8 ) In cerca dell’Est-Koper-Capodistria- ( Slovenia ) fra storia e rimpianto-Between history and regret

Il viaggio
bisogna vedere quel che non si  visto
vedere di nuovo quel che si è visto
vedere in primavera quel che non si è visto in estate
vedere di giorno quel che si è visto di notte
con il sole dove prima pioveva
la pietra che ha cambiato posto
Josè Saramango
capodistria-03
Koper, in sloveno, quella che fu l’italiana  Capodistria, chiude in bellezza, all’estremità sud-ovest, il Golfo di Trieste. (la città da cui dista solo una ventina di km ) Per oltre 500 anni l’appartenenza alla grande Repubblica Serenissima Veneta ha segnato storia e cultura che sono ricche ed importanti
urbane-labin06
Settembre, il tuo minor fratello Aprile
fioriva le vestigia di San Marco
a Capodistria, quando navigammo
il patrio mare cui Trieste addenta
co’ i forti moli per tenace amore.
Capodistria, succiso adriatico fiore!
Gabriele D’Annunzio dall’Alcyone
(ancora lui, il Vate a cantare con fervore la sua italica passione )
Nonostante i cambiamenti dei tempi il centro storico conserva  il tipico aspetto assunto durante la lunga dominazione veneta con calli, broli,portici e sottoportici e nei campi, sulle facciate dei palazzi, e delle case, stemmi di podestà, e di vecchie famiglie nobili, leoni di San Marco e tutto quanto concerne La Serenissima
41190205
8308700434_96de85112f_z
755615
restare a Capodistria solo un giorno è poco per coglierne tutta la ricchezza e la varietà dell’arte e della cultura accumulata durante i secoli
pretorska-palaca-obala-in-kras-2_clienthome-1
la vera fisionomia della città  antica la si coglie  nella Calegaria, la via che da sotto i portici del Palazzo Pretorio scende alla Porta Maggiore e al relativo Porticciolo
3053184439_11f1a38ea2_b
 Il Palazzo Pretorio, molto originale con la sua merlatura esce fuori dalla fusione e ricostruzione alla metà del Quattrocento, rimaneggiata con l’aggiunta di un secondo piano nel Seicento
5512
 mollemente adagiata nell’azzurro è una propaggine di vita sul mar Adriatico, anticamente sorgeva sopra un isola separata dalla terra da paludi fino a quando, verso la metà del XIX sec, imponenti lavori di bonifica la collegarono al litorale
capodistria3
già abitata in epoca romana, probabilmente colonizzata da profughi fuggiti da Aquileia a seguito delle invasioni barbariche, conosciuta  con il nome di Capris, che nella successiva epoca bizatina mutò in Iustinopulis
img_5153
35_big
la piazza circolare Da Ponte con l’omonima bella fontana, è quasi la riproduzione del Ponte delle guglie di Canaregio  a Venezia, ricchissima di bellissimi palazzi e pregevoli opere d’arte ai tempi del suo maggior fulgore della dominazione veneta venne chiamata L’Atene dell’Istria
dscn6733
conosciuta come le Mercerie di Venezia è da secoli la via del commercio e dell’artigianato, caratterizzata da banchi , negozi e botteghe cui si può acquistare ogni genere di merci è conosciuta soprattutto come la via dei calzolari, ci si imbatte ad ogni angolo in angoli coloriti e caratteristici
capodistria-vigne1vista dall’alto il magnifico scenario dei vigneti perfettamente allineati le dona un aspetto piacevolmente rilassante in sintonia con ciò che la circonda
capodistria_panorama
 svetta sui tetti monocromi della città ( circa 25.ooo abitanti nella grande maggioranza sloveni, con una esigua minoranza italiana di antica data che ha resistito alle epurazioni) il campanile snello del Duomo dedicato alla BeataVergine Maria Assunta e a San Nazaro
il-duomo-di-capodistria-della-beata-maria-ver-t-bh0xuc koper-cathedral-and-bell
 per molti secoli fu torre d’avvistamento, poi fu aggiunta la torretta campanaria che ospita una delle più antiche campane della Slovenia
8076469
 l’elegantissimo portale
57ssgpaolo
 e lo straordinario merletto della facciata
copy-of-rotunda-koper_15164
 sul fianco sinistro del Duomo c’è La Rotonda, o Oratorio del Carmine costruzione romanica trecentesca
foibe1
 Ogni volta che varco il confine con la Slovenia non mi è possibile dimenticare gli eccidi delle foibe ed il successivo esodo della popolazione istriana di origini italiane che  costituiscono l’epilogo di una secolare lotta per il predominio sull Adriatico orientale, che fu conteso da popolazioni italiane e slave
per lungo tempo oscurato per ragioni politiche questo genocidio o pulizia etnica contro le minoranze italiane voluto dalle bande dell’allora dittatore Tito ebbe episodi di ferocia inaudita
rinvenimento-cadaveri1
con l’uccisione di centinaia di migliaia di civili ( comprese donne e bambini, che vennero trucidati e per celarne la memoria gettati delle profonde  delle “foibe”( caratteristiche cavità sotterranee carsiche ) spesso gettati insieme i vivi con i morti, recuperati solo molti anni dopo gli eccidi, come si vede nella orribile immagine, che resti come monito di tutte le guerre e della loro conseguenza che fa perdere ogni barlume di umanità a chi le combatte.
foibe-il-consiglio-regionale-premia-due-scuole-bergamasche_9a5fae56-91a3-11e3-9dcd-642ffa6abcf8_display
I più per così dire “fortunati” dovettero lasciare( con le poche cose che riuscirono a portare con se) ogni loro proprietà e beni per fuggire in Italia dove vennero raggruppati ignobilmente in campi profughi, Una pagina davvero devastante che non deve mai essere dimenticata.
prima-radio-sri

cerccherò di voltare pagina con un argomento più leggero quello della storica Radio Capod’istria che nacque il 25 maggio del 1949 con il nome di Radio Trieste Zona Jugoslava, fu una delle prime stazioni radio Europee prima a trasmettere in bilingue.

5714924882_4f441df3c2_z

Nel 1955 concon il secondo esodo  e la suddivisione dei territori che riguardava la Zona B, Radio Capodistria si accinse ad assumere un nuovo volto e a svolgere una funzione quasi del tutto inattesa. Affiancata da una rete televisiva, divenne espressione di quanto di italiano rimaneva in Istria e, insieme e più ancora, punto di raccordo per una visione conciliativa dell’intero territorio giuliano, per una convivenza tra simili e tra diversi  Data la sua efficacia commerciale (per decenni è stata una delle radio maggiormente seguite), il segnale fu irradiato in zone sempre più ampie dell’Italia.

Nelle immagini due vecchi modelli di Radio che venivano esibite con i soprammobili ai posti d’onore nelle abitazioni di allora, iniziava l’era della tecnologia moderna!

dsc_1060non è passato inosservato questo bel micione che sembra mettersi in posa  compassato e sussiegoso 🙂

homepagebaratti-186411_650x447in un intreccio di pini mediterranei il sole sta per salutare questa giornata, colma di pensieri anche molto polemici da parte mia, vogliate scusarmi, non riesco a restarne indifferente

camping-californiamentre cala la sera dietro il promontorio a nord, con la notte scendono pensieri di pace e con loro la Bellezza su tutto prevale

Ventisqueras

 

Annunci

47 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. ventisqueras
    Feb 03, 2017 @ 10:27:58

    Felice giorno amici e lettori carissimi,
    finalmente sono riuscita a riprendere il percorso intrapreso sulle vie assolate dell’estate e continuarne il racconto , sperando di lasciarmi definitivamente indietro i rigori dell’inverno che si sta lentamente sfumando incontro a fata Primavera

    vi auguro una serena lettura
    un grande abbraccio affettuoso
    Annalisa 🙂

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  2. Martina Ramsauer
    Feb 03, 2017 @ 12:15:52

    Cara Annalisa , il tuo commuovente post su Capo d’Istria mi porti indietro 50 anni e alla storia recente e ai stupendi paesaggi di quella zona. Mi ha molto impressionato e toccato anche la poesia di Josè Saramango. Ti ringrazio della tua presentazione sperando che tu stia bene🌺 Un grande abbraccio Martina

    Liked by 2 people

    Rispondi

    • ventisqueras
      Feb 03, 2017 @ 21:43:16

      Martina carissima, è così tanto tempo da che non ho il piacere di parlare un po’ con te! ma credi, sei sempre stata vicina a me nel mio cuore, e ti ho pensato spesso in questi momenti di difficoltà per me, ma ora sto bene e sono lieta di riprendere lentamente le care abitudini di colloquiare con gli amici più cari, verrò presto nella tua casa per leggerti e apprendere, come sempre, da te qualcosa di sempre molto interessante e di gioire delle tue meravigliose immagini.
      Le tue parole sono sempre attente e profonde a ciò che scrivo e te ne ringrazio moltissimo
      apresto dolce e cara amica
      un grosso bacio
      Annalisa 🙂 🙂 🙂

      Liked by 2 people

      Rispondi

      • Martina Ramsauer
        Feb 04, 2017 @ 18:43:50

        Mi fa veramente molto piacere che i tuoi problemi semrano diminuiti!! Non esagerare adesso😀 Devo fare più lentamente anch’io. La vita non fa sempre quello che vogliamo, ma spesso, meno è di più 💐Ti penso anch’io augurandoti una bellissima domenica in pace. La tua amica Martina

        Liked by 1 persona

      • ventisqueras
        Feb 06, 2017 @ 15:37:37

        cara Martina, le tue parole sono sempre molto sagge, e quel tuo ” poco puà essere di più” ne una piccola perla! In effetti dobbiamo sempre essere grati per ogni scoglio che si supera e , soprattutto se una conquista dovuta alla nostra scelta e buona olontà
        auguro anche a te amica cara ogni bene, lontano da preoccupazioni
        un abbraccio affettuosissimo
        Annalisa

        Mi piace

  3. 76sanfermo
    Feb 03, 2017 @ 14:47:26

    Com’e bello queso post ! Grazie infinite per le stupende foto di questa città cosi bella e , da noi a Milano , cosi poco conosciuta. Ci sono stata un paio di volte tanti anni fa e ne ho un bellissimo ricordo!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • ventisqueras
      Feb 03, 2017 @ 21:47:32

      ciao e grazie dell’entusiasmo con cui hai accolto questo mio post, davvero il paragonare questa splendida città ad Atene è davvero azzeccata, sono stata molto felice anche io di tornarvi dopo diversi anni di assenza , trovandola ancora più affascinante
      un caro saluto a te e alla bella Milano
      Annalisa

      Liked by 1 persona

      Rispondi

  4. restlessjo
    Feb 03, 2017 @ 19:49:39

    So much of our continent is linked and shares the same beauty, Annalisa. It’s sad that we cannot simply enjoy it. Sending hugs and wishing you a joyful weekend. 🙂 🙂

    Liked by 2 people

    Rispondi

    • ventisqueras
      Feb 03, 2017 @ 22:07:58

      Proprio così cara Giovanna! la Bellezza, quella con la B maiuscola la si riesce a trovare ovunque nel nostro vecchio continente, anche se in alcune parti è presente in modo addirittura massiccio!
      spero anche per te un week come tu lo desideri, passeggiate e macchina fotografica intenta a fotografare splendide immagini!
      un grosso, grosso bacio
      Annalisa

      Liked by 2 people

      Rispondi

  5. Steven
    Feb 03, 2017 @ 20:28:25

    What gorgeous vistas and architectural masterpieces you’ve captured!! Thank you for the informative narrative as well.

    Liked by 2 people

    Rispondi

  6. Julie Sopetrán
    Feb 03, 2017 @ 21:00:43

    Bellísimas fotos, hermosa entrada. Gracias amiga. Un fuerte abrazo.

    Liked by 2 people

    Rispondi

  7. sileno
    Feb 03, 2017 @ 22:58:22

    Amo tutta l’Istria dove ci sono stato molte volte, Capodistria è una cittadina stupenda dove ancora forte è l’impronta veneta, purtroppo anche una terra martoriata come tutte le terre di confine. Ho ancora un vivo ricordo di Radio Capodistria quando trasmetteva musica a richiesta con dedica alle persone care e poi negli anni settanta TV Koper che trasmetteva ancora in bianco e nero tanti film di registi dell’Est e molti erano dei capolavori. Penso che presto andrò da quelle parti.
    Ciao Annalisa, un abbraccio.

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • ventisqueras
      Feb 04, 2017 @ 08:56:06

      ti auguro di tornarci quanto prima Ermanno! una parte già la conoscevo, ma ho attraversato territori, fiumi e valloni sconosciuti che mi hanno lasciato un ricordo esaltante, spero che possa trasparire questo nei prossimi post che mi propongo di dedicarle.
      Quando viaggio cerco di non fermarmi a ciò che vedo, ma di grattare nel fondo della storia così ho trovato anche radio e tv Koper, sono lieta di averti fatto affiorare ricordi con questi miei pensieri
      augurandoti di cuore un sereno fine settimana un amichevole abbraccio
      Annalisa

      Mi piace

      Rispondi

  8. YellowCable
    Feb 04, 2017 @ 02:05:37

    The pictures on this post are just a good break from winter time. Beautiful sunshine and bright pastel color buildings!

    Liked by 2 people

    Rispondi

  9. Nicola Losito
    Feb 04, 2017 @ 10:35:13

    Una triste pagina di storia temperata, per fortuna, da bellissime immagini e poesie.
    Nicola

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  10. Beta
    Feb 04, 2017 @ 11:02:05

    Mi piace

    Rispondi

  11. jean pierre a
    Feb 04, 2017 @ 16:11:56

    joli moment ensoleillé dans cette grisaille hivernale! amitiés

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  12. wolfghost
    Feb 05, 2017 @ 22:14:19

    Vera la poesia di Josè Saramango… ad avere tempo!! 😀
    In effetti la prima cosa che mi è venuta in mente leggendo Capodistria… è stata proprio Tele-radio Capodistria! 😀 A pensarci adesso, fu una specie di miracolo che nascesse, non è vero? 🙂
    Una storia terribile quella del dopoguerra, ancora adesso difficile da superare.
    Grazie per le belle immagini, le poesie (però stavolta non ne hai messo una tua! ahi ahi ahi… 😀 ) e i cenni storici, sempre molto graditi 🙂
    http://www.wolfghost.com

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • ventisqueras
      Feb 05, 2017 @ 22:20:47

      tiratina di orecchi per la mancata poesia, l’accetto senza scuse, vengo da un periodo un po’ laborioso e i testi li scrivo solo se mi arrivano spontanei non vado mai a cercarli, sarebbe una forzatura, non credi?
      Penso anche io che Radio Capodistria sia stata una geniale innovazione che ha contribuito a farci sentire cittadini europei, travalicando etnie, lingue, confini. Ti ringrazio molto per la comprensione che sempre hai per i miei testi, che credi, scrivo in modo molto sincero e appassionato
      un sorriso

      Mi piace

      Rispondi

      • wolfghost
        Feb 05, 2017 @ 22:28:34

        ahah era solo una battuta, cara, ci mancherebbe! 😀 Sono assolutamente d’accordo: meglio che non ci sia piuttosto che sia forzata 🙂
        … e poi il fatto che se ne senta la mancanza non è vero demerito, anzi… 😉
        http://www.wolfghost.com

        Liked by 1 persona

      • ventisqueras
        Feb 05, 2017 @ 22:32:10

        lo so che sei sempre tanto gentile con i miei testi, e questo mi rende molto felice, benchè non sia affatto spinta a farmi conoscere oltre l’anonimato, il sapere che sono apprezzati mi è fonte di piacere, ovvio 🙂

        Mi piace

  13. Anonimo
    Feb 05, 2017 @ 23:46:56

    s’, certo cara, ci siamo finalmente ritrovate, sono stata in ansia sai? ma ora tutto ok
    questo è un’altro dei tuoi post estremamente interessanti
    la città deve essere molto bella ed anche facilmente raggiungibile, la storia, l’arte, la sua appartenenza alla Serenissima…la radio e la tv, poi quel terribile genocidio che è stato ricordato proprio in questi giorni…le immagini poi sono spettacolari
    grazie mille di esserci, cara
    Miri

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  14. finbarsgift
    Feb 06, 2017 @ 04:25:08

    The land of water and sunshine and beautiful landscapes…
    Thanks for showing another part of it again 🙂
    Have a pleasant day, lots of greetings from Lu

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  15. giselzitrone
    Feb 06, 2017 @ 10:01:47

    Schöne Bilder lieber Gruß und eine gute Woche für dich Gislinde

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  16. annamaria49
    Feb 07, 2017 @ 18:37:49

    Ciao, cara, come sempre ci doni post interessanti, ricchi di cultura. Non conosco Capodistria, ma dalle foto vedo un luogo artistico, di grande valore con il suo bel panorama sul mare, luogo di contesa e purtroppo di dolore, di strazio per coloro che furono trucidati. Abbiamo pagine di storia molto dolorose e da quegli errori ancora non abbiamo imparato, ancora l’uomo è carnefice senza cuore.
    Spero tu abbia risolto i tuoi problemi, leggevo che non è stato un periodo facile per te, ma quando le situazioni particolari si superano, va tutto bene.
    Buon tutto, cara Elisa.
    un abbraccio
    annamaria

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • ventisqueras
      Feb 08, 2017 @ 08:16:23

      buongiorno Annamaria,
      sempre lieta della tua presenza e delle gentili parole, un vero piacere sentire che ciò che scrivo con amore viene apprezzato, si dice che quando si viaggia lo si fa per tre volte, la prima è nell’ideare e pensare all’itinerario del viaggio, la seconda quando lo si vive e la terza è il ricordarlo.In effetti è così, ma per me forse ci sono ulteriori percorsi, quando rileggo i post ed ancora rivivo quello che ho visto e vissuto, lieta di condividerlo con persone speciali che sanno apprezzarlo.
      Ti ringrazio per il pensiero che hai avuto per la mia persona, sì, ringraziando il buon Dio ora è tutto a posto e devo dire che una bella mano me l’ha data anche il mio piccolo blog
      augurandoti un sacco di belle cose, ti abbraccio affettuosamente
      Annalisa

      Liked by 1 persona

      Rispondi

  17. anotherday2paradise
    Feb 08, 2017 @ 20:26:51

    Such beautiful photos, Annalisa. I love the cute cat and the gorgeous Venetian architecture. The sun behind the pine trees makes for a stunning image. Hugs to you. xx

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  18. Denise
    Feb 08, 2017 @ 21:09:48

    Bonsoir ma chère Ventis, merci pour ton billet avec des photos d’endroits superbes et c’est triste de voir ce qui s’est passé. Que de massacre!
    Je te souhaite une belle soirée avec toute mon amitié et mes bisous très chaleureux ♥

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • ventisqueras
      Feb 09, 2017 @ 09:14:36

      cara amica, vorremmo che nel mondo non esistessero le guerre e le loro terribili conseguenze, ma ogni giorno assistiamo a questi deprecabili eventi e non si può dimenticare ciò che prima è accaduto, quando impareremo dagli errori fatti?
      ti ringrazio per le gentili parole, un caro e affettuoso saluto
      Annalisa

      Mi piace

      Rispondi

  19. Lignum Draco
    Feb 21, 2017 @ 02:57:04

    Thank you for this tour of this beautiful place.

    I hope the weather is warming up nicely for you.

    Liked by 1 persona

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: