto)

lerici-ilpiaseo-20

secondo la leggenda, vi approdò il monaco  scozzese Terenzio che intendeva recarsi a Roma in pellegrinaggio. Poco lontano il monaco fu assassinato dai briganti e i paesi della zona si contesero il diritto di trattenere la salma. Per pianare la questione fu deciso di deporlo sopra un carro trainato da buoi e, laddove i buoi si fossero fermati esausti, lì sarebbe stato seppellito Terenzio: ciò avvenne in corrispondenza dell’attuale paese di San Terenzo ai Monti in provincia di Massa.

Lo scoglio Ferale, visto da Schiara

Diversi toponimi della zona ricordano il tempo delle Crociate: in particolare la tomba del crociato e lo scoglio di Orlando (che, secondo la leggenda, fu spezzato in due  con la spada dalla furia del cavaliere)

castello santerenzo illuninato              immagini luminose del golfo in festa

gall_1372845119-era-fuo-20130703_115150

con il castello di Lerici che sembra una grande mongolfiera aliena pronta a  librarsi nel cielo

case_01

bellissimi esempi delle cosiddette “case torri” che dato il poco spazio lasciato dall’orografia della zona stretta fra il  mare e i monti, dovevano supplire all’esigenza di spazio crescendo in altezza

53774932

nel contempo lasciando libero sfogo alla creatività e alla fantasia di ogni proprietario, con colori e ornamenti veramente originali ed affascinanti che rispecchiano le diverse personalità degli abitanti

87788-800x535-500x334

trovano spazio fra le case magnifici esempi di antiche chiese

DSC03661

illeggiadrite dalle fantasiose cupole dei battisteri e dei  campanili

The Pinnacle List

o ammiccanti fra spazi di cieli e mare

3502950109_343f2af9bc

        San Terenzo

………………………..

..

VILLA-SHELLEY-59

Lerici e San Terenzo ormai non si distinguono più, una fila in interrotta di case fa schiera sul lungomare, costeggiando quella che viene chiamata ” Passeggiata dei due castelli” che iniziando  dal Castello di Lerici, termina al lato opposto del golfo col castello di San Terenzo

VILLA-SHELLEY-4

un tempo  quella che fu l’ultima dimora del grande Poeta inglese Percy Bysshe Shelley dove abitò con la propria famiglia, biancheggiava isolata in mezzo ad un boschetto di pini

VILLA-SHELLEY-13

la sontuosa villa Magni ospitò Henry James, David Herbert Lawrence, Lord Byron amici di Shelley agli inizi dell’ottocento

200px-Portrait_of_Percy_Bysshe_Shelley_by_Curran,_1819

L’8 luglio 1822, Shelley annega in una tempesta improvvisa mentre a bordo della sua nuova goletta, l'”Ariel“, naviga proprio verso San Terenzo

È forse che in qualche più lucente sfera
ci separiamo dagli amici che qui troviamo?
O noi vediamo passare il Futuro
oltre il vetro affumicato del Presente?
O che cosa è che ci porta a comporre
uno con l’altro i frammenti di un sogno,
parte dei quali diventa vera, e parte
batte e ci trema in cuore ?

Percy Bysshe Shelley

cast_jpg_2007226231517_cast

il castello medioevale di San Terenzo che chiude il golfo

castello s terenzo

il tetro maniero contrasta con la solenne maestosità di un rosso tramonto

tours-lerici

Soffi rossi al tramonto

Le stelle cadono a dondolare sull’amaca nel limoneto

colmano la mia mente di rose, prima che il tempo

la colmi di terra.

La calce sui muri cela il sangue di mille e mille

vite assorbite dal nulla

nella profondità di questa infinita bellezza

che mi trastulla

stranamente è passata ridendo la Morte

ha lacerato la veste sugli scogli.

Tramonto-a-Lerici-Walter-B

 

limone1334063739

Ascoltami , i poeti laureati
si muovono soltanto fra le piante
dai nomi poco usati : bossi ligustri o acanti .
Io , per me , amo le strade che riescono agli erbosi
fossi dove in pozzanghere
mezzo seccate agguantano i ragazzi
qualche sparuta anguilla :
le viuzze che seguono I ciglioni ,
discendono tra I ciuffi delle canne
e mettono negli orti , tra gli alberi dei limoni

tratta da:

                         ” I limoni” di Eugenio Montale

e con  queste rime così intense e profumate che raggiungono di sole l’anima mia, vi saluto dall’amata terra ligure sperando di avervi fatto buona compagnia

Ventisqueras

 

Annunci

97 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. finbarsgift
    Mag 28, 2014 @ 07:33:36

    wow, these Pictures almost make me completely speechless…
    what a lovely dream there is on our beautiful (Italian) Earth! 🙂

    Enjoy your day!
    Greetings from
    Lu

    Mi piace

    Rispondi

  2. HansHB
    Mag 28, 2014 @ 08:01:36

    So beautiful!

    Mi piace

    Rispondi

  3. Il Principe
    Mag 28, 2014 @ 08:50:26

    2 volte incantato
    1) che sei ritornata, sai pensavo che non saresti più ritornata …………..
    2) concordo, conosco, ma mi ha fatto più effetto il tuo post ………… ed ora stò apprezzando ciò che ho visto.
    Scusami Ventis, ma prendi qualche percentuale col ministero dei beni culturali e turismo?
    😉
    Veramente incantato.

    Mi piace

    Rispondi

    • Anonimo
      Mag 28, 2014 @ 09:03:10

      carissimo Principe ed amico,( anzi, per dirlo alla tua” amichissimo” ha ha) l’incanto è tutto mio nel leggere i tuoi commenti…forse esageri un po’ ( sei di parte? he he) ma se conosci la zona sai bene che esagero solo per difetto, e che il mio è puro amore per questa parte della nostra bella Italia( meritevole tutta di amore e descrizioni per la sua unicità) forse perché data la sua vicinanza sono spesso in quei luoghi, e conoscenza è amore, anzi amore più!
      non avevo nessuna intenzione di abbandonare il mio blog, ma a volte le impellenza della vita sono altre…
      ancora un grazie per le tue bellissime parole
      a presto ( un giorno…due..tre…chissà—ha ha ha)
      🙂

      Mi piace

      Rispondi

      • Il Principe
        Mag 28, 2014 @ 14:11:24

        Ventis
        Io amo l’esagerazione, specialmente nelle belle notizie, in quelle brutte un po meno.
        Conosco la zona, ma non bene. Ma ammesso la conoscessi bene all’occhio reale molte cose sfuggono, mentre in una foto la tal cosa essendo l’ggetto che deve essere evidenziato all’occhio diventa molto più bello.Dunque se ho visto l’albero di limoni non mi ha colpito come il tuo della foto.

        Mi piace

    • ventisqueras
      Mag 28, 2014 @ 09:05:42

      opssssssssss, ero me, ero me! ma si vede accertata la mia recente latitanza neppure wordpress mi riconosce più!!!!!

      Mi piace

      Rispondi

      • Il Principe
        Mag 28, 2014 @ 14:13:38

        Ventis
        tu stessa riconosci che la troppa assenza, WordPress potrebbe non riconoscerti più …………….. ahahahahahah
        Sembrerà retorica ………….. ma io sono per la qualità …………..

        Mi piace

      • ventisqueras
        Mag 31, 2014 @ 11:50:20

        vedi Giovanni? ancora non sono riuscita a prendere il ritmo giusto per il blog, ma ti assicuro che sto tentando di fare del mio meglio per ringraziare cari amici come te che sono sempre stati presenti nel mio cuore

        Mi piace

    • ventisqueras
      Mag 31, 2014 @ 11:51:00

      sereno fine settimana! 🙂

      Mi piace

      Rispondi

  4. Julie Sopetrán
    Mag 28, 2014 @ 09:27:49

    Hermosa entrada! Lugares que me encantaría visitar… Precioso itinerario.
    Gracias amiga. Besos.

    Mi piace

    Rispondi

  5. Pecoraro-Schneider
    Mag 28, 2014 @ 10:43:01

    Che meravigliose immagini!

    Mi piace

    Rispondi

  6. sileno
    Mag 28, 2014 @ 11:14:59

    il tuo tocco magico riesce a rendere questi luoghi ancora più incantevoli.
    Un abbraccio

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Mag 31, 2014 @ 11:55:38

      he he, se davvero potessi fare una magia vorrei avere il dono dell’ubiquità e cioè stare non in un uno o in due, ma in moltissimi posti meravigliosi contemporaneamente…non si può’ ma chi lo dice! con la fantasia si può raggiungere qualunque obbiettivo
      sereno fine settimana Sileno!

      Mi piace

      Rispondi

  7. M-R
    Mag 28, 2014 @ 12:20:34

    Un altro eccellente articolo, Analisa! – E le foto! Da dove vengono?

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Mag 31, 2014 @ 11:58:07

      buon giorno Margaret-Rose ( lo sai? hai un nome bellissimo che mi piace pronunciare perché profuma di primavera !)Le foto? in parte mie, quelle delle grandi distanze, no, le prendo dal web, ma cerco di sceglierle con molta cura
      un grosso bacio

      Mi piace

      Rispondi

  8. roberto rospetto
    Mag 28, 2014 @ 12:39:29

    ti sei dimenticata il bel golfo d’Italia…

    Mi piace

    Rispondi

  9. millipir@libero.it
    Mag 28, 2014 @ 12:40:44

    Rispondi

  10. Maria-Lina
    Mag 28, 2014 @ 13:14:11

    Que tout est beau ma douce maie, je suis émerveillée, tu nous fais voyager à travers tes photos et textes, c’est superbe! J’adore la photo aux mille citrons! Merci pour ce merveilleux moment magique! Bisous tout doux et bon mercredi dans la joie!

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Giu 01, 2014 @ 06:47:39

      ciao mia cara amica Maria Lina, quel piccolo alberello era una vera meraviglia, ogni volta che passo lo vado a salutare, è diventato un amico, che mi ricorda come la cura e l’amore possono aiutare a natura a dare il meglio di se!
      buon primo giugno

      Mi piace

      Rispondi

  11. Martina Ramsauer
    Mag 28, 2014 @ 13:22:58

    Cara AnnaLisa, ogni volta che ho il piacere di leggere, di guardare e di ascoltare -(in questo momento sto anche ascoltando la stupenda canzone di Fabrizio Dé Andre che mi fa sentire l’ambiente, anche se non capisco questo dialetto italiano)-
    quello che tu ci doni, vengo portata in’ altra dimensione e faccio fatica di ritornare nella realtà! Per quanto attiene al tuo olivo, che naturalmente sarà anche difficile che possa fare concorrenza a questo qui sulla tua foto, trovo che sia anora meglio d’ avere dei propri limoni che dover comprare quelle trattate con tanti chimici.
    Per fortuna c’è l’Italia, la sua cultura e la sua gente:) Grazie

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Mag 28, 2014 @ 15:55:52

      De André è un grandissimo Poeta e merita che tu legga le parole tradotte dallo stretto ( ma bellissimo) dialetto ligure. per te come per tutti gli altri amici, poi ripasso per risponderti compiutamente, ciao cara Creuza de ma, è una stradina scoscesa che dai caruggi ( vicoli stretti e tortuosi) della città vecchia di Genova e delle cittadine liguri conducono al mare

      Crêuza de mä
      Fabrizio de André

      Umbre de muri muri de mainé

      dunde ne vegnì duve l’è ch’ané

      da ‘n scitu duve a l’ûn-a a se mustra nûa

      e a neutte a n’à puntou u cutellu ä gua

      e a muntä l’àse gh’é restou Diu

      u Diàu l’é in çë e u s’è gh’è faetu u nìu

      ne sciurtìmmu da u mä pe sciugà e osse da u Dria

      e a funtan-a di cumbi ‘nta cä de pria

      E ‘nt’a cä de pria chi ghe saià

      int’à cä du Dria che u nu l’è mainà

      gente de Lûgan facce da mandillä

      qui che du luassu preferiscian l’ä

      figge de famiggia udù de bun

      che ti peu ammiàle senza u gundun

      E a ‘ste panse veue cose che daià

      cose da beive, cose da mangiä

      frittûa de pigneu giancu de Purtufin

      çervelle de bae ‘nt’u meximu vin

      lasagne da fiddià ai quattru tucchi

      paciûgu in aegruduse de lévre de cuppi

      E ‘nt’a barca du vin ghe naveghiemu ‘nsc’i scheuggi

      emigranti du rìe cu’i cioi ‘nt’i euggi

      finché u matin crescià da puéilu rechéugge

      frè di ganeuffeni e dè figge

      bacan d’a corda marsa d’aegua e de sä

      che a ne liga e a ne porta ‘nte ‘na creuza de mä

      Ombre di facce, facce di marinai

      da dove venite dov’è che andate

      da un posto dove la luna si mostra nuda

      e la notte ci ha puntato il coltello alla gola

      e a montare l’asino c’è rimasto Dio

      il Diavolo è in cielo e ci si è fatto il nido

      usciamo dal mare per asciugare le ossa dell’Andrea

      alla fontana dei colombi nella casa di pietra

      E nella casa di pietra chi ci sarà

      nella casa dell’Andrea che non è marinaio

      gente di Lugano facce da tagliaborse

      quelli che della spigola preferiscono l’ala

      ragazze di famiglia, odore di buono

      che puoi guardarle senza preservativo

      E a queste pance vuote cosa gli darà

      cose da bere, cose da mangiare

      frittura di pesciolini, bianco di Portofino

      cervelli di agnello nello stesso vino

      lasagne da tagliare ai quattro sughi

      posticcio in agrodolce di lepre di tegole

      E nella barca del vino ci navigheremo sugli scogli

      emigranti della risata con i chiodi negli occhi

      finché il mattino crescerà da poterlo raccogliere

      fratello dei garofani e delle ragazze

      padrone della corda marcia d’acqua e di sale

      che ci lega e ci porta in una mulattiera di mare

      🙂

      Mi piace

      Rispondi

    • ventisqueras
      Giu 01, 2014 @ 06:54:13

      Buon primo maggio Martina, sei sempre tanto cara con me…i miei post sono la ricostruzione dei miei pensieri, dei sentimenti che provo viaggiando, ed osservando , ma non solo andando distante da casa, ma anche soltanto passeggiando a pochi chilometri dalla mia casa, ogni albero, ogni fiore, ogni piccolo animale mi conforta, mi sorride, mi saluta ,e questo è il mio modo di ricambiarli, ed ora ho trovato molti amici lontani che comprendono con me e mi donano la loro bellezza e la loro gioia, una di queste sei tu!

      Mi piace

      Rispondi

      • ventisqueras
        Giu 01, 2014 @ 10:41:57

        sono un po’ confusa …ha ha, volevo dire buon primo giugno! questo maggio appena con le rose sfiorito è stato per me un mese bellissimo e molto particolare…per questo che non lo voglio lasciare andare?…chissà
        🙂

        Mi piace

      • Martina Ramsauer
        Giu 01, 2014 @ 10:57:13

        E’ già impressionante però che comunicando in questo modo possiamo sentirci più vicini che certe volte con persone fisicamente presenti. Abbi tante piccole gioie oggi e mi rende felice di essere une delle tue. Grazie:)

        Mi piace

      • ventisqueras
        Giu 04, 2014 @ 06:27:55

        Martina buongiorno! hai perfettamente ragione! spesso le ragioni dell’anima sono più importanti di quelle della presenza fisica, perché il cibo di cui si nutre l’anima non è corruttibile!
        un grande abbraccio alla mia piccola gioia!

        Mi piace

  12. restlessjo
    Mag 28, 2014 @ 14:18:06

    Lerici looks like somewhere I could endlessly wander, Ventis. You bring so much beauty into our lives with your words and vision. Grazie mille, cara. 🙂

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Giu 01, 2014 @ 07:16:33

      è la dolcezza e la bellezza che sono infuse dall’uomo e dalla natura che contribuiscono a fare lieti i nostri giorni, buon primo giugno mia cara
      the sweetness and beauty that are infused by man and nature which help make happy our days, good first June my cararing so much beauty into our lives with your words and vision.

      Mi piace

      Rispondi

  13. giselzitrone
    Mag 28, 2014 @ 14:46:07

    Wunderschöne Bilder lieber Ventis schöne Häuser und Alte,ich wünsche dir einen wunderschönen Nachmittag liebe Grüße von mir.Gislinde

    Mi piace

    Rispondi

  14. Antonio Tomarchio
    Mag 28, 2014 @ 16:19:18

    Sempre affascinanti i tuoi reportage. Brava, a presto.

    Mi piace

    Rispondi

  15. GrahamInHats
    Mag 28, 2014 @ 17:22:04

    Great pictures. Always a pleasure to look in. Please accept a cyber duck for luck \,,,,,(‘)< G.

    Mi piace

    Rispondi

  16. Mr. Loto
    Mag 28, 2014 @ 17:54:06

    … mi hai regalato un altro breve viaggio nella nostra splendida Italia! Grazie, a presto!

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Giu 04, 2014 @ 06:57:34

      ci sarebbero ogni giorno motivi per riavicinare ai nostro occhi luoghi meravigliosi del nostro paese così unico…ma il tempo è quello che è…ti ringrazio moltissimo per l’apprezzamento
      🙂

      Mi piace

      Rispondi

  17. vever02
    Mag 28, 2014 @ 18:49:21

    Splendidi serie di fotografie su una città graziosa sul bordo del mare, adoro.
    Grazie per la divisione.
    Bella fine di sera.

    Mi piace

    Rispondi

  18. Denise
    Mag 28, 2014 @ 20:47:57

    Que tout est beau ma chère Ventis! Tout en écoutant Fabrizio de André, j’admire tes photos. J’aime ces maisons colorées et fleuries au bord de la mer. C’est féerique.
    Le citronier et les couchers de soleil, tout est beau. Un grand merci ma chère amie.
    Je te souhaite un beau jeudi
    Je t’embrasse fort.

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Giu 04, 2014 @ 07:01:57

      cara amica, purtroppo sono sempre in ritardo nel rispondere e nel ringraziare coloro che tanto gentilmente impreziosiscono i miei post con le loro belle parole, ma sto cercando di fare al massimo!
      buona giornata mia cara

      Mi piace

      Rispondi

  19. Soleggiata
    Mag 28, 2014 @ 21:31:27

    Ho deciso di dormire qui, stasera, perché mi sento tanto bene 🙂
    … Buona noce e grazie per il tuo talento ❤

    Mi piace

    Rispondi

  20. poetella
    Mag 28, 2014 @ 21:42:35

    beh…hanno detto tutto tutti!
    io rileggo…guardo…e rileggo!
    Grazie ventis!

    Mi piace

    Rispondi

  21. ladyfi
    Mag 29, 2014 @ 07:26:13

    You’ve captured so much beauty here! Thank you.

    Mi piace

    Rispondi

  22. anotherday2paradise
    Mag 29, 2014 @ 11:45:06

    Another breathtaking post, Ventis. What a stunning place, Lerici is, with so much beauty, and so many lemons. 😀 Those magnificent sunsets are heavenly, for sure. xx

    Mi piace

    Rispondi

  23. Anonimo
    Mag 29, 2014 @ 16:59:26

    Ventis carissima! mi avevi detto che saresti tornata dalle mie parti, e lo hai fatto alla grande, anzi alla grandissima! ancora una volta il tuo amore per la bellezza, l’arte la natura anno reso onore alla mia terra! azzeccatissimo il video.omaggio di De André e la scelta di Creuza de ma.
    Mi sono vista e rivista e rimirata tutto quanto e questo mi ha resa felice ed euforica.
    Ho letto su un commento che l’ente turistico dovrebbe passarti una sovvenzione per le ottime recensioni che fai! ha proprio ragione!
    ancra una volta grazie, ti abbraccio forte
    Mirella
    ( sono contenta che stai rispondendo, quindi sei ternata! spero di leggerti prestissimo 🙂

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Giu 04, 2014 @ 07:13:11

      e come si fa a stare lontana” dalle tue parti” come dici tu? la dolcezza e la serenità, la gioia immensa di essere partecipi di tanta bellezza fa il pieno nell’animo per i momenti difficili!
      sì, sto rispondendo, ma come vedi sono molto in ritardo e sono sempre indecisa se rispondere o visitare i siti degli amici, vorrei essere doppia,,,ma caspio, non mi riesce, ha ha
      io non so come ringraziarti per l’affetto e la simpatia che mi dimostri, sei davvero speciale, Miri!
      tvb

      Mi piace

      Rispondi

  24. liù
    Mag 29, 2014 @ 18:20:27

    Dopo aver guardato queste meraviglie ogni parola sarebbe superflua ,per cui ti lascio questa canzone di cui tu hai messo il testo e che ascolto quasi tutti i giorni dato che De Andrè è il mio cantante italiano preferito,specifico perchè amo ascoltare anche Bruce Springsteen.
    Un abbraccio
    liù

    Mi piace

    Rispondi

  25. Anonimo
    Mag 29, 2014 @ 20:40:08

    thank you for yet another wonderful post and beautiful pictures, Ventis! Lerici is such a charming place! love the tree laden with lemons and the sunset is absolutely breathtaking! thanks for sharing!

    Mi piace

    Rispondi

  26. Anonimo
    Mag 31, 2014 @ 09:32:59

    un sorriso e un saluto riguardando e rileggendo le tue meraviglie
    buon fine settimana…magari viene da queste parti!?
    Miri

    Mi piace

    Rispondi

  27. Lignum Draco
    Giu 01, 2014 @ 02:58:24

    Lovely article. The photos and music are wonderful.

    Mi piace

    Rispondi

  28. Laura
    Giu 01, 2014 @ 07:58:35

    Entrare nel tuo blog è stato come ritrovarmi a casa 🙂 questi di cui parli sono i profumi ed i colori della mia terra… Un sorriso solo per questo tuo post… Ti seguo 🙂 Buona domenica.

    Mi piace

    Rispondi

  29. afinebinario
    Giu 01, 2014 @ 10:15:19

    Che bello perdermi dentro i tuoi occhi, vedere cose e luoghi che hai visto tu per ritornarli a noi.Sembra di passeggiare in posti conosciuti, luoghi cari, vicoli e persone che non si dimenticano.
    Il profumo dei limoni accompagna anche me, lo sento dentro ogni volta che penso ad un ricordo caro.
    La tenerezza con la quale i tuoi scritti accarezzano le immagini arriva a noi ed è un incanto soffermarsi ora su una parola, un fotogramma, una poesia o una canzone.
    Bellissimi questi tuoi regali, questi scorci di un’Italia che dovrebbe renderci ancora orgogliosi di appartenerle.
    Un bacio grande, con affetto 🙂
    Affy

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Giu 04, 2014 @ 10:33:13

      nonostante tutto carissima Affy, noi siamo orgogliosi di appartenere ad una nazione unica dai mille volti e dalle mille sfaccettature…sai, qualche volta mi chiedo se tutti questi disastri fatti dai nostri politici non siano una condanna tipo quella della torre di Babele con la confusione delle lingue forse per impedeirci di esserlo troopo -orgogliosi-? Il fatto è che di genio e di sostanza proprio…ce ne avanza, he he
      ti ringrazio per la gentilezza e la squisitezza delle tue parole, soo er motivo di grande orgoglio, un caro e affettuoso abbraccio
      Annalisa

      Mi piace

      Rispondi

  30. frantzisca
    Giu 01, 2014 @ 11:19:27

    Che viaggio meraviglioso Ventis, come i tuoi versi, le immagini, Faber e…e…e…emozione pura che avvolge e rigenera. Grazie, grazie, grazie.
    Un bacio

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Giu 06, 2014 @ 06:10:24

      Frantzi carissima! che piacere salutarti! da tantissimo tempo mi mancava la gioia di poterlo fare sul mio blog…ma sei sempre nei mel mio cuore!
      grazie dolceamica, spero tutto bene per te e per i tuoi cari, ti abbraccio stretta

      Mi piace

      Rispondi

  31. annamaria49
    Giu 02, 2014 @ 08:01:32

    Tutte le volte è un’emozione. Bellissime le foto, le citazioni e i tuoi commenti, nonché i video e la bellissima poesia. Grazie infinite per tutto il lavoro che c’è dietro ad ogni post, credimi: vengo da te con inifinito piacere.
    Buon 2 giugno.
    un abbraccio
    annamaria

    Mi piace

    Rispondi

  32. giselzitrone
    Giu 02, 2014 @ 10:17:50

    Danke lieber Freund Ventis wünsche dir eine glückliche neue Woche liebe Grüße von mir.Gislinde

    Mi piace

    Rispondi

  33. Anonimo
    Giu 02, 2014 @ 10:29:54

    capisco che l’intero testo della poesia di Montale avrebbe occupato troppo spazio nel post, ma, condividendone in pieno la scelta inserisco il resto:
    Meglio se le gazzarre degli uccelli
    si spengono inghiottite dall’azzurro:
    più chiaro si ascolta il sussurro
    dei rami amici nell’aria che quasi non si muove,
    e i sensi di quest’odore
    che non sa staccarsi da terra
    e piove in petto una dolcezza inquieta.
    Qui delle divertite passioni
    per miracolo tace la guerra,
    qui tocca anche a noi poveri la nostra parte di ricchezza
    ed è l’odore dei limoni.

    Vedi, in questi silenzi in cui le cose
    s’abbandonano e sembrano vicine
    a tradire il loro ultimo segreto,
    talora ci si aspetta
    di scoprire uno sbaglio di Natura,
    il punto morto del mondo, l’anello che non tiene,
    il filo da disbrogliare che finalmente ci metta
    nel mezzo di una verità.
    Lo sguardo fruga d’intorno,
    la mente indaga accorda disunisce
    nel profumo che dilaga
    quando il giorno piú languisce.
    Sono i silenzi in cui si vede
    in ogni ombra umana che si allontana
    qualche disturbata Divinità.

    Ma l’illusione manca e ci riporta il tempo
    nelle città rurnorose dove l’azzurro si mostra
    soltanto a pezzi, in alto, tra le cimase.
    La pioggia stanca la terra, di poi; s’affolta
    il tedio dell’inverno sulle case,
    la luce si fa avara – amara l’anima.
    Quando un giorno da un malchiuso portone
    tra gli alberi di una corte
    ci si mostrano i gialli dei limoni;
    e il gelo dei cuore si sfa,
    e in petto ci scrosciano
    le loro canzoni
    le trombe d’oro della solarità.

    🙂

    Mi piace

    Rispondi

  34. Anonimo
    Giu 02, 2014 @ 10:31:55

    Conosci la terra dei limoni in fiore,
    dove le arance d’oro splendono tra le foglie scure,
    dal cielo azzurro spira un mite vento,
    quieto sta il mirto e l’alloro è eccelso,
    la conosci forse?
    Laggiù, laggiù io
    andare vorrei con te, o amato mio!

    — Johann Wolfgang Goethe

    Mi piace

    Rispondi

  35. semprevento
    Giu 02, 2014 @ 10:39:06

    ….come sempre, colpita e affondata.
    Bella la nostra Liguria, patria di genti dal cuore bello.

    Un abbraccio.
    vento

    Mi piace

    Rispondi

  36. YellowCable
    Giu 04, 2014 @ 00:41:28

    Very nice post. Those images and the music that go along well together. I like the red sunset scene. The restaurant under the residential area looks so very good.

    Mi piace

    Rispondi

  37. lamaisondesmarguerites
    Giu 04, 2014 @ 20:50:33

    Il me semblait bien reconnaître. Mais c’est bien sûr : la région des Cinque terre, que j’ai tant aimée. Je sens encore cette merveilleuse odeur des agrumes ! Je revois la couleur des façades de ces maisons, et certaines, non loin de Gênes, recouvertes de “trompe l’oeil”.
    Nous avons un grand citronnier que nous protégeons l’hiver dans un cabanon. Il n’est pas aussi bon que celui que tu nous montres, mais ma foi, il est très beau notre citronnier !

    Mi piace

    Rispondi

    • ventisqueras
      Giu 06, 2014 @ 06:26:14

      buon giorno mia cara Lou, la Riviera ligure di Levante è tutta un susseguirsi di meraviglie! credo che senz’altro continuerò sncora a parlarne perch anche la più piccola e sperduta località ha moltissimi lati meravigliosi da scoprire!
      Anche io faccio la stessa cosa con i miei grandi vasi di limone, che non possono rimanere all’aperto in inverno che il freddo li farebbe morire, e che nonostante tutte le mie cure, non sono assomigliano assolutamente all’alberello della foto!
      Ti ringrazio della presenza e ti abbraccio
      a presto!

      Mi piace

      Rispondi

  38. lamaisondesmarguerites
    Giu 04, 2014 @ 20:51:10

    Aussi beau, que celui que tu nous montres… 😦

    Mi piace

    Rispondi

  39. Plumes d Anges
    Giu 04, 2014 @ 22:31:33

    Un nouveauvoyage dans ce beau pays… Les vacances approches et tu excites mon appétit de découvertes, la terre est si belle ! Ton choix de Shelley me comble de bonheur, merci Ventis, bises. brigitte

    Mi piace

    Rispondi

  40. ludmillarte
    Giu 06, 2014 @ 18:35:54

    incantevolmente bello.
    ti abbraccio e ti auguro buon week end.
    Lud

    Mi piace

    Rispondi

  41. Andrea Magliano
    Giu 09, 2014 @ 12:33:36

    E’ bello ritornare dopo tanto su WordPress e ritrovarsi incantato da queste foto e le parole con cui hai descritto una parte della mia regione 🙂 Mi ha divertito la foto di Lerici sotto la neve ché, nonostante tutto, qui nella Liguria costiera sembra sempre qualcosa di raro e magico eheh
    Un caro saluto
    Andrea

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: